provincia di: Tutte
Seguici:

Calendario eventi >

Calendar
Title and navigation
Title and navigation
<<<agosto 2020>>>
agosto 2020
lmmgvsd
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Colloquio di lavoro: come rispondere alla domanda "Parlami di te"

Data di pubblicazione:15/12/2014
Categorie:Colloquio, Trovare Lavoro
Autore:Cliclavoro

È una delle richieste più frequenti che vengono fatte durante un colloquio di lavoro ma è anche una delle domande più trascurate dai candidati nella fase di preparazione all’incontro con il selezionatore: si tratta di “Parlami di te”. Il modo in cui si risponderà potrebbe influire sull’esito del colloquio ed è quindi importante tenere a mente almeno due regole generali:

1. Non raccontare la storia della propria vita. Il recruiter non è interessato al vostro passato e ai racconti ad esso collegati.
2. Fornire informazioni pertinenti. E per farlo bisogna mettere in evidenza (in 2-3 minuti totali):

recenti successi professionali: non “recitate” il vostro curriculum e non menzionate esperienze che non hanno alcun legame con il lavoro per cui vi siete candidati. Concentratevi, invece, su 3-4 esperienze significative, soffermandovi su quelle che hanno ottenuto risultati tangibili e verificabili;

percorsi formativi: se lavorate già da qualche anno non dilungatevi troppo sulle vostre esperienze formative ed evidenziate quali conoscenze avete acquisito grazie ai vostri studi, spiegando come possano essere sfruttate per soddisfare con successo le esigenze del datore di lavoro;

competenze: mettete in rilievo solo le competenze rilevanti (2-3 in cui siete davvero esperti) per l’azienda in cui state effettuando il colloquio. Non esagerate mai la portata delle vostre abilità anche perché il selezionatore potrebbe chiedervi verificarle (anche durante il colloquio) e spiegate sempre il modo in cui le avete acquisite;

obiettivi professionali: concentratevi sulle vostre aspirazioni professionali e non su obiettivi che fanno riferimento alla vita privata (dimostrerete, così, di essere professionisti “goal oriented”);

motivi di interesse per l’azienda: evitate di mostrare che siete più interessati alla retribuzione che all’attività lavorativa in sé. Date, infine, l’idea di voler intraprendere una carriera stabile e duratura all’interno dell’azienda.

Se volete svolgere un colloquio di lavoro impeccabile, leggete i consigli di Cliclavoro!

 

 

Per poter lasciare un commento occorre essere registrati.