provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

I primi adempimenti

Per avviare un’attività autonoma di qualsiasi tipo occorre porre in essere una serie di adempimenti. Di seguito, il dettaglio:

- Codice Attività. In funzione del tipo d'attività che s'intende esercitare è necessario scegliere tra i codici attività previsti dalla normativa vigente. Se l'attività non è descritta in alcun codice, sarà necessario utilizzare un codice generico che più si avvicina alla tipologia d'attività; la scelta del codice influisce sul regime fiscale e previdenziale

- Regime Fiscale. In base al fatturato annuo previsto si potranno scegliere specifici regimi fiscali dai quali potranno derivare diverse modalità di tenuta della contabilità. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate

- Dichiarazione Inizio Attività. Per tale adempimento è possibile rivolgersi direttamente all’Agenzia delle Entrate (Lavoro Autonomo) o alla Camera di Commercio (Attività Impresa)

- Partita IVA. Se il codice attività scelto rientra tra le Attività d'Impresa è necessario rivolgersi alla Camera di Commercio. Invece, se costituisce attività di lavoro autonomo bisogna rivolgersi all'Agenzia delle Entrate

- Iscriversi all'INPS o ad un altro Ente previdenziale. In funzione dell'attività svolta, bisognerà iscriversi ad una specifica forma di previdenza gestita dall'INPS oppure da altri Enti previdenziali di settore

- Iscriversi all’INAIL. L’iscrizione all'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali si esegue presso la sede INAIL competente per territorio

- Segnalazione certificata di inizio attività. Si esegue tramite la Comunicazione unica d’impresa, che comporta una verifica ex post dei documenti allegati.

Conosci gli sportelli dedicati all’autoimprenditoria e all’autoimpiego più vicini a te? Consulta l’elenco dei CPI e le news per scoprire le recenti opportunità.

La Comunicazione Unica d’Impresa è il servizio informatico per assolvere a tutti gli adempimenti per l'avvio di un'impresa e per le successive modifiche o cancellazione.

Si tratta, in particolare, di una pratica telematica, cioè un insieme di documenti costituito da un modello riassuntivo (contenente i dati del richiedente, l'oggetto della comunicazione ed il riepilogo delle richieste ai diversi enti) e da uno o più dei seguenti modelli:

- modello per il Registro Imprese;

- modello per l'Agenzia delle Entrate;

- modello per l'INPS;

- modello per l'INAIL;

- eventuale SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per il SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive).

Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito internet dedicato del Registro delle Imprese.

Inoltre, per gli imprenditori di uno Stato membro dell'Unione Europea che intendano svolgere la loro attività in Italia o imprese stabilite in Italia che desiderano svolgere la propria attività al di fuori dei confini nazionali, è attivo il portale Impresa in un giorno, il sistema nazionale a supporto della rete degli Sportelli unici delle attività produttive, che rappresenta il punto unico di contatto (PSC) previsto dalla Direttiva Servizi del Parlamento e della Commissione Europea (Direttiva 123/2006/EC).

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: