provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Istruzione tecnico professionale

La programmazione regionale favorisce il coordinamento dell’offerta formativa che caratterizza ogni ambito e la valorizzazione dei poli tecnico-professionali, perseguendo gli obiettivi:   
  • rendere organica, nel quadro dell’apprendimento permanente, l’offerta educativa di istruzione e formazione, anche in apprendistato, degli istituti tecnici, degli istituti professionali, delle strutture formative accreditate per l'Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), dei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), assicurandone la coerenza con riferimento alle filiere produttive del territorio;
  • favorire l'allineamento sul territorio tra il sistema produttivo e il sistema educativo di istruzione e formazione, con particolare riferimento ai percorsi di istruzione tecnico professionale, e favorire il trasferimento degli esiti della ricerca industriale alle imprese; promuovere le specializzazioni e le complementarità dei soggetti formativi in rete tra loro e con le imprese, sia su base territoriale sia su base nazionale nella collaborazione multiregionale, con particolare riferimento agli ITS;
  • valorizzare la partecipazione e il contributo delle imprese nella definizione dei fabbisogni formativi, nella progettazione e realizzazione dei percorsi; promuovere l’apprendimento in contesti applicativi, sperimentando anche modalità diverse dai tirocini curriculari che si configurino come esperienze di formazione e lavoro, a partire dall’apprendistato, anche con modalità in cui la formazione è contestuale alla produzione di beni e servizi attraverso la realizzazione di botteghe scuola e scuola azienda;
  • aggregare, nell’ambito di un graduale ampliamento dei percorsi di ITS, i percorsi in un numero limitato di ITS, per aumentare la capacità organizzativa interna, la forza nel rapporto con i territori, l’ampiezza dell’offerta, il livello di efficienza

Per gli studenti delle quarte classi delle scuole secondarie di secondo grado, con priorità per gli istituti tecnici e professionali, devono essere definiti piani di intervento triennali per la realizzazione di tirocini formativi in orario extracurricolare presso imprese, altre strutture produttive di beni e servizi o enti pubblici.

Considerata l’importanza dell’istruzione e formazione tecnico-professionale, la Conferenza permanente Stato, Regioni e Autonomie locali ha raggiunto un’importante intesa sulle Linee Guida per realizzare misure di semplificazione e promozione dell'istruzione tecnico professionale e degli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.), anche a livello terziario.

Le Linee Guida per realizzare misure di semplificazione e promozione dell'istruzione tecnico professionale costituiscono uno strumento per rafforzare la diffusione della cultura tecnica e scientifica, allo scopo di offrire un migliore orientamento scolastico e professionale agli studenti, ai giovani e alle loro famiglie e un’efficace condizione di supporto e scambio con il sistema economico e produttivo dei territori.

Gli obiettivi delle linee guida sono: accompagnare e sostenere l’implementazione delle misure di semplificazione e promozione dell’istruzione tecnico – professionale, con riferimento alla promozione ed al sostegno della realizzazione di reti territoriali che comprendono l’insieme dei servizi di istruzione, formazione e lavoro; promuovere i percorsi in apprendistato come opportunità di immediato accesso al lavoro dei giovani e di crescita economica e sociale; realizzare le misure per introdurre, nel sistema educativo e formativo nazionale, la costituzione di Poli tecnico-professionali provinciali e sub-provinciali sulla base della programmazione dell'offerta formativa, comprensiva della formazione tecnica superiore, di competenza esclusiva delle Regioni (i poli possono essere costituiti progressivamente, a partire dalla realizzazione di progetti pilota, sulla base delle determinazioni delle Regioni, con riferimento alle caratteristiche del sistema produttivo del territorio, da aggregazioni tra soggetti pubblici e privati formalizzate attraverso accordi di rete, redatti nel rispetto degli standard minimi); semplificare gli organi e la governance degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) e potenziarne il ruolo di eccellenza ad alta specializzazione tecnologica, la cui offerta si configura in percorsi ordinamentali; determinare l’organizzazione delle commissioni degli esami finali per il rilascio di diplomi di tecnico superiore.

Le Linee guida pongono l’accento sulle responsabilità istituzionali che concorrono al raggiungimento dei suddetti obiettivi, nel rispetto sostanziale del principio di sussidiarietà e delle specificità territoriali. Puntano, inoltre, a strutturare un sistema educativo innovativo e integrato con quello economico e produttivo, con l’intento di contenere la spesa, a valorizzare lo sviluppo delle “human capabilities” personali e il valore potenziale territoriale per accrescere la competitività sui mercati internazionali.                

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: