provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Professione turistica

C’è un settore in Italia che nel 2018 registrava un milione e 621 mila lavoratori - pari al 7% del totale degli occupati - e negli ultimi cinque anni ha visto una crescita di circa il 6%. È il turismo che comprende i servizi di ospitalità, assistenza, accompagnamento e guida, diretti a far vivere ai turisti una migliore esperienza del viaggio e della vacanza. Sempre secondo gli ultimi dati forniti dall’ISTAT, sono quindici professioni coprono l’80,7% degli occupati nel settore turistico e le prime cinque riguardano: baristi, camerieri, cuochi, esercenti nelle attività di ristorazione, addetti alla preparazione, cottura e distribuzione di cibi.

Cosa bisogna sapere per lavorare in questo settore? La normativa di riferimento è contenuta nel “Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo” (Allegato 1 al D.Lgs. 23 maggio 2011, n. 79) che è tuttora vigente, nonostante la Corte Costituzionale abbia dichiarato l’illegittimità costituzionale di molte sue disposizioni per eccesso di delega (sentenza n. 80 del 5 Aprile 2012).

Sul versante del lavoro e dell’imprenditoria, il Codice prevede in particolare:

  • la disciplina delle professioni turistiche con un’attenzione particolare ai percorsi formativi per i giovani;
  • la disciplina delle strutture ricettive in un’ottica di garanzia per il turista riguardo agli standard qualitativi e di semplificazione delle procedure di operatività delle strutture;
  • l'introduzione di una normativa innovativa a tutela del turista, inteso come consumatore di tipo speciale, in quanto non attrezzato a risolvere i problemi che si pongono in un luogo lontano dalla sua dimora, riconoscendogli, in particolare, il diritto al risarcimento del danno da vacanza rovinata sulla base di specifici e puntuali criteri;
  • la rielaborazione del concetto di impresa turistica, finora limitato alle imprese recettive, per includervi anche settori come agenzie di viaggio e tour operator;
  • l'equiparazione delle imprese turistiche a quelle industriali ai fini del riconoscimento di contributi, sovvenzioni, agevolazioni di qualsiasi genere.

Per svolgere una professione legata al turismo esistono vari percorsi di studio, dagli istituti professionali che formano all'attività enogastronomica o alberghiera, agli istituti tecnici con indirizzo turistico. La formazione prosegue all’Università, dove è possibile frequentare corsi di laurea specifici e, in seguito, master post laurea. Inoltre, vengono organizzati corsi professionali su tutto il territorio nazionale, promossi da enti privati e pubblici.

 

Storie, suggerimenti, tendenze. Di seguito potrai trovare dei contenuti per approfondire il tema e conoscere meglio questo settore.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: