provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Start To Be Circular, il bando per le startup dell'economia circolare

Data:19/06/2017 ore 20:00
Area geografica:Milano

Per la seconda edizione di Start To Be Circular, arriva il contest per le aziende innovative che operano nell’ambito dell’economia circolare. Il bando è promosso dalla Fondazione Bracco, Fondazione Giuseppina Mai di Confindustria, Banca Prossima, e con il supporto di Federchimica e Fondazione Italiana Accenture.
L’intento è quello di sostenere e promuovere idee di business per la crescita sostenibile, impegnate nel riuso e nella creazione di filiere e catene di produzione che riciclano o riducono gli scarti.
Il progetto vincitore dovrà avere un rilievo di natura sociale e diffondere i valori dell’economia circolare nell’imprenditoria giovanile.
L’età media del team di ciascuna startup non dovrà superare i 39 anni d’età; almeno un componente della squadra di lavoro deve essere laureato e l’azienda proponente deve essere una società di capitali costituita da non più di venti mesi.
Per presentare la propria candidatura c’è tempo fino alle ore 12,00 del 3 novembre 2017.

I premi del bando Start To Be Circular saranno assegnati alle tre startup più meritevoli o che intendano costituirsi a 4 mesi dalla data di conclusione  del concorso, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera, per un ammontare complessivo di 130mila euro.
Ad ogni azienda o gruppo di professionisti selezionati, andrà un premio di 10mila euro da dividersi in parte uguale tra le prime due classificate; un percorso di incubazione per ciascuna delle tre aziende vincitrici presso Speed Mi UP, l’incubatore dell’Università Bocconi, di Camera di Commercio e del Comune di Milano, oltre ai servizi di formazione e tutoring.  

Inoltre, Fondazione Bracco e Banca Prossima, operante per il Terzo Settore nel Gruppo Intesa Sanpaolo, mettono a disposizione un fondo di garanzia costituito ad hoc, per l’erogazione di finanziamenti alle startup vincitrici per un importo complessivo di 90mila euro. Per richiedere il finanziamento a Banca Prossima, le startup vincitrici dovranno essere costituite come organizzazioni no-profit oppure devono aver presentato un progetto dalla rilevanza sociale: in ogni caso, le imprese non avranno alcuna spesa di istruttoria e il finanziamento prevedrà un periodo di pre-ammortamento di sei mesi.

Requisiti di ammissibilità: si parte dalle idee e dai progetti presentati.

  • Dovranno essere innovativi, in termini di prodotto o di processo, non necessariamente sotto l’aspetto tecnologico;

  • dovranno essere solidi: l’idea di business saranno spiegate e descritte ampiamente nel business plan, anche con criteri di fattibilità ed esecuzione;
  • dovranno essere potenzialmente internazionali: è indispensabile che ogni progetto abbia una portata globale, sia per caratteristiche che per scalabilità

Le aziende che vogliono candidarsi, saranno iscritte al Registro delle Imprese; nel caso invece si tratti di un team di persone fisiche, saranno ammesse purché intendano costituirsi entro quattro mesi dalla data di conclusione del bando, anche se residenti fuori dall’Italia e/o di nazionalità straniera.
Per le startup aventi oggetto sociale, il progetto dovrà concentrarsi su alcune delle attività coerenti con Start To Be Circular:riciclo, riuso, upcycling, ecologia industriale, ciclo dei materiali, risparmio energetico, approvvigionamento delle materie prime e design sostenibile. 

Per tutte le informazioni e le modalità di partecipazione, consulta il sito di Fondazione Bracco dedicato al bando Start To Be Circular. Registrati qui per avere maggiori informazioni. 


Copia il contenuto: Stampa il contenuto: