provincia di: Tutte
Seguici:

Svizzera

Come trovare lavoro e candidarsi

In Svizzera la maggior parte delle offerte di lavoro sono pubblicate su Internet e anche in inserti speciali allegati ai principali quotidiani. Il fascicolo per la candidatura dev’essere nella lingua dell’offerta di lavoro, esso comprende in genere una lettera di motivazione, un CV (corredato di fotografia) che non deve superare due pagine A4, e una copia dei diplomi e dei certificati di lavoro più recenti.

Trovare lavoro in Svizzera
Informazioni e consigli per la candidatura

Sito Eures Svizzero

Domanda e offerta di lavoro

Le professioni più ricercate: nelle industrie orologiera, farmaceutica e del trasporto aereo; nel commercio al dettaglio, nelle telecomunicazioni e nell’edilizia.
La forza lavoro è disponibile nei settori: metalmeccanica, elettrica, metallurgica, tessile, materie plastiche, carta e alimentare, bancario, turistico, pubblicitario, industria delle comunicazioni e commercio di autoveicoli.

Contratti di lavoro

Dal punto di vista legale, non è prevista una particolare forma per il contratto di lavoro. Se il lavoro è per una durata indeterminata o per una durata superiore a un mese, il datore di lavoro è tenuto, entro un mese dall’inizio del rapporto di lavoro, a informare per iscritto il lavoratore sui principali elementi contrattuali. Il periodo di prova non deve superare i tre mesi.
La legge svizzera non prescrive un salario minimo. L'importo massimo del salario varia a seconda del settore economico e della regione. Per farsi un'idea delle condizioni salariali vigenti, la calcolatrice individuale dei salari messa a punto dall'Ufficio federale di statistica (UST) potrà senz'altro esservi utile per le trattative salariali.

Calcolatrice dei salari

Procedure per l'ingresso nel Paese

I cittadini dell’UE/EFTA possono entrare in Svizzera per cercare un impiego, se il soggiorno dura meno di tre mesi non necessitano di un permesso. Se la ricerca di un impiego si protrae oltre i tre mesi, l’autorità comunale o cantonale rilascia, sempre per la ricerca di un’occupazione, un permesso di soggiorno di breve durata (permesso L /UE-EFTA) valido per altri tre mesi. Si ha il diritto di soggiornare e di esercitare un’attività lavorativa in tutto il territorio svizzero: occorre semplicemente presentare all’autorità cantonale competente in materia di migrazione il documento che ha permesso di entrare sul territorio elvetico (passaporto, carta d’identità), il contratto d’affitto e una dichiarazione di assunzione del datore di lavoro o un attestato di lavoro. Il permesso di soggiorno è valido per la durata del contratto di lavoro se quest’ultimo è stato concluso per un periodo inferiore a un anno (permesso L /UE-EFTA); negli altri casi la sua validità è di cinque anni (permesso B/UE-EFTA).

Trovare un alloggio

Negli annunci immobiliari pubblicati su Internet o nei giornali locali e regionali si possono trovare inserzioni. A titolo indicativo, nel 2012 il prezzo medio di un alloggio di tre locali si aggirava attorno ai 1. 162 franchi svizzeri (CHF), circa 967 euro. Nei pressi delle città gli affitti possono essere molto più elevati. Il contratto di affitto deve contenere i seguenti elementi: nome del locatore e dell’inquilino, designazione dell’oggetto preso in affitto e suo impiego, durata dell’affitto (in genere indeterminata), costo e spese accessorie. Occorre depositare una cauzione soltanto se il contratto lo prevede esplicitamente. L’importo della cauzione (equivalente al massimo a tre mesi di affitto per un alloggio) è indicato nel contratto e deve essere depositato su un apposito conto, intestato all’inquilino.

Redditi e regime fiscale

Lo stipendio lordo mensile medio è di CHF 5.902 (euro 4.775). Le deduzioni ammontano a circa 30% (15% per le deduzioni sociali e 15% per l’imposta sul reddito). Le deduzioni sociali non comprendono i contributi per l’assicurazione obbligatoria per malattia. Questi ultimi non dipendono dal reddito ma variano in funzione del luogo di residenza e della copertura assicurativa scelta. In genere, in ognuno dei 26 Cantoni svizzeri, i quali hanno una propria legislazione fiscale, i contribuenti devono compilare ogni anno una dichiarazione d’imposta. In base a tale dichiarazione vengono stabiliti i fattori fiscali (reddito e patrimonio) e vengono determinate le imposte da pagare.

Per saperne di più

Sicurezza sociale e assicurazioni

La sicurezza sociale svizzera copre i rischi di vecchiaia, decesso e invalidità (sistema di base e previdenza professionale), malattia, infortunio e malattia professionale, disoccupazione e le prestazioni (o assegni) familiari. Ogni persona domiciliata in Svizzera deve assicurarsi per le cure medico-sanitarie entro 3 mesi dalla nascita o dall’acquisizione del domicilio in Svizzera. L’assicurazione è personale. Le persone domiciliate o che lavorano in Svizzera sono assicurate obbligatoriamente all’AVS/AI federale di base. In genere le assicurazioni sociali svizzere sono finanziate con i contributi degli assicurati, calcolati in base al reddito o al patrimonio. I datori di lavoro partecipano al finanziamento di tutti i rami assicurativi, ad eccezione dell’assicurazione per cure medico-sanitarie.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: