provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Eco-innovazioni

Il passaggio alla green economy comporta l’innovazione non solo di cicli produttivi e consumi ma anche di approcci culturali e stili di vita.   
Questo si può realizzare tramite lo sviluppo dell’eco-innovazione ovvero qualsiasi forma di innovazione che tenga conto non solo del profilo economico, ma anche delle dimensioni sociale e ambientale come componenti imprescindibili dello sviluppo sostenibile.

L’eco-innovazione può essere definita come l’utilizzo di un nuovo prodotto, processo, sistema gestionale, servizio o procedura, attraverso cui si ottiene, lungo l’intero ciclo di vita, un uso più efficace delle risorse naturali, una riduzione degli impatti negativi sull’ambiente e un aumento della resistenza alle pressioni ambientali. 
La possibilità di competere in mercati “a domanda green”, di generare innovazione sostenibile, di migliorare la reputazione e l’immagine dell’azienda, di creare nuova occupazione con l’attivazione di posti di lavoro legati ai Green Jobs, sono alcuni esempi di ricadute positive legate a questo tipo di miglioramenti.

L’eco-innovazione è un tema di interesse globale, preso in considerazione nelle maggiori politiche istituzionali internazionali ed europee riguardanti la sostenibilità.
Il quadro di riferimento strategico a livello europeo è dato da Europa 2020 e da EcoAP, il Piano d’Azione per l’Eco-innovazione che trova attraverso il Programma Horizon 2020 gli strumenti finanziari per sostenere i progetti dal 2014 al 2020

In Italia i Comuni stanno dando una notevole dimostrazione di impegno per la sostenibilità aderendo in massa al Patto dei Sindaci, un’iniziativa dell’Unione Europea per promuovere una migliore gestione dell’energia nelle nostre città: delle oltre 4.000 adesioni in tutta Europa quasi la metà sono di enti locali italiani.
Siglando il Patto, i Comuni si impegnano a ridurre le emissioni dei gas che provocano l’effetto serra attraverso un maggior uso di fonti rinnovabili e azioni di miglioramento dell’efficienza energetica.

Guardando al mondo delle imprese, l’eco-innovazione è un’arma importante per ridurre i costi e diventare più competitivi sui mercati.
Un’opportunità concreta per fare eco-innovazione “di sistema” facendo rete tra imprese è quella della simbiosi industriale, ovvero lo scambio di risorse tra due o più imprese, intendendo per risorse sia i materiali, i prodotti, gli scarti di lavorazione, che l’energia, i servizi, l’esperienza.

L’eco-innovazione coinvolge un mix di professionalità, dagli scienziati ai creativi, dagli esperti di temi economici e gestionali, agli esperti di comunicazione.

Leco-innovazione rappresenta uno dei molti strumenti nella cassetta degli attrezzi della Green Economy, un approccio economico basato sulla crescita e sul mercato, ma in grado di conservare il valore del capitale naturale e la disponibilità delle risorse, e di ridurre al contempo la povertà e la disparità sociale.
Il tutorial proposto di seguito offre un'introduzione semplice e sintetica alle caratteristiche, i vantaggi e le potenzialità delle eco-innovazioni. 
L’obiettivo dell’eco-innovazione è quello di un profondo cambiamento verso nuovi sistemi di produzione e consumo basati su un approvvigionamento ed un utilizzo sostenibile delle risorse, e una riduzione delle emissioni e dei conseguenti impatti.
Gli strumenti per perseguire tale obiettivo sono di natura politica, tecnologica, sociale, economica ed organizzativa e la loro efficacia è tanto maggiore quanto più essi vengono messi a sistema secondo un approccio olistico.
Le buone pratiche che possiamo trovare in Italia e all’estero riguardano sia settori e attività ad alta tecnologia che oggetti comuni e di uso quotidiano. 
  1. Eco-innovazioni e Green Economy
  2. Documenti internazionali di supporto alle eco-innovazioni
  3. Una panoramica del contesto nazionale
  4. Gli ambiti di ricerca per le eco-innovazioni
  5. Eccellenze di eco-innovazione in Italia e all'estero
  6. Esempi di eco-innovazione per settori e filiere industriali
  7. Mestieri per le eco-innovazioni
L’eco-innovazione coinvolge un mix di professionalità, dagli scienziati ai creativi, dagli esperti di temi economici e gestionali, agli esperti di comunicazione. Le loro competenze descrivono analiticamente cosa devono sapere, saper fare e quali atteggiamenti, valori e comportamenti le caratterizzano.
Sono stati selezionati 5 profili professionali prioritari, approfonditi nelle schede di dettaglio raggiungibili cliccando sulle diverse voci elencati di seguito:
I temi dell’eco-innovazione sono complessi, multidisciplinari e intersettoriali.
Di seguito sono elencati alcuni progetti, iniziative, esperienze legate alle eco-innovazioni. E' inoltre possibile consultare un glossario riguardante la terminologia maggiormente in uso.

Esperienze
Sperimentazioni

Glossario

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: