provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Assegnare feedback alle esperienze lavorative? Con Jobreference si può

Nata nella seconda metà del 2016, per genio della fondatrice e Ceo Franca Castelli, attualmente Jobreference è un portale online di riferimento in Italia, che permette ai suoi utenti di recensire le proprie esperienze lavorative, stage e colloqui. In particolare, ogni utente può assegnare un vero e proprio punteggio alla modalità di svolgimento delle proprie mansioni e all’impresa stessa con cui hanno avuto a che fare. “Proprio come altre realtà fanno ad esempio nel mondo del turismo e degli hotel – spiega la Ceo -, la nostra startup aiuta gli utenti a orientarsi nel mondo del lavoro. Tutto nacque da una piccola indagine personale, per la quale più del 90% delle persone da me intervistate avrebbe fatto scelte lavorative differenti, se prima avesse avuto una maggiore conoscenza del contesto lavorativo. L’obiettivo è guidare lavoratori e aziende nella ricerca rispettivamente del proprio lavoro e del candidato migliore per lo stesso”.

Il portale è quindi utile anche per le aziende, che da qualche settimana hanno la possibilità reale di registrarsi, monitorare la propria reputazione e rispondere alle recensioni scritte dagli utenti in forma anonima. In più, entro fine ottobre, proprio per aiutare i “papabili candidati” sarà fruibile un tool di intelligenza artificiale per allenarsi a fare colloqui, che offre anche una reportistica dettagliata sull’andamento nelle fasi del colloquio simulato, competenze e indice di successo. “Da dicembre 2017 a oggi – afferma Castelli -, JobReference è cresciuto molto: il traffico organico è passato da 1500 visitatori unici mensili, agli oltre 8600 di settembre scorso, registrando una crescita naturale del 573%, numero destinato, fra l’altro, ad aumentare sensibilmente. Proprio in questo momento – continua la fondatrice - siamo alla ricerca di investitori per poter consentire a JobReference di crescere ancora più velocemente, investendo in marketing e tecnologia, col fine di espanderci in altri paesi europei”.

Castelli è una giovane donna imprenditrice di se stessa, che ha saputo godersi anche grandi soddisfazioni. “Una delle più grandi – racconta - è stata sicuramente quando recentemente, in qualità di Ceo di JobReference sono stata eletta tra i 70 leader dell’innovazione europea da YTILI, un programma dello State Department degli Stati Uniti, finanziato dal German Marshall Fund per la cooperazione transatlantica in materia di innovazione. A seguito di ciò – prosegue – sarò una dei tre rappresentanti italiani di questo programma, che dura un anno e prevede un periodo di permanenza negli Stati Uniti, prima ad Austin e poi a Washington”.

Attualmente, Jobreference è usato più dai lavoratori, che dai datori di lavoro, ma è assolutamente “normale”, dato che i servizi concreti per le aziende sono stati lanciati appena qualche settimana fa. “Siamo certi che le imprese apprezzeranno sempre più i nostri servizi – dichiara Castelli - e le prospettive future sono sicuramente ambiziose. Il sogno è diventare un punto di riferimento autorevole nel mondo HR, sia per i candidati, che per le aziende. Ma soprattutto è quello di espanderci in tutti i paesi europei con un alto tasso di disoccupazione giovanile, per poter dare il nostro utile contributo nel combatterla. Difatti, il target medio dei nostri utenti interessa proprio la fascia d’età che va dai 18 ai 34 anni. Sono loro – continua Castelli - che che necessitano di maggiori informazioni sul mondo lavoro e che hanno il bisogno di arrivare più preparati a un colloquio, data la forte concorrenza dei giorni nostri in merito. Parimenti vogliamo aiutare le aziende a relazionarsi con questo target e a costruirsi una brand reputation, attraverso il dialogo con i nostri utenti. Jobreference, nei prossimi anni dovrà migliorare il mercato del lavoro internazionale”.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: