provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Carepy, l'app per pazienti, farmacisti e medici

L’app che permette di gestire le terapie e la salute della famiglia, mettendo in “relazione digitale” fra loro pazienti, farmacisti e medici: è Carepy, l’innovativa realtà tecnologica ideata a Bari, per mente dei giovani Davide Sirago, Luigi Brigida e Alessio Germinario.

“Tempo fa mi ritrovai improvvisamente a dovermi prendere cura di un parente – racconta il Ceo Sirago – e fu proprio in questa situazione che constatai quanto fosse complicato dover ricordare quando prendere i farmaci e quante dosi assumerne. Per questo inventammo Carepy, nome che deriva dalla fusione dei termini inglesi care, che significa cura e therapy, terapia”.

Il principale obiettivo è quindi migliorare la salute e il benessere delle persone, aiutandole nella gestione della propria terapia. “Sembra una sciocchezza – afferma Sirago -, ma i dati parlano chiaro: un paziente su due in Europa non segue correttamente la terapia indicata dal medico. Ciò si ripercuote inevitabilmente sulla sua salute, sui tempi di guarigione e sul Sistema Sanitario. Il paziente non curato bene infatti potrebbe poi dover ricorrere a ulteriori interventi sanitari, che andranno inevitabilmente a incidere sul costo sanitario nazionale”.

Fra le varie funzioni di Carepy, quella di aiutare il paziente a tenere sempre sotto controllo le scorte, le prenotazioni e le scadenze dei medicinali che si posseggono in casa; il tutto tramite notifiche personalizzate sul proprio device utilizzato. Vantaggi anche per i farmacisti. “Attraverso il gestionale Carepy Pharma - spiega Sirago - possono inserire per il paziente, in modo semplice e intuitivo, le informazioni su farmaci e terapie tramite scanner ottico; oltre a poter profilare la propria clientela, in modo da poter inviare utili consigli e promozioni mirate, anche tramite sms”. Innovazione funzionale anche per il medico di famiglia: “Tramite l’applicativo Carepy Med – dice il Co-Founder - può gestire le prescrizioni e i piani terapeutici in maniera rapida; monitorare in tempo reale l’aderenza terapeutica del paziente e gestire in maniera efficace gli appuntamenti in studio”.

I numeri dei primi mesi di vita dell’app hanno testimoniato da subito la bontà dell’idea, con oltre 7mila download da parte dei pazienti, circa 350 farmacie aderenti e più di 200 medici iscritti; ma come per tutti i progetti all’esordio, ci sono state alcune difficoltà. “Uno dei problemi maggiori che ancora oggi stiamo cercando di affrontare al meglio è quello della tecnologia - dichiara Sirago - perché l’uso del cellulare come piattaforma utile a svolgere decine di servizi quotidiani, non è ancora una prassi così consolidata in Italia. Dobbiamo innovare e rinnovare il comparto sanitario del nostro Paese e questa è una gran bella sfida che accogliamo quotidianamente”.

Nel tempo, Carepy ha ricevuto importanti premi: “Il prestigioso Premio dei Premi per l’Innovazione - racconta Sirago -, conferito dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 20 settembre 2016; il Premio Aboutpharma Digital Award 2017, nella categoria startup; inoltre numerose partecipazioni a eventi nazionali come Farmacistapiù o internazionali come il turco Technofest”.

Essendo Carepy una realtà di successo fondata da giovani, è molto utile il loro consiglio per altri eventuali futuri startupper: “Non bisogna scoraggiarsi mai – afferma il Co-Founder - e lottare. A volte le buone idee sono talmente innovative, da far risultare il contesto di riferimento in cui ruotano ancora troppo indietro nel tempo. La cosa da fare è quindi lavorare tanto per creare una rete solida di contatti, al fine di sviluppare e far crescere al meglio la propria startup. È fondamentale continuare a cercare persone che possano credere nel proprio progetto e decidere di investirci sopra in termini di risorse e capitale umano”.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: