provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Come creare un blog di successo

Dopo il nostro recente articolo “Come fare per diventare Influencer” è importante approfondire il tema legato alla realizzazione di un blog efficace, quale strumento utilizzabile anche da chi intende intraprendere questa professione emergente. Oggi i blog vengono, infatti, utilizzati sempre più non solo come canale comunicativo informale di vari gruppi sociali, ma anche come un vero e proprio “tool” in ambito professionale. L’obiettivo di base per risultare vincenti è quello di avere un numero di lettori sempre maggiore, perché un blog senza visitatori è ufficialmente destinato a soccombere. Se non ci fosse il giusto interesse, qualunque utente preferirà sempre consultare altri portali.

Costruire quindi un blog funzionale, remunerativo e interessante, non è certo cosa per tutti, in quanto è necessario avere solide competenze di vario genere, dalle ovvie comunicative a quelle informatiche, dato che fra i fattori determinanti per il successo ci sono concetti come l’indicizzazione delle pagine web, il caricamento online dei testi le strategie Seo.

Ecco, di seguito, alcuni consigli utili da seguire!

La grafica. I contenuti dei “propri scritti” sono di centrale importanza, ma anche l’occhio vuole la sua parte ed esteticamente il proprio blog deve essere accattivante, attrattivo, nonché funzionale e facilmente navigabile, anche da più dispositivi: tablet, cellulari, notebook, monitor del pc, eccetera.

I contenuti. Sono il vero e proprio motore del blog. Bisogna trattare argomenti di interesse, in maniera avvincente, cercando di incontrare il più possibile i gusti diversificati delle persone. Solo in questo modo si può fidelizzare l’utente e sperare che torni a visitare il blog. Bisogna inoltre produrre testi inediti e non fare “copia e incolla” dal web, in quanto i motori di ricerca penalizzano nell’indicizzazione i portali che riportano contenuti copiati altrove. Decisamente importante anche la lunghezza dei testi, che non devono essere brevi, ma neanche eccessivamente lunghi. A tal proposito, si ricorda che l’attenzione nella lettura di un contenuto online si consuma nei primissimi minuti, quindi è importante creare contenuti smart e immediati. Eventualmente in seguito, se si comprende che il testo è piaciuto ed è stato visualizzato più volte, si può pensare a realizzare un approfondimento sul tema.

Tempi, stile e “fare rete”. E’ necessario pubblicare materiale con costanza, perché l’utente deve essere invogliato a consultare periodicamente il blog. Lo stile anche è fondamentale, perché è quel fattore che distinguerà i propri prodotti dai tanti altri presenti nel web. Ogni lettore deve poterti individuare dal come e dal cosa scrivi. Inoltre è importante fare rete con altri contenuti propri, ma anche con fonti esterne. Inserire quindi link il più possibile nei contenuti realizzati permetterà una maggiore visualizzazione su internet degli stessi. Si noterà infatti, che dopo aver linkato qualcuno e aver acquisito la giusta notorietà online, anche gli altri faranno la stessa cosa con te.

L’interazione con i lettori e i social network. È determinante rimanere in contatto con i propri utenti e interagire attivamente con loro. Rispondere ai commenti, alle richieste di informazioni e altro è fondamentale. È utile anche collegare il proprio blog a una o più finestre virtuali sui social network, in modo da aumentare le interazioni possibili con i visitatori dei propri contenuti online e permettere loro di condividerli su più canali comunicativi possibili. A tal pro è utile inserire i classici bottoni di condivisione all’inizio e alla fine dei testi, in modo da favorire e indurre alla condivisione. Più si risponde e maggiori saranno i commenti ai nostri contenuti, perché l’audience si attiva aumentando le possibilità di confronto reale. I lettori devono sentirsi ascoltati e devono essere convinti di poter agire al fine di migliorare il blog che visitano.

Le basi Seo e la velocità di navigazione. Si tratta di nozioni importanti se si vuole ottimizzare il proprio blog, riuscendo a indicizzare le pagine di riferimento sui motori di ricerca più noti come Google e Mozilla. Per la velocità di consultazione, ad esempio, è necessario scegliere un buon hosting provider che velocizzi i processi e non caricare contenuti grafici (quali foto o video), troppo pesanti in termini di megabyte.

L’aspetto economico. Per definirsi professione e non semplice svago o passione, il nostro blog deve produrre un guadagno. Come? In vari modi. Sicuramente il più semplice e immediato è quello della pubblicità online, che tramite la visualizzazione o ancor meglio il click dell’utente su alcuni banner ci porterà in cassa profitti di varia entità. Sarà inoltre possibile chiedere ai lettori l’autorizzazione a essere inseriti dentro liste di newsletter promozionali (un servizio che per chi gestisce il blog porta introiti). Un altro canale fruibile è quello della richiesta di donazioni ai visitatori, che pagherebbero una piccola quota (anche una tantum), al fine di garantire la prosecuzione vitale del blog e la qualità nella realizzazione dei suoi contenuti.

Analisi dei dati. Tramite diversi tool gratuiti o a pagamento è possibile consultare le statistiche di lettura\condivisione dei contenuti. È importante controllare e monitorare periodicamente questi dati, perché permettono ai top blogger di migliorare i propri contenuti online e soprattutto di crearne di sempre più appassionanti e attrattivi per i lettori, sulla base dei loro gusti e interessi personali. Se si intraprendesse una strada sbagliata, questi dati analitici permetterebbero di virare in senso opposto.

In buona sostanza, per avere successo, come in tutte le cose è importante lavorare sodo e con costanza e soprattutto bisogna da subito stabilire una strategia comunicativa efficace con l’obiettivo di aumentare i propri lettori e anche le entrate economiche. Parola chiave: pazienza. Per rendere il tuo blog un punto di riferimento è necessario allargare la cerchia di lettori il più possibile, avere maggiore visibilità e ottimi risultati di indicizzazione e per tutto ciò, oltre alle competenze, è necessario anche un po' di tempo.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: