provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Formazione digitale per i giovani: il caso di Young Women Network

La formazione professionale – un aspetto così legato al lavoro tanto che i due mondi possono sovrapporsi – è in costante evoluzione. In questo campo la galassia digitale ha fatto il suo ingresso da tempo, tra corsi online, network predisposti e centri di formazione interconnessi. Di certo, anche in questo settore, l’emergenza scaturita dalla diffusione del Covid-19 potrebbe portare a ulteriori sviluppi, imprimendo un’accelerazione non programmata. In Italia i dati del 2019 raccontano che quasi un’impresa su tre ha realizzato o ha in programma di realizzare corsi di formazione 4.0 per il proprio personale: Cybersicurezza, e-commerce, cloud e le nuove tecnologie software sono le tematiche più gettonate, con a seguire sistemi di gestione e analisi dei dati, robotica, realtà aumentata e sistemi di tracing.

Tra le realtà italiane più interessanti figura senz’altro Young Women Network, un’associazione non profit costituita nel 2012 con l’intento di promuovere l’empowerment femminile, favorendo la cultura della collaborazione e del network di valore. Operativo su Milano e Roma, il gruppo di lavoro oggi vanta oltre 450 associate e promuove il proprio impegno tramite quattro attività principali: networking, formazione, advocacy e mentoring, per lo sviluppo di soft skills come leadership, confidenza di sé e competenze digitali. Nata nel 2012 dall’idea di due amiche, l’associazione ha avuto da subito la mission di creare in Italia una rete di giovani donne per le giovani donne al fine di condividere aspirazioni, visioni ed esperienze attraverso la costante organizzazione di eventi. «Per noi il digitale non è uno strumento, è parte integrante del nostro dna. Digitale è il nostro network, che attraverso il sito web e i canali social permette alle associate di condividere esperienze, progetti, spunti di crescita e creare forti legami che da virtuali diventano reali; digitale è il nostro orientamento nella costruzione di diversi eventi, per avvicinare le nostre iscritte al mondo del digitale, da intendersi non solo come una skill tecnica grazie alla quale collocarsi o riqualificarsi nel mondo delle professioni, ma anche come una competenza trasversale, necessaria, per ciascuna giovane che vuole eccellere nel mondo del lavoro», racconta Greta Antonini, responsabile comunicazione del progetto. Con lei 6 giovani volontarie: Martina Rogato, presidentessa e co-fondatrice, Elisa Nobile vicepresidentessa e responsabile degli eventi su Milano, Sabrina Carbone, responsabile del chapter romano e degli eventi di Roma, Francesca Dellisanti, responsabile partnership, Francesca Fabrizio, responsabile fundraising e Carmen Ristuccia, responsabile HR e community engagement: il gruppo è affiancato da un Comitato d’Onore di 5 donne dirigenti di importanti realtà italiane.

Uno dei tanti progetti a cui ha lavorato l’associazione è Palestre Digitali, un programma avviato in collaborazione con Accenture e altri partner, e patrocinato nel 2020 da Regione Lombardia. Il percorso, lanciato nel 2012, ad oggi conta più di 600 partecipanti. Palestre digitali è un programma formativo online e offline nato con l’obiettivo di migliorare le possibilità di occupazione dei giovani laureati in materie umanistiche, orientandoli verso le professioni digitali più richieste dal mercato, quali Digital Marketing, Web Reputation management, Sem e Seo e Analytics. L’80% dei partecipanti è rappresentato da ragazze under 30. Tra i progetti di successo di Palestre Digitali, ad esempio, uno ha riguardato Crocchias Terrantica, un marchio nato nel 1998 per produrre le chips secondo i sapori di Sardegna e sottoposto nel 2017 a un Restyling digital e social del brand, effettuato grazie a un project work su cui hanno lavorato degli studenti di palestre e presentato durante l’evento di chiusura.

Oltre ad Accenture, con cui è nato Palestre Digitali, le partnership di Young Women Network sono numerose: grazie a Google Italia il gruppo ha partecipato al workshop #Iamremarkable, per incoraggiare le donne (ma non solo) a promuovere le proprie competenze, con BGC è stato avviato un percorso dedicato alle soft skills. Gli eventi, in genere due al mese su Roma e Milano – e organizzati ad orario colazione o aperitivo per permettere alle associate di conciliare la formazione con la vita lavorativa – sono declinati secondo cinque macro aree tematiche: #ExpressYourBest che tratta la sfera psicologica, #GoDigital! dedicata alle nuove professioni, #LetsNetwork per creare sinergie tra le professioniste, #TaketheLead sul tema della leadership e infine #EmpowerU, focalizzata sui tool economici e legali. E nonostante l’emergenza Coronavirus, gli eventi di marzo e aprile sono stati riprogrammati in chiave digital, con appuntamenti ad esempio su come “Fare Networking” e “Digital Writing per affrontare le nuove sfide lavorative”. Del resto, dalle competenze tecniche alle soft skills, dalla responsabilità sociale al confronto su temi di gender gap e parità salariale, il mondo del lavoro è in continua trasformazione ed è sempre più evidente quanto sia imprescindibile il confronto con le nuove generazioni.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: