provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Il mestiere di artigiano diventa digitale!

Supportare le imprese artigiane nel percorso di trasformazione digitale. È questa la missione  di BigMark, la digital agency che aiuta artigiani e imprese utilizzare web e social media per distinguersi sul mercato, valorizzando un mestiere che rischia di scomparire nell’era digitale.

«Il web ha trasformato il settore dell’artigianato – afferma Pietro Fruzzetti, Ceo di BigMark –  ha offerto alle botteghe una vetrina globale. Credo che il lavoro fatto fino ad oggi con web marketing per artigiani abbia portato ottimi frutti. Ogni giorno riceviamo messaggi di ringraziamento per la formazione continua e per gli stimoli. Molti degli artigiani non hanno competenze di marketing e alcune volte sono refrattari al digitale, noi stiamo cercando di accompagnarli verso questo percorso di trasformazione”.

Dopo laurea in Marketing conseguita all’Università degli Studi di Firenze e un’esperienza in marketing e comunicazione integrata, Pietro Fruzzetti si è pian piano avvicinato al settore.

Da anni sono consulente per aziende artigiane e formatore per piccoli artigiani che purtroppo non sono in grado economicamente di poter sfruttare la propria visibilità online attraverso l'attività di agenzie digital marketing. L'idea è nata proprio da questo, dare la possibilità anche alle piccole realtà di imparare a costruire una strategia digitale per poter sviluppare il proprio progetto di branding. Non credo che l'artigianato stia scomparendo, è solo in una fase di metamorfosi. Sta a noi consulenti grazie anche agli enti e alle associazioni di categoria cercare di indirizzare gli artigiani verso la giusta strada per crescere anche grazie agli strumenti online”.

Dal 2009 Fruzzetti lavora nel marketing ma solo nel 2018 dopo una crescita importante con la precedente società ha deciso di intraprendere un cammino alternativo con Bigmark. “Avevamo bisogno di sviluppare le nostre competenze e dare supporto attraverso partnership consolidate e basate sul revenue share. C'era la voglia di rimettersi in gioco”.

BigMark è un'agenzia di marketing digitale che sfrutta le competenze di brand strategy per far crescere le aziende. “Crediamo che oggi serva un giusto mindset per una strategia vincente. La nostra attività predominante è proprio quella di diventare l'area marketing digitale interna alle aziende”.

Quali sono le difficoltà riscontrate? ”Sicuramente le difficoltà sono date dalla mancanza di conoscenza – spiega Fruzzetti -. Quando non si conosce un argomento lo si affronta con paura e la paura crea delle barriere. Barriere che nell'artigianato si materializzano come grandi ostacoli per la crescita. Non voglio illudere nessuno. Il digitale non fa miracoli, non permette di rivoluzionare il proprio progetto. Spesso un fallimento è frutto di un marketing inesistente, il digitale ne amplifica il risultato negativo. Ecco le difficoltà maggiori sono proprio queste, il dover fare "evangelizzazione" gli artigiani cercando di partire dal principio, dal marketing per poi passare al digitale”. 

Ma digitalizzare non tradisce l’anima artigiana di questo mestiere? “Un errore che si fa molto spesso è credere che la digitalizzazione possa togliere anima e cuore ad un progetto. Invece, dati alla mano, un brand o meglio ancora un personal brand nell'artigianato può rafforzarsi attraverso il digitale, può generare empatia con le persone con una giusta strategia di branding, può andare oltre i confini dei device e territoriali. Siamo davanti alla più grande possibilità di umanizzare un progetto artigianale attraverso i social media, attraverso le storie, un racconto giornaliero dove in modo autentico si possono condividere le proprie creazioni”. 

Ma quali sono i numeri di BigMark? “Ogni settimana ci sono almeno 15 richieste di accesso alla community web marketing per artigiani. Ad oggi si contano più 2000 artigiani iscritti. C'è ancora tanto da fare ma ovviamente per noi questo è già un traguardo importante. Per quanto riguarda i casi di successo, prendo spesso da esempio un piccolo artigiano che nel 2019 a fine novembre solo attraverso alcune consulenze mirate ha ottenuto un +55% di utile. Un altro caso di cui andiamo molto fieri è quello in cui è stato raggiunto il traguardo del 103% di incremento di fatturato ad oggi, attraverso una strategia annuale che ha permesso di far diventare un artigiana un brand fashion emergente. Presto racconteremo sul nostro sito alcuni di questi casi di successo perché ci rendono orgogliosi di quanto fatto fino ad oggi”.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: