provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Viaggiare in modo ecosostenibile? Con Busforfun.com si può

 
 
 
 
 
 
 
 

Nato nel 2015 dai due soci fondatori, gli ingegneri Davide Buscato e Luca Campanile, oggi è un portale che fattura più di un milione di euro ed eroga servizi a oltre 50mila persone

Stiamo parlando di Busforfun.com, un’innovativa mobility company che si occupa di “vendere” all’utente online il pacchetto completo composto da viaggio in bus e ticket dell’evento per Italia, Austria, Slovenia e Croazia. Un’idea concretizzata meno di quattro anni fa, ma partita da più lontano. “Nel 2013 ci ispirò la direttiva Bolkenstein – affermano i due ingegneri -, che per intenderci ha creato in seguito il mercato e il modello di business tedesco del noto Flixbus. Noi ci siamo concentrati sull’ambito specifico di trasporto delle persone in sicurezza verso i singoli eventi ludici, come concerti e partite di calcio. Ci rivolgiamo soprattutto a una platea di giovani fra i 14 e i 24 anni di età e a maggior ragione puntiamo sull’assoluta sicurezza di chi viene trasportato, con una particolare attenzione all’ambiente, cercando di minimizzare il più possibile le emissioni di CO2 dei bus. Solo lo scorso anno - continuano - abbiamo risparmiato quasi 2 milioni di chilometri percorsi dalle auto, piantumando a compensazione tre intere foreste, grazie al supporto della piattaforma web italiana, Treedom. “In merito dobbiamo sottolineare la grande solidarietà dei nostri giovani utenti – aggiunge Campanile -, che volontariamente, in occasione del concerto di Vasco Rossi al Modena Park del 2017 hanno donato 80 centesimi di euro a testa, al fine di piantare cinque alberi, a compensazione della CO2 emessa dai bus che li hanno trasportati. Un bellissimo esempio di tree crowd funding. Grazie alla Pubblica Amministrazione del Comune di Modena, gli alberi sono stati piantati sul territorio locale del concerto ed è stato davvero emozionante vedere come un evento musicale abbia lasciato questo piccolo segno alla città che lo aveva ospitato”.

Il nome Busforfun è quindi piuttosto evocativo: “Vogliamo trasmettere i nostri valori agli utenti finali – spiega Campanile - ovvero divertimento, sicurezza, sostenibilità e soprattutto socialità, dato che in pullman spesso si passano molte ore a parlare con amici e compagni di viaggio”. “Le nostre comuni passioni per la tecnologia e la voglia di fare impresa ci hanno unito in questo progetto – dicono Buscato e Campanile - arrivando oggi a contare 13 dipendenti, due sedi operative e 2800 agenzie convenzionate col nostro servizio”.

Altra particolarità di questa realtà che opera nel settore della mobilità è che i due fondatori, a dispetto della media nazionale, relativamente più bassa sono due startupper “maturi”: “Siamo 50enni con i capelli grigi – scherzano i due ingegneri - e lo sappiamo bene. La nostra esperienza però è stata fondamentale nel campo e con lungimiranza abbiamo affidato tutti i ruoli chiave di Busforfun ad under 30. Un mix perfetto quindi tra chi è alla prima esperienza lavorativa e chi ha già maturato esperienze nel mondo del turismo. Noi vecchi, con 25 anni di lavoro alle spalle raccontiamo ai più giovani i loro errori e le esperienze fatte, anche in contesti internazionali. In questo modo cresciamo noi e loro, evitando così intoppi dannosi per lo sviluppo della nostra idea imprenditoriale. Comunque vada, la nota incoscienza professionale e non solo dei nostri giovani 20enni è stata per noi più che utile per crescere”.

Per il futuro prossimo, Busforfun intende espandersi ulteriormente all’estero con i servizi e assumere nuove leve. “Siamo alla ricerca di una figura che si occupi di marketing e di un paio di progettisti operanti nell’ambito Bi e Crm – dicono Campanile e Buscato - e visitando la nostra sezione online Lavora Con Noi è possibile inviare la propria candidatura online. Ci aspettiamo numerose candidature di giovani, in modo da potenziare qualitativamente ancora di più il nostro importante gruppo di lavoro”.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: