provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

ll Cloud Computing

Sopra il mare del web, nel cielo virtuale naviga il cloud, una nuvola di dati, di informazioni accessibili da ogni luogo e in qualunque momento, a condizione di avere una connessione internet. Il Cloud Computing è quella tecnologia che, tramite un server remoto, permette di fruire di risorse software e hardware attraverso la rete. Consiste in una vera e propria rivoluzione nel campo dell’informatica che consente alle persone e alle aziende di utilizzare servizi in modo gratuito o a basso costo, gli stessi che, fino a qualche anno fa, considerati gli elevati costi, erano esclusivo appannaggio delle grandi aziende.

Il cloud computing ha cambiato l’intera visione aziendale in materia di risorse IT (Information Technology), azzerando non solo le spese di capitale relative all’acquisto di hardware e software ma anche quelle legate alla configurazione e alla gestione di data center locali che richiedono l’impiego di esperti IT per la gestione dell’infrastruttura, oltre ai costi dell’elettricità. Si tratta di una soluzione tecnologica essenziale per le aziende che vogliono ottimizzare la connessione, gestire e proteggere meglio i propri sistemi informativi e i relativi dati. A far propendere verso questo tipo di soluzione è, inoltre, la velocità di accesso alla maggior parte dei servizi. Con pochi clic di mouse, il cloud computing ne permette la fruizione in modalità on demand e self service. In più, attira la produttività che un’azienda, grazie al cloud, ricava dal giusto impiego di risorse IT. Rispetto al singolo data center aziendale, questa tecnologia eseguita su una rete mondiale di data center sicuri, veloce ed efficiente, permette, infine, alle aziende di raggiungere prestazioni migliori in un’ottica di maggiori economie di scala.

Quali attività si possono svolgere con il cloud?

Le attività sono varie e di fondamentale importanza per le aziende. Si va dalla creazione di nuovi servizi e app, all’archiviazione, backup o ripristino di dati, poi si possono ospitare siti Web e blog, nonché trasmettere in streaming audio e video. È, inoltre, possibile analizzare i dati per farne delle stime e, infine, fornire software on demand.

Se questo è il panorama di vantaggi in un contesto di profondo cambiamento informatico, è facile ipotizzare il crescente bisogno di nuove figure informatiche altamente specializzate. Così nel mondo dell’IT, accanto al Business Intelligent Analyst (colui che sintetizza i dati, per migliorare profitti di un’organizzazione) e al Data Scientist (la figura che analizza i dati), troviamo oggi una nuova figura professionale: il Cloud Architech. Al momento nelle aziende italiane, rappresenta una figura di consulenza impiegata in progetti mirati e a breve termine, ma è facile immaginare come nell’immediato futuro le aziende potrebbero decidere di includerla nel proprio organico.

 

Nella scheda che segue tracceremo il profilo di una delle figure più richieste e ben pagate in grado di progettare in un ambiente Cloud

Impossibile oggi immaginare nuvole informatiche senza un architetto che ne tracci le forme adattandole il più possibile alle necessità di business aziendale, tant’è che la figura del Cloud Architect è diventata rilevante nello scenario informatico attuale.  A lui competono la progettazione e la costruzione di ambienti cloud e a lui si rivolgono le aziende che hanno la necessità di spostare i propri dati in quegli ambienti.
Figura ricercatissima e ben pagata, anche se non quanto negli Usa, dove il suo stipendio si aggira intorno ai 125 mila dollari, in Europa guadagna sui 45 mila euro. Si tratta di un profilo altamente specializzato, in costante evoluzione e in stretta correlazione con il contesto in cui opera, con una missione ben precisa da compiere, quella di far capire come il cloud computing possa entrare in un’azienda e quale valore aggiunto possa apportare sul front del business. Le sue responsabilità sono incentrate prevalentemente sulla progettazione e l’architettura di soluzioni cloud based pratiche e innovative.

Di cosa si occupa?

Da un punto di vista tecnico, al Cloud Architect compete la gestione dei sistemi informatici distributivi all’interno di un data center, oppure in azienda è quella figura specialistica che si occupa di procedure di programmazione Api, può inoltre occuparsi di cloud pubblico (cioè di un cloud fornito da un provider esterno che rende disponibili, attraverso la rete, risorse come macchine virtuali, server, storage etc) o di cloud privato.

Quali sono le sue competenze?

Per svolgere al meglio il suo lavoro, questo professionista deve avere una buona conoscenza dei principi di enterprise computing (i vari tipi di software aziendali) e dell’offerta dei principali cloud presenti sul mercato, deve inoltre ben comprendere le infrastrutture di back-end, dalle reti allo storage all’hypervisor (supporta la virtualizzazione a livello hardware).Il suo compito consiste anche nell’offrire quelle soluzioni che possono mettere le aziende al riparo da possibili rischi connessi alle infrastrutture cloud.

Come si diventa Cloud Architect?

Il Cloud Architect opera in un contesto di industria 4.0, in un mondo del lavoro sempre più automatizzato e digitale, ragion per cui il percorso formativo deve necessariamente essere improntato ad acquisire competenze digitali, anche di quelle che oggi possono essere ritenute secondarie. Dovendo elaborare, archiviare e memorizzare dati, dovrà essere esperto sia di hardware che di software. Il Cloud Architect affianca i team di progetto nella corretta applicazioni delle linee guida e nella risoluzione di problematiche, deve pertanto adeguarsi all’evoluzione dei sistemi tecnologici. In definitiva, non è solo un esperto di programmazione ma deve essere un esperto di business con capacità di apertura, valutazione e sperimentazione per individuare quelle soluzioni cloud più vantaggiose per le aziende.

 

Per saperne di più sul mondo informatico-digitale leggi l’approfondimento di Cliclavoro sulle certificazioni informatiche più diffuse!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: