provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Politiche Sociali

Nellottica di sostenere e affiancare i giovani e le famiglie in difficoltà, sono previsti anche alcuni provvedimenti in materia di politiche sociali, nonché provvedimenti di carattere generale.

In particolare, lutilizzo della carta acquisti (social card), nei limiti di 167 milioni di euro, è prolungato fino alla fine del 2015 ed esteso ai territori delle regioni del Mezzogiorno, che non ne siano già coperti. Questa misura costituisce ha lobiettivo di fornire ai residenti di queste zone carte acquisti per le persone in condizioni di maggior bisogno.

Sono state inoltre apportate modifiche alle normative vigenti in tema di ammortizzatori sociali e tutele del lavoro.

I datori di lavoro che assumono a tempo pieno e indeterminato lavoratori che fruiscono dellAspi avranno un contributo per ogni mensilità di retribuzione corrisposta, pari al 50% dellindennità mensile residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore se fosse rimasto disoccupato.

È stata differita al 31 ottobre 2013 la costituzione dei fondi di solidarietà per i settori non coperti dalla normativa in materia di integrazione salariale. Decorso questo periodo di proroga, ed entro il 1 gennaio 2014, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali potrà decretare lattivazione di un fondo residuale destinato ai settori non coperti.

È stata ripristinata la validità dei limiti di reddito annuale al di sotto dei quali si mantiene lo stato di disoccupazione.

Le disposizioni introdotte dalla legge 92/2012 (articolo 4, commi 16-22) per contrastare le cosiddette dimissioni in bianco sono estese alle lavoratrici e ai lavoratori impegnati con contratti di:

  • collaborazione a progetto
  • collaborazione coordinata e continuativa
  • associazione in partecipazione

La responsabilità solidale negli appalti è estesa anche al personale con contratti di natura autonoma in relazione ai compensi e agli obblighi previdenziali e assicurativi.

Non si applica la disciplina del tentativo obbligatorio di conciliazione a tre tipi di licenziamento (per superamento del periodo di comporto, per cambio appalto e per chiusura cantiere nel settore edile). La mancata presentazione al tentativo di conciliazione è in ogni caso valutata dal giudice ai fine della sua decisione.

È stabilito che le ammende per la violazione della disciplina in materia di igiene, prevenzione e sicurezza sul lavoro siano rivalutate a cadenza quinquennale; le maggiorazioni sono destinate al finanziamento delle attività di vigilanza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Viene estesa a tutti, e non più solo agli under 35, la possibilità di costituire società a responsabilità limitata a regime semplificato, con capitale sociale inferiore a 10.000 euro. Vengono abrogate le società a capitale ridotto e reso più agevole lo sviluppo di start-up innovative.

Con decreto attuativo del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sarà consentita lassunzione congiunta di lavoratori anche alle imprese agricole dello stesso gruppo o di uno stesso proprietario o nucleo, o legate da un contratto di rete. I datori di lavoro rispondono in solido delle obbligazioni contrattuali, previdenziali e di legge che scaturiscono da queste tipologie di assunzioni.

Sono state inoltre inserite alcune norme di carattere previdenziale e sociale che prevedono il risanamento fondi pensione, lo spostamento delle competenze dellINPS sulle indennità di maternità, malattia e infortunio dei lavoratori marittimi dal 1 gennaio 2014 ed il riconoscimento del beneficio pensionistico per inabilità in base al solo reddito del beneficiario.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: