provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Accordo MIUR-Coldiretti per alternanza scuola lavoro in agricoltura

Fin dalla nascita della CEE con la firma dei Trattati di Roma nel 1957, l’agricoltura ha sempre rappresentato un settore fondamentale per l’economia comunitaria. Aiutare gli agricoltori a produrre, garantire la sicurezza dei prodotti, proteggere il settore da un’eccessiva volatilità dei prezzi, tutelare l’ambiente e il benessere degli animali rientrano tra gli obiettivi della Politica Agricola Comune. Essa rappresenta la prima politica europea in termini di spese, impegnando il 38% del budget dell’Unione Europea.

Obiettivi della nuova PAC 2014-2020 sono la convergenza, la sostenibilità e l’inclusione sociale, da perseguire attraverso pratiche agricole più verdi, sviluppo della ricerca e diffusione della conoscenza, aumento della produttività e riduzione dell’impatto ambientale. Se le priorità del settore sono definite a livello comunitario, ogni singolo Paese membro può adeguare i finanziamenti agricoli secondo le esigenze del settore. In Italia i Fondi per lo sviluppo rurale hanno favorito l’insediamento di giovani agricoltori, offerto corsi di formazione professionale, contribuito all’ammodernamento delle aziende, sostenuto le aziende agricole e le zone rurali.

Dai dati del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali emerge che dal 2007 oltre 16 mila nuovi agricoltori si sono insediati nei terreni e quasi 100 mila agricoltori sono stati coinvolti in percorsi formativi professionalizzanti. In particolare nella categoria under 35 sono oltre 50 mila i giovani che hanno deciso di avviare un’attività agricola. Questo processo ha portato ad una crescita di volumi, valori ed occupazione in agricoltura. Proprio per rendere più stretto il legame fra la formazione professionale degli istituti agrari e il lavoro agricolo, il Ministero dell’Università e della Ricerca e Coldiretti hanno siglato un Protocollo d’intesa per favorire percorsi di alternanza scuola-lavoro fra gli studenti.

Il protocollo, di durata triennale, si pone l’obiettivo di realizzare progetti di alternanza scuola-lavoro attraverso percorsi didattici teorico-pratici e visite di studio presso le aziende, di organizzare iniziative a favore dei docenti e dei tutor aziendali sulla conoscenza della filiera agroalimentare, sulla riduzione degli sprechi e sul contrasto all’obesità, di sviluppare lezioni sul benessere alimentare, sulla sostenibilità ambientale, sulla correttezza degli stili di vita orientati ad una sana alimentazione mediterranea.

La firma di questo protocollo estende all’agricoltura il sistema duale, metodologia didattica che vuole trasmettere agli studenti delle scuole superiori aspetti teorici e pratici spendibili sul mercato del lavoro al fine di ridurre il gap di professionalità fra le offerte delle aziende e la qualificazione professionali dei candidati. Il protocollo d’intesa favorisce inoltre il ricambio generazionale in agricoltura, incentivato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali attraverso sovvenzioni per l’insediamento degli under 40 e che rientra nelle linee guida dell’applicazione della PAC in Italia.

 

Approfondisci la scheda dedicata all’alternanza scuola lavoro nella sezione “Formazione” di Cliclavoro!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: