provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Automazione e logistica insieme nel processo d'innovazione

Nel bel mezzo di quella che è stata ribattezzata da molti la Quarta Rivoluzione Industriale, l’innovazione e le nuove tecnologie sono fattori determinanti per il mutamento del settore logistico italiano e ovviamente globale. I nuovi paradigmi tecnologici, dalla cosiddetta realtà aumentata, all’Iot, Big Data e Cloud Computing stanno difatti colorando con tinte sempre più nette l’evoluzione di questo ambito produttivo e professionale.

Dati alla mano, secondo una ricerca internazionale del 2019, il tasso di adozione della robotica e dell’automazione nell’ambito della supply chain ha registrato il maggiore aumento nell’ultimo anno rispetto a qualsiasi altra tecnologia. Inoltre, causa Coronavirus, la domanda di automazione è ulteriormente cresciuta rapidamente negli ultimi mesi, con l’obiettivo di ridurre da un lato la frequenza e dall’altro la durata, dei vari contatti interpersonali, nel rispetto delle misure nazionali adottate per il distanziamento sociale. Questo chiaramente comporta molteplici sfide per le aziende, in primis la gestione della grande mole di dati creata dalle soluzioni Iot. Insomma processi che a cascata richiedono investimenti in varie aree tecnologiche. Tuttavia, prima di poter implementare dispositivi automatizzati e robotizzati su larga scala, le organizzazioni devono avere la certezza di disporre delle infrastrutture necessarie per supportare e massimizzare tali tecnologie. Giocano in questo caso un ruolo centrale anche le startup innovative di tutto il mondo, che non a caso per buona parte stanno sviluppando negli ultimi tempi nuovi progetti inerenti la logistica.

Ma quali sono le innovazioni ritenute più interessanti da aziende committenti e fornitori di servizi logistici? In tal senso l'attenzione si sta concentrando sempre di più sulla visibilità e controllo dell’intero processo di distribuzione, una delle sfide storiche del settore, con l’obiettivo di ottenere in generale maggiore tempestività e tracciabilità delle informazioni. Da un punto di vista pratico, fra le tecnologie applicate più recentemente vi sono ad esempio:

  • Smart glass, occhiali dotati di lenti a realtà aumentata che possono essere utilizzati sia in ambito trasporto sia all’interno dei centri distributivi
  • Radio Frequency Identification, sistemi inseriti sulla singola unità di movimentazione per rendere più efficienti le attività di ricevimento o spedizione, oppure utilizzati per ottimizzare le attività dei carrelli in fase di stoccaggio o prelievo
  • Sensoristica varia per numerose attività come pesatura, monitoraggio delle condizioni dei prodotti e delle prestazioni dei veicoli e geolocalizzazione dei mezzi
  • Droni utilizzati per l’individuazione e lo stoccaggio delle merci nei magazzini
  • Logistics App, applicazioni per mobile device integrate con il sistema di gestione dei trasporti e piattaforme collaborative, che supportano la relazione con i vettori, come la conferma real time della consegna della merce e la gestione dei pagamenti on delivery.

Tutta questa tecnologia e robotica non deve però far pensare che i lavoratori non siano e non saranno al centro del presente e del futuro. Difatti il capitale umano rimane centrale nella logistica di oggi e lo sarà ancor più in quella di domani, una base della piramide che ha come vertice il successo e il raggiungimento degli obiettivi. In questo senso le aziende del comparto non stanno effettivamente pensando alla tecnologia come elemento sostituivo delle persone, bensì complementare, come supporto operativo indispensabile per semplificare e migliorare il lavoro da svolgere. Un esempio concreto arriva da Dhl, realtà imprenditoriale che negli Usa l’anno scorso ha aggiunto alla “forza lavoro umana” 36 robot mobili collaborativi. Risultato? La produttività è aumentata più del doppio, a dimostrazione di quanto sia fondamentale questo tipo di supporto (e non di sostituzione), agli addetti ai lavori, un aiuto più che apprezzato poi anche da loro stessi.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: