provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Bandi MISE per l'Agenda digitale e l'Industria sostenibile

Il digitale è uno dei settori più dinamici nel campo delle offerte di lavoro. Le aziende hanno una necessità sempre più crescente di personale che abbia capacità di utilizzare le tecnologie dell’informazione per gestire attività e processi caratterizzati da un alto livello di digitalizzazione. Questa dinamica occupazionale deriva dalla strategia Europa 2020, l’iniziativa comunitaria per stimolare la crescita e l’occupazione al fine di creare un’economia intelligente, sostenibile ed inclusiva. Infatti, una delle aree di intervento di Europa 2020 è la Ricerca&Sviluppo, dove l’obiettivo è di investire il 3% dei fondi pubblici e privati. In questo quadro rientra l’Agenda Digitale Europea che definisce gli obiettivi per sviluppare in Europa l’economia e la cultura digitale, e che il nostro paese ha recepito con l’attivazione dell’Agenda Digitale Italiana.

Proprio per realizzare gli obiettivi di quest’ultima il Ministero dello Sviluppo Economico ha aperto la seconda stagione dei bandi “Agenda digitale” e “Industria sostenibile” per il sostegno alle imprese e alle startup innovative.

Per il bando Industria sostenibile vengono messi a disposizione 350 milioni a valere sul FRI, oltre a 60 milioni a valere sul Fondo per la crescita sostenibile, mentre per Agenda digitale le risorse ammontano a 100 milioni a valere sul FRI più altri  20 milioni del Fondo per la crescita sostenibile.

Una delle innovazioni più significative delle nuove edizioni dei bandi è che al finanziamento agevolato deve affiancarsi un finanziamento bancario a tasso di mercato. Ai fini dell’ammissibilità, le imprese proponenti devono essere in possesso dell’attestazione di merito creditizio resa dalla banca finanziatrice.

Il decreto direttoriale 14 luglio 2016 fornisce le istruzioni per l’attuazione degli interventi di cui ai decreti ministeriali 15 ottobre 2014 (Agenda digitale e Industria sostenibile).

Beneficiarie sono le imprese dei settori industria e servizi, le imprese artigiane, i centri di ricerca, le startup innovative. I progetti possono essere presentati da un’impresa singola oppure da una rete di massimo cinque imprese attraverso un contratto di rete. I bandi finanziano progetti di ricerca nell’ICT, coerenti con l’Agenda Digitale Italiana, e nel settore dell’industria sostenibile.

In particolare, il bando “Agenda Digitale” finanzia progetti di ricerca industriale finalizzati alla realizzazione e al miglioramento di prodotti, processi e servizi, attraverso l’ICT, che abbiano ricadute nei settori della salute, della formazione e dell’inclusione sociale, della cultura e del turismo, della mobilità e dei trasporti, dell’energia e dell’ambiente, della sicurezza dei territori, della modernizzazione della pubblica amministrazione, delle telecomunicazione e della fabbrica intelligente. Il bando “Industria sostenibile” finanzia progetti di ricerca industriale finalizzati alla realizzazione e al miglioramento di prodotti, processi e servizi attraverso le tecnologie fondamentali abilitanti definite dal programma Horizon 2020, da sviluppare nei settori dei processi e impianti industriali, dei trasporti su superficie e su acqua, dell’aerospazio, delle telecomunicazioni, delle tecnologie energetiche, delle costruzioni ecosostenibili e delle tecnologie ambientali.

Per entrambi i bandi sono ammissibili le spese relative al personale, a nuovi strumenti ed attrezzature utili per la realizzazione del progetto, ai servizi di consulenza, ai materiali utilizzati e le spese generali.

La data di presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni disposte dalle misure Agenda digitale e Industria sostenibile, originariamente fissata al 26 ottobre 2016 dal decreto del 14 luglio 2016, è differita al 29 novembre 2016. È quanto stabilito dal decreto direttoriale dell'11 ottobre 2016 pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Le domande possono essere trasmesse esclusivamente in via telematica, secondo una delle due procedure disponibili sul sito dedicato a seconda che si intenda presentare la domanda a valere sul bando Agenda digitale o a valere sul bando Industria sostenibile.

 

Consulta la scheda Finanziamenti  europei  per  le aziende di Cliclavoro per conoscere ulteriori opportunità per la tua impresa!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: