provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

"Memory Safe": bando per le scuole

La cultura della sicurezza entra nelle scuole italiane grazie a “Memory Safe”, iniziativa promossa dall’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Didattica (INDIRE), con la collaborazione del Ministero della Istruzione, dell’Università e della Ricerca e grazie ai finanziamenti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ministero della Salute, Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, European Network Education and Training in Occupational Safety and Healt, parti sociali, sono alcuni dei partner dell’iniziativa, che intende contribuire alla costruzione di una forte sinergia tra scuola, università, ricerca e mondo del lavoro.

Memory Safe è un progetto di documentazione e condivisione della cultura della sicurezza, che prevede l’assegnazione di contributi agli istituti scolastici per lo sviluppo di idee innovative, in rete con organizzazioni attive in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Le iniziative potranno riguardare la creazione e l’utilizzo di strumenti didattici sul tema della prevenzione ovvero la progettazione e realizzazione di strumenti di formazione in grado di correlare scuola e lavoro. Sono 4 mln di euro le risorse complessivamente stanziate, 100mila quelle previste per ogni singolo progetto, previo giudizio di una Commissione di esperti la cui valutazione si baserà su criteri quali originalità, innovatività, replicabilità e trasferibilità.

In coerenza con le direttive dell’Unione europea e con la legislazione nazionale in materia, la diffusione nelle scuole di conoscenze ed esperienze legate alla salute e sicurezza sul lavoro ha una rilevanza strategica per la creazione di una “cultura della sicurezza”; è un presupposto fondamentale per una corretta applicazione delle regole di prevenzione e protezione nei luoghi di lavoro e una conseguente riduzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Il progetto richiede un aggiornamento delle competenze da parte dei docenti e l’utilizzo di metodologie attive, che coinvolgano non solo la scuola ma, dove possibile, anche il territorio e la comunità attraverso un sistema di collegamento e scambio con enti, associazioni, parti sociali, enti di formazione, imprese. Tra gli obiettivi perseguiti vi è infatti anche un aumento del numero delle assunzioni dei giovani neodiplomati degli istituti tecnici, da conseguire tramite la realizzazione di percorsi formativi sulla professione di “Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione in azienda”, con benefici concreti per l’inserimento al lavoro.

Lanciata nel dicembre 2013, l’iniziativa ha già avviato una prima fase di ricognizione e disseminazione delle buone pratiche in tema di cultura della sicurezza attuate in ambito educativo. Tali esperienze sono disponibili in una specifica sezione della piattaforma informatica INDIRE e costituiscono un patrimonio prezioso a cui istituti scolastici, docenti, operatori e studenti potranno attingere per la progettazione dei propri interventi mirati, dalla creazione di ulteriori strumenti didattici interattivi sino alla trattazione in modo trasversale della cultura della sicurezza nelle unità didattiche curriculari.
Non a caso il titolo del progetto “Memory Safe” rimanda al concetto di esperienza da tramandare e da cui trarre spunto per indirizzare in modo efficace le attività future, proprio perché la salute e sicurezza sul lavoro vanno perseguite tramite una cultura della prevenzione che si crea con la formazione e l'informazione sin dalla prima infanzia.

L’attivazione di un’azione coordinata con le scuole non potrà che avere ricadute positive su un più ampio pubblico, con un “effetto moltiplicatore”: dai giovani alle famiglie, fino ai lavoratori e agli imprenditori di domani.
 
Invia il progetto entro l’8 giugno 2015!

Consulta il bando di concorso Memory Safe

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: