provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Bando per progetti di cooperazione europea sulla cultura

I settori culturali e creativi rappresentano un patrimonio culturale europeo estremamente ricco e diversificato e svolgono un ruolo di primaria importanza nel sostenere e promuovere una crescita intelligente e inclusiva.

Con un budget di 35,5 milioni di euro a favore dei progetti di cooperazione europea realizzati da operatori culturali e creativi, la Commissione europea ha lanciato il bando Eacea 45/2016 nell'ambito del sottoprogramma Cultura di Europa Creativa.

Europa Creativa si propone di incoraggiare la diversità culturale in Europa attraverso il sostegno di artisti, organizzazioni culturali e professionisti della cultura attivi nei seguenti ambiti: arti dello spettacolo, belle arti, editoria, cinema, televisione, musica, arti interdisciplinari, patrimonio culturale e industria dei videogiochi. Il programma è dotato di un budget 1,4 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, ripartite tra il sottoprogramma Cultura (31 per cento), il sottoprogramma Media (56 per cento), la sezione trans-settoriale (13 per cento).

Nello specifico, il Sotto-Programma Cultura è orientato a:

  • promuovere la mobilità transnazionale di opere culturali e creative, di artisti e operatori culturali e creativi, al fine di favorire l'internazionalizzazione delle carriere, gli scambi culturali, il dialogo interculturale, la comprensione della diversità culturale e l'inclusione sociale;
  • promuovere l'audience development per stimolare l'interesse nei confronti delle opere culturali e creative e per rendere la cultura sempre più accessibile;
  • incoraggiare la creatività, approcci innovativi alla creazione e nuove modalità per garantire effetti di spillover ad altri settori;
  • contribuire all'integrazione dei profughi nell'UE mediante attività di showcasing e co-creazione a livello europeo, di carattere culturale e audiovisivo.

I beneficiari del bando

Operatori (pubblici e privati) attivi nei settori culturali e creativi che (alla data di scadenza del bando) siano legalmente costituiti con personalità giuridica da almeno due anni in uno dei Paesi ammissibili al sottoprogramma Cultura.

I Paesi ammissibili sono: i 28 Paesi UE, i Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia), i Paesi candidati effettivi e potenziali (solo Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia), i Paesi PEV (solo Georgia, Moldova, Ucraina; l’ammissibilità di Israele è condizionata alla conclusione dell’accordo con l’UE per la partecipazione di questo Paese ad Europa Creativa).

I progetti ammissibili

  • Progetti di cooperazione su piccola scala - coinvolgono almeno 3 partner (il capofila di progetto + almeno 2 partner) stabiliti in 3 diversi Paesi ammissibili al sottoprogramma Cultura. Il capofila di progetto o uno dei partner devono essere stabiliti in uno dei seguenti Paesi ammissibili: Stati UE, Paesi EFTA/SEE
  • Progetti di cooperazione su larga scala - coinvolgono almeno 6 partner (il capofila di progetto + almeno 5 partner) stabiliti in 6 diversi Paesi ammissibili al sottoprogramma Cultura. Il capofila di progetto o uno dei partner devono essere stabiliti in uno dei seguenti Paesi ammissibili: Stati UE, Paesi EFTA/SEE.

Non sono finanziabili attività relative soltanto al settore audiovisivo; tuttavia iniziative in questo settore possono essere ammesse qualora siano elementi accessori di attività riguardanti settori culturali e creativi diversi dall'audiovisivo.

 Termine per la presentazione delle domande

Per presentare il proprio progetto di cooperazione europea c’è tempo fino al 23 novembre 2016.

 

Per maggiori informazioni sulle opportunità offerte da Europa creativa Europa Creativa consulta:

la sezione dedicata al Programma sul sito della Commisione Europea;

la sezione dedicata al Programma sul sito dell'EACEA - Agenzia Esecutiva per l'Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: