provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Call aperte per la Maker Faire Roma 2019

Partirà a breve la nuova edizione di Maker Faire Roma, l’evento europeo dedicato alla robotica e all'intelligenza artificiale. Dal 18 al 20 ottobre 2019, alla Fiera di Roma, Imprese, Startup, Makers, Università, Scuole e Istituzioni avranno la possibilità di presentare i loro progetti per portare innovazione in diversi ambiti e settori.
“Idee, progetti, prototipi, prodotti innovativi, invenzioni di ogni tipo, modi alternativi di fare qualcosa. Dalla ricerca al fai da te, dalle startup hardware all’artigianato, dalla robotica industriale al modellismo, dall’agricoltura all’abbigliamento”, l’evento viene così descritto come un modo per dare un’opportunità a diversi soggetti di sperimentare le proprie abilità tecniche e progettuali e perché no, anche l’occasione per pensare a un futuro migliore.

Massimo spazio alla libertà di espressione e alla fantasia. Progetti creativi, divertenti, interattivi vengono mostrati al grande pubblico. “Creatività applicata” viene definita dagli organizzatori e la cosa interessante è che chiunque può partecipare come espositore: singoli individui, gruppi, associazioni, artigiani, aziende, istituti di ricerca, scuole e università.

In particolare sono tre le call attive in vista dell’evento:

  1. Call for school
  2. Call for makers
  3. Call for Universities and Research Institutes

 

Call for school

La partecipazione è gratuita ed è rivolta a tutte le scuole superiori di secondo grado e agli Istituti Scolastici analoghi appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea (studenti 14-18 anni). Ogni Istituto partecipante potrà presentare uno o più progetti da esporre in uno spazio dedicato.
I progetti da presentare potranno riguardare i seguenti argomenti: 3D printing, 3D scanning, Art, Bio Economy, Biology, Education, Energy & Sustainability, Fabrication, Fashion & Wearables, Food & Agriculture, Games, Home Automation, Internet of Things, Music & Sound, Robotics, Science, Wellness, HealthcareLe scolaresche che non hanno un progetto, ma intendono visitare la manifestazione possono partecipare con la classe all’Educational Day, la tradizionale apertura gratuita del venerdì mattina riservata agli studenti. Per tutti i dettagli.

 

Call for makers

I makers (dal verbo inglese “make”, fare) sono “artigiani digitali”, che uniscono le tecnologie alle competenze manuali. Sono quindi inventori 4.0, elaborano prototipi, brevetti, progetti di ricerca, possono essere startup e utilizzare il crowdfunding.
L’evento quindi diventa un’importante vetrina per promuovere i progetti innovativi. Le aree di interesse sono:
digital fabrication, stampa 3D, Elettronica, Cibo e agricoltura, Robotica e macchine intelligenti, Salute e qualità della vita, Arte, interazione e gioco, Scienza, chimica, ingegneria, Sostenibilità, Riciclo, Economia Circolare, Bioeconomy, Green TECH, Smart Energy Green Building, Open Source, FabLab. E ancora progetti per i beni culturali, mobilità, fotografia, sicurezza e ogni altro settore non elencato. All’interno della Call for makers, sono previste altre due call: il premio Make to Care per i progetti in tema di salute e disabilità e il Makers for Space per i progetti ispirati o orientati al mondo aerospaziale. Anche se non in possesso di un progetto innovativo concreto, i makers potranno: esporre il  progetto in uno stand con tavolo e sedie all’interno dei padiglioni; fare una presentazione in pubblico in un’aula o su un palco e raccontare storie o esperienze; tenere un workshop dove fare dimostrazioni interattive e coinvolgere i partecipanti in attività pratiche; esibirsi in pubblico in una performance creativa, tecnologica, robotica, musicale, pirotecnica. Per tutti i dettagli.

 

Call for Universities and Research Institutes

La call è rivolta a tutte le Università statali e gli Istituti di Ricerca pubblici italiani o stranieri che intendano presentare il proprio progetto. Ogni Università e Istituto di Ricerca partecipante potrà presentare uno o più progetti. Potranno: presentare il progetto al pubblico, sarà fornita una stanza o un palcoscenico dove si potrà parlare del proprio progetto o raccontare la propria storia o affrontare questioni e problematiche proposte; tenere un workshop in un’area dove potranno svolgersi dimostrazioni interattive, così da coinvolgere i partecipanti, adulti o bambini, in attività pratiche. I progetti da presentare riguarderanno gli stessi argomenti di quelli previsti per la call for school. Per tutti i dettagli.

 

La scadenza per la presentazione dei progetti per tutte le call è fissata al 24 giugno 2019. Per le grandi aziende interessate ad acquisire spazi a pagamento possono consultare la sezione Diventa Partner. Infine, l’evento non offre solo la possibilità di presentare i propri progetti, ma prevede anche dei contest, iniziative speciali finalizzate a valorizzare e premiare i migliori progetti su alcuni temi specifici.

I contest sono:

  • Make Christmas Lights ACEA. Promosso da ACEA Spa, gold partner di Maker Faire Rome. In vista delle prossime festività natalizie, si vuole realizzare un progetto di illuminazione artistica di alto livello per la città di Roma. L’obiettivo è sostenere chi propone una soluzione innovativa, originale e sostenibile. Il vincitore riceverà un premio di 40.000 euro; la premiazione avverrà il 18 ottobre 2019, durante la giornata di inaugurazione della settima edizione del Maker Faire Rome. Per partecipare al Contest è necessario sottoporre la candidatura entro il 3 luglio 2019. Leggi il Regolamento
  • Cities:The New Deal a Social Innovation Challenge. La Challenge è finalizzata a progettare nuove pratiche d’uso dello spazio pubblico urbano, inclusive e collaborative, indotte dallo sviluppo tecnologico, che siano promosse e facilitate da servizi finanziabili con la vendita di pubblicità. Per partecipare è necessario sottoporre la candidatura entro sabato 15 Giugno 2019. Leggi il regolamento
  • Make To Care: un premio ai maker che aiutano ad andare oltre la disabilità. MAKEtoCARE è un contest finalizzato a far emergere e facilitare la realizzazione, nonché la diffusione, di soluzioni innovative e utili ad incontrare i bisogni reali delle persone affette da qualunque forma di disabilità, intesa come qualsiasi diminuzione marcata della qualità della vita a causa di patologie e/o eventi traumatici. I progetti sono selezionati all’interno della Call for Makers. Leggi il regolamento

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: