provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Cliclavoro, 10 anni al servizio di cittadini, imprese e operatori

Cliclavoro compie 10 anni: era il 22 ottobre 2010 quando nacque il progetto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in collaborazione con le Regioni e le Province Autonome.
Il primo sistema telematico nazionale di servizi online. Un progetto ambizioso nato con lo scopo di rendere più accessibile il mercato del lavoro, venendo incontro alle esigenze dei cittadini, delle imprese e degli operatori pubblici e privati. Il portale si è fin da subito posto come un vero e proprio luogo virtuale di incontro tra questi soggetti, grazie all’accesso semplice e immediato a un ricco catalogo di informazioni e servizi per il lavoro erogati su tutto il territorio nazionale.

La Borsa Continua Nazionale del Lavoro, questo il nome in origine, è stata costituita con il decreto legislativo n. 276/2003, art. 15, dove viene definita come “sistema aperto e trasparente di incontro tra domanda e offerta di lavoro basato su una rete di nodi regionali. Tale sistema è alimentato da tutte le informazioni utili a tale scopo immesse liberamente nel sistema stesso sia dagli operatori pubblici e privati, autorizzati o accreditati, sia direttamente dai lavoratori e dalle imprese”.
Un sistema gratuito e trasparente, quindi, sempre aggiornato e di facile accesso a chiunque, che si basa su una rete di nodi regionali, in cui cittadini, imprese, pubbliche amministrazioni, intermediari privati autorizzati e accreditati (per svolgere attività di mediazione tra domanda e offerta di lavoro come Agenzie per il Lavoro, Centri per l'Impiego, università, scuole), possono condividere informazioni, richieste e servizi attinenti al mondo del lavoro.

Scopo principale è fornire ai lavoratori, disoccupati e inoccupati, uno strumento diretto di ricerca e servizio. In tutti questi anni, l’attività del portale è sempre stata animata dalla necessità di mettere il cittadino al centro: rendere i servizi pubblici inclusivi e accessibili a tutti è sempre stata la priorità, anche per ridurre la distanza con la Pubblica Amministrazione. E per fare questo, tanti sono stati gli sforzi compiuti in questi dieci anni e tutti sono andati nella direzione di una digitalizzazione dei servizi offerti in modo da permetterne il facile accesso a una platea di persone sempre maggiore.
Il miglioramento dell’offerta negli anni è andato di pari passo con il processo di trasformazione digitale che ha investito il mondo del lavoro e tutti i servizi pubblici.
Le dimissioni telematiche, il deposito dei contratti, il sistema informatico di invio delle Comunicazioni Obbligatorie per permettere all’azienda di compilare un unico modello in formato elettronico (per informare di qualsiasi variazione della vita lavorativa del dipendente), sono solo alcuni dei servizi digitali offerti da Cliclavoro.

Un percorso di innovazione che si è costruito negli anni e che raggiunge il suo culmine nell’adozione, dal prossimo 15 novembre, del
Sistema Pubblico di Identità Digitale, SPID, Sistema unico e univoco di identificazione, che diventerà l’unica modalità di accesso ai servizi online del Ministero del Lavoro.
Un luogo virtuale in cui comunicazione e informazione, servizi e dati hanno un unico obiettivo: il cittadino e i suoi bisogni al centro dell’attenzione dell’amministrazione pubblica – ha dichiarato Grazia Strano, Direttore Generale dei sistemi informativi, dell’innovazione tecnologica, del monitoraggio dati e della comunicazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali -. Tanta strada è stata percorsa, tanti traguardi sono stati raggiunti e tanti ancora ce ne attendono con un’unica convinzione, che tutti devono fare la propria parte: le amministrazioni pubbliche e gli operatori privati; lo Stato e gli Enti locali; i singoli cittadini e le aziende; tutti insieme per migliorare la circolazione delle informazioni e contribuire al buon funzionamento del mercato del lavoro.

In linea con la vocazione di essere al fianco dei cittadini e di arricchire il Portale di nuove funzioni, si è negli anni intensificata l’assistenza diretta ai cittadini, alle imprese e agli operatori attraverso la pubblicazione di guide mirate e di FAQ sempre aggiornate, con la possibilità di chiedere un supporto diretto e immediato al servizio di URP online: attraverso la compilazione di un semplice form, è possibile ricevere chiarimenti su procedure, interpretazioni normative, ma anche risoluzioni di problemi tecnici.

L’altra anima di Cliclavoro, oltre ai servizi, sono certamente le
sezioni informative a cui l’utente ha libero accesso e rappresentano un valido strumento per rimanere aggiornati sulle novità normative in tema di lavoro e formazione. La suddivisione del Portale per target ha permesso negli anni di offrire un servizio sempre più esaustivo e specifico. Dalle sezioni dedicate alle categorie svantaggiate, come donne, disabili, giovani e over 50, alle sezioni dedicate all’orientamento al lavoro, ai primi passi per avviare una startup, alla sicurezza sul lavoro, l’informazione è sempre stata finalizzata a favorire l’ingresso nel mercato del lavoro
Da parte delle imprese, le opportunità di incentivi e finanziamenti, insieme alla spiegazione chiara degli adempimenti obbligatori, hanno sempre rappresentato una bussola per le aziende. 
In questi dieci anni, Cliclavoro ha sempre cercato di offrire, oltre all’aggiornamento delle sezioni tematiche fisse, una offerta informativa sulle opportunità che quotidianamente investono il mercato del lavoro. 

Le
notizie del giorno sono state sempre più orientate al bisogno e al servizio, grazie a offerte di lavoro e corsi di formazione, bandi e concorsi, incentivi e finanziamenti per le imprese, aspetti normativi, novità sul mondo del lavoro, in Italia e all’estero, e tutte quelle informazioni relative alla normativa e agli adempimenti.
La parte informativa si è arricchita di nuove forme per diventare a tutti gli effetti una valida guida per il mondo del lavoro: spazi continuamente aggiornati come Primi piani a Approfondimenti hanno permesso negli anni di dare una vastissima copertura delle opportunità a livello locale e nazionale, dare voce ai grandi progetti anche europei, alle iniziative dei giovani, allo spirito di auto imprenditorialità che è molto spiccato nel nostro Paese, con le testimonianze di centinaia di startup e piccole imprese.

Un impegno che è stato premiato con la fedeltà degli utenti e con la crescita continua di nuovi visitatori e lettori. Secondo gli ultimi dati, da quando è nato il portale, sono 21.324.000 gli utenti unici per un totale di 252 milioni e mezzo di visualizzazioni di pagina, con una durata media per visita di circa 5 minuti.
Numeri che sono stati raggiunti sicuramente anche grazie ai canali social network attivati fin da subito dall’Amministrazione che hanno permesso una diffusione virale dei contenuti e una interazione tra gli utenti sulle tematiche di maggiore interesse. Uno dei "primati" che va riconosciuto a Cliclavoro è infatti l'aver subito compreso non solo il ruolo fondamentale rivestito dai social network nello scambio comunicativo tra PA e cittadini al fine di compiere obiettivi di utilità sociale, trasparenza, efficacia e tempestività della comunicazione, ma anche che tali scopi sono raggiungibili solo con un uso avanzato, ragionato e professionale delle tante funzionalità offerte dalle piattaforme social. Nel 2010, quando ancora le strategie di Social Media Management applicate alla Pubblica Amministrazione erano agli albori, i profili social del portale sono stati tra i primi nel panorama della PA ad essere utilizzati con strategie mirate, in piena sinergia con il flusso multimediale di servizi e informazioni già offerte dal Ministero del Lavoro a cittadini, aziende e operatori. Ed è così che la community è cresciuta costantemente: i canali social di Cliclavoro, oggi presente su Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e YouTube, vengono oggi complessivamente seguiti da più di 300.000 account.

Con questi numeri, Cliclavoro ambisce ad essere sempre più un riferimento nel mondo del lavoro, con l’impegno di continuare sul percorso intrapreso di innovazione e costante vicinanza ai cittadini. 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: