provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Commissione Ue lancia la Coalizione per le competenze digitali

Nella convinzione che non sia possibile costruire un mercato unico digitale europeo senza colmare le lacune nelle competenze digitali dei suoi cittadini, la Commissione europea ha dato il via a una nuova “Coalizione per le competenze e le occupazioni digitali”, in collaborazione con gli Stati membri, le imprese, le parti sociali, le ONG e gli operatori del settore dell’istruzione. 
L’iniziativa
è una delle dieci grandi iniziative proposte dalla Commissione nell'ambito dell'Agenda per le nuove competenze per l'Europa, presentata nel giugno di quest'anno.

Nello specifico, la Coalizione ha l’obiettivo di unire gli sforzi e accrescere il numero di cittadini e imprenditori che sappiano sfruttare il potenziale offerto dalla nuova ondata di tecnologie.

I componenti della Coalizione, una serie di partner, tra cui oltre 30 organizzazioni e gruppi, si impegnano a ridurre il deficit di competenze a tutti i livelli, dalle competenze specialistiche TIC di alto livello alle competenze basilari necessarie a tutti i cittadini. Un impegno per rimuovere gli ostacoli che limitano l’innovazione e la crescita in Europa. La Commissione invita altre parti interessate a partecipare all’azione comunitaria e ad aderire alla sua “carta”.

L’Europa manca di personale dotato di competenze digitali sufficienti per poter occupare i posti di lavoro vacanti in tutti i settori, con la conseguenza che da qui al 2020 mancheranno fino a 750 mila professionisti qualificati nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC).

Per contrastare questo fenomeno, entro il 2020, la nuova Coalizione, insieme al contributo di altre iniziative, dovrebbe consentire di:

  • formare 1 milione di giovani disoccupati per i posti di lavoro digitali disponibili mediante stage/tirocini, apprendistati e programmi di formazione a breve termine; sostenere il miglioramento delle competenze e la riqualificazione della forza lavoro;
  • modernizzare l'istruzione e la formazione per dare a tutti gli studenti e insegnanti l'opportunità di usare strumenti e materiali digitali nelle loro attività di insegnamento e apprendimento e di sviluppare e migliorare le proprie competenze digitali;
  • orientare nuovamente e utilizzare i fondi disponibili per sostenere le formazioni alle competenze digitali.

L’insieme delle iniziative dovrebbe sostenere la riqualificazione del personale impiegato nelle Pmi, modernizzare l’istruzione di studenti e insegnanti, utilizzare i fondi disponibili per sensibilizzare i cittadini europei sull’importanza delle competenze digitali per l’occupazione, la competitività e la partecipazione alla società.

Un miglior accesso per i consumatori a beni e servizi digitali in tutta Europa non si ottiene solo con le modifiche legislative. Richiede anche di rafforzare competenze e apprendimento digitali, priorità e condizione necessaria per garantire occupazione, crescita e investimenti.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: