provincia di: Tutte
Seguici su:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Dalla Banca D'Italia contributi per l'impegno sociale e ambientale

Da tempo la Banca d’Italia, oltre ai suoi compiti istituzionali, pone l'attenzione su tematiche rilevanti a livello sociale e ambientale.

È in quest’ottica che, anche per il 2017, ha pubblicato un bando per la concessione di contributi a fondo perduto diretti a sostenere progetti di ricerca, ricerca scientifica, innovazione tecnologica, promozione della qualità della formazione giovanile e progetti con finalità sociali rivolti a persone vulnerabili.

In particolare i contributi elargiti dalla Banca d’Italia assisteranno in via prioritaria tutte quelle attività riguardanti:

  • La ricerca, la cultura e l’educazione in campi affini alle funzioni istituzionali: economia, finanza, credito e moneta. In particolare la Banca D’Italia fornirà sostegno alle Università, associazioni e fondazioni scientifiche per progetti di ricerca, convegni, seminari, master universitari, borse di studio e di ricerca
  • La ricerca scientifica, la promozione culturale, la formazione giovanile e scolastica
  • Beneficenza, solidarietà e pubblico interesse con particolare riguardo a tutte quelle attività finalizzate all’assistenza e al sostegno in ambito nazionale di minori e anziani in stato di bisogno, malati e disabili e persone colpite da forme di esclusione e di disagio sociale.   

La Banca, nell’erogazione di fondi a titolo di liberalità, osserva principi di economicità, trasparenza, pubblicità, correttezza, imparzialità.

Il Consiglio superiore, in presenza di circostanze di carattere eccezionale (ad es. calamità naturali, eventi di grande impatto sociale), può anche decidere di concedere erogazioni speciali anche in deroga ai criteri generali indicati nel bando e all’importo stanziato per le erogazioni liberali.

Le domande di contributo dovranno essere molto dettagliate e indicare quindi con precisione l’importo richiesto ed essere accompagnate da un piano illustrativo che definisca accuratamente il progetto da realizzare. Il piano dovrà essere, altresì,  corredato di preventivi di spesa e di documenti che attestino l’eventuale presenza di un finanziamento ulteriore, esterna al soggetto proponente.

Non verranno prese in considerazione le istanze formulate in termini generici.

Nell’esame della domanda la Banca valuterà anche la presenza di ulteriori requisiti preferenziali tra cui:

  • Affidabilità dell’ente richiedente
  • Onorabilità di coloro che ricoprono cariche negli enti richiedenti
  • Carattere rilevante e innovativo dell’iniziativa

Tutta la documentazione dovrà pervenire agli Uffici della Banca d’Italia, Servizio Segreteria particolare del Direttorio e comunicazione, Divisione Rapporti istituzionali, via Nazionale 91, 00184 Roma.

Destinatari della misura sono soggetti pubblici e privati come le Associazioni, Fondazioni e Istituzioni senza finalità di lucro. Non possono essere destinatari dei contributi gli Enti e le società con finalità di lucro e i soggetti e organismi che costituiscono emanazione di formazioni politiche o sindacali.

Gli enti territoriali possono ricevere contributi solo per iniziative di carattere straordinario e di particolare utilità sociale.

Verranno esaminate unicamente le iniziative che prevedano il coinvolgimento di più soggetti che contribuiscono finanziariamente alla realizzazione del progetto.

La presentazione delle domande è annuale e dovrà tenere conto che:

  • le domande presentate dal 1° gennaio al 28 febbraio saranno istruite e decise entro il mese di giugno, con erogazione nel mese di luglio;
  • quelle presentate dal 1° luglio al 31 agosto saranno istruite e decise entro il mese di dicembre, con erogazione nel mese di gennaio.

L'esame istruttorio è svolto da una commissione interna alla Banca, le cui funzioni segretariali fanno capo al Servizio Segreteria particolare del Direttorio e comunicazione, Divisione Rapporti istituzionali.

I risultati dell'istruttoria sono rassegnati all'organo decisionale competente, che è il Direttorio per interventi sino a € 25.000, il Consiglio superiore per interventi oltre tale importo.

Il contributo che la Banca deciderà di assegnare è libero e potrà essere al massimo pari a 1/3 dell’intero fabbisogno dell’iniziativa.

Il bando completo e la relativa modulistica sono disponibili sul sito

 

Per essere costantemente aggiornato sulle più rilevanti opportunità a livello nazionale, consulta la sezione Bandi e concorsi di Cliclavoro!

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: