provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

ECCO, il progetto di Legambiente per l'economia circolare

Innovazione all’insegna dell’economia verde, aumento della sostenibilità e sviluppo delle competenze. Tutto questo è presente nel progetto ECCO (Economie Circolari di Comunità), varato da Legambiente attraverso un programma dettagliato e ambizioso che si svilupperà grazie alla rete dei Ri-Hub, ovvero i centri di cambiamento territoriali presenti in diverse città italiane. ECCO punta ad aumentare la conoscenza dei cittadini sulle opportunità economiche dell’economia circolare e a favorire nei nuovi settori l’occupazione di giovani e disoccupati.

Il progetto è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e nelle 13 località dove sono attivi i Ri-Hub (Alpignano, Milano, Vicenza, Gemona, Bologna, Grottammare, Pescara, Campi Bisenzio, Roma, Succivo, Potenza, Palermo e Maruggio) sono previsti incontri per l’orientamento professionale, 26 giornate in totale nelle scuole, centri per l’impiego e centri di aggregazione giovanile. In tutte le regioni italiane si organizzeranno inoltre appuntamenti con esperti di economia circolare, che coinvolgeranno cittadini, imprese, camere di commercio e amministratori pubblici.

Il programma ECCO ha l’intenzione di aumentare la competenza dei tutor e dei docenti nell’orientare i cittadini verso professioni verdi. Verrà svolta una formazione online ai docenti: in cantiere figurano laboratori per facilitare la progettazione condivisa dei percorsi di orientamento e di alternanza scuola-lavoro. Gli insegnanti riceveranno strumenti e modalità funzionali alla formazione delle competenze trasversali, mediante la realizzazione di percorsi e progetti collaborativi attivati con il territorio. In collaborazione con la Luiss Business School inoltre saranno organizzati dei seminari di autoimprenditorialità, uno in ogni località dei Ri-Hub. La durata dei progetti è di 18 mesi a partire dall’attivazione.

Secondo le stime più recenti, in Italia l’economia circolare vale circa 88 miliardi di euro di fatturato, con 575mila lavoratori impiegati. Le direttive promosse dall’Unione europea – con gli investimenti a esse collegate – puntano sull’economia circolare per raggiungere i target di riciclo stabiliti: fino al 65% per i rifiuti solidi urbani e il 70% degli imballaggi entro il 2035. Per di più, dall’economia circolare si attendono risparmi per le imprese (600 miliardi l’anno), nuova occupazione (da 500mila a un milione di nuovi posti di lavoro) e benefici per qualità dell’ambiente (tra il 2% e il 4% del taglio delle emissioni di gas serra).

Le professionalità che verranno formate per mezzo dei progetti ECCO sono diverse, fra cui:

  • Ciclomeccanico
  • Preparatore al riutilizzo
  • Ideatore di prodotti cicloturistici
  • Riparatore di mobilio/oggetti
  • Urban Gardener
  • Ristoratore green
  • Ideatore di eventi green
  • Agricoltore Bio.

Ma tra le mission di ECCO c’è anche la volontà di contribuire al miglioramento della qualità ambientale all’interno delle città, riducendo la quantità dei rifiuti urbani e sperimentando nuove forme di inclusione e innovazione sociale fondate sul concetto di community welfare.

Per partecipare a ECCO in qualsiasi forma è necessario mettersi in contatto direttamente con i Ri-Hub o compilare una scheda di iscrizione (o di progetto). Il calendario completo dei corsi sarà disponibile sul sito creato per l’occasione o sulla pagina Facebook di ECCO.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: