provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Formazione e lavoro: l'impegno dei privati

È passato un anno dall’inizio della pandemia e siamo ancora in emergenza sanitaria. Gli sforzi per sostenere l’economia e con essa l’occupazione sono elevati, soprattutto da parte delle istituzioni che soprattutto a livello centrale ma anche territoriale elargiscono aiuti e sostegno economico. Negli ultimi tempi, tuttavia, per sostenere l’occupazione, gravemente colpita dalla situazione emergenziale, si stanno affacciando altri enti, aziende e fondazioni, a carattere privato, grazie a iniziative di varia natura.

Su tutte, resta centrale la formazione dei lavoratori. A questo riguardo, la Fondazione Johnson & Johnson ha recentemente lanciato Health4U, un programma di formazione e orientamento alle carriere universitarie e al mondo del lavoro, con un focus sui temi della salute, del benessere e delle scienze della vita, promosso in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale.

L’iniziativa, che coinvolgerà oltre 10mila giovani su tutto il territorio nazionale, è rivolta agli studenti italiani delle scuole secondarie di secondo grado, per guidarli alla scoperta dei cambiamenti che stanno trasformando il settore sanitario, dalle nuove professioni alle applicazioni delle tecnologie abilitanti. Il percorso, che prevede la partecipazione di esperti provenienti dal mondo universitario, ospedaliero e delle associazioni pazienti, si sviluppa in 14 moduli online in modalità webinar. In particolare, il programma mira ad avvicinare i giovani alle professioni sanitarie, un ambito le cui carenze sono state accentuate durante la pandemia. Proprio l’emergenza scaturita dalla diffusione del Covid-19, tuttavia, ha fatto sì che le professioni mediche abbiano riconquistato una nuova dimensione strategica, rinnovata alla luce delle competenze digitali e degli strumenti più recenti in materia di Intelligenza artificiale e analisi dei dati. Il Politecnico di Milano ha diffuso come ci sia una grandissima richiesta nelle aree di bioingegneria e life science. E per promuovere l’alta formazione universitaria nelle scienze della vita, la Fondazione Dompé ha da poco stanziato due milioni all’anno, incrementabili, per borse di studio agli studenti più meritevoli. Le borse coprono le spese universitarie e, parzialmente, di mantenimento per tutto il percorso di studi. Oltre che con il Politecnico del capoluogo lombardo, la Fondazione ha stretto accordi con le Università Statale di Milano e Bocconi; le Università degli Studi dell’Aquila e della Campania. Al progetto si aggiungono inoltre ulteriori due borse di studio, da assegnare, per dottorati alla Queen Mary di Londra e alla Sapienza di Roma con la Temple University di Philadelphia.

Ancora, nell’ottica della formazione dei lavoratori da parte dei privati, è da segnalare ancora il progetto lanciato da Deloitte, con il nuovo programma Impact for Italy. L’azienda, inoltre, ha organizzato numerose iniziative dedicate alla crescita del Sistema Paese coinvolgendo i principali stakeholder di settore e anche Istituzioni e Governo. Tra le principali  la quarta edizione dell’Innovation Summit, che ha ribadito l’importanza di declinare le riflessioni che riguardano l’ambito dell’innovazione attraverso uno sguardo diverso, mettendo la persona al centro del cambiamento e dei nuovi processi tecnologici, e la prima edizione dell’Osservatorio di Fondazione Deloitte, con cui il network ha acceso i riflettori sull’importanza dell’educazione e formazione delle materie STEM. Nel corso del primo evento organizzato in tale ambito è stata presentata una ricerca esclusiva sul tema alla presenza di istituzioni, mondo accademico, terzo settore e business community. Il gruppo può contare anche sul progetto DIGITA, Academy nata dalla collaborazione tra Deloitte e l'Università di Napoli Federico II con l’obiettivo di fornire a giovani talenti le competenze necessarie a colmare il gap tra le aziende e l’ecosistema Digital e Industry 4.0. L’Academy, giunta alla sua quarta edizione, costituisce un esempio virtuoso ed esemplare di collaborazione fra atenei e aziende per la formazione delle professioni digitali del futuro sul territorio campano. Ancora, il progetto “Empowerment Sicilia” portato avanti dalla Regione Siciliana e Deloitte con l’obiettivo di fare incontrare le esigenze delle nuove generazioni e il mondo produttivo e sociale siciliano realizzando un percorso integrato di attività di orientamento al lavoro, formazione e tirocini, diretto a tutti i minori non accompagnati stranieri presenti sul territorio regionale. Impegni e iniziative che confermano la centralità della formazione e gli investimenti che in questa direzione vengono svolti dalle aziende italiane.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: