provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Global Change Award 2016

Acquistare, utilizzare e smaltire, in una parola consumare, è un processo che sta mettendo a dura prova il nostro pianeta. C’è bisogno di un cambiamento ed è significativo che un segnale forte stia giungendo proprio dal settore della moda, parte della nostra identità culturale e individuale. Questo indirizzo può svolgere un ruolo determinante per stimolare lo sviluppo di modelli di business circolari con un efficiente utilizzo delle risorse. Come si può limitare l’impatto sull’ambiente? Il problema della sostenibilità del pianeta interessa sempre di più l’industria.

Sviluppi favorevoli sono in corso nel settore della moda dove le aziende stanno iniziando a ripensare il loro business, le strategie, le catene di fornitura e i processi di produzione. Si testano nuovi materiali e nuovi modelli di business. Molti marchi si stanno muovendo nella direzione di un nuovo modo di concepire l’industria, dove i prodotti sono progettati e realizzati con materiali sicuri.

In questo contesto nasce nel 2015 il premio Global Change Award indetto dalla non-profit H&M Foundation, oggi giunto alla sua seconda edizione. Una sfida tutta innovativa con la quale il premio punta a stimolare idee innovative, geniali e soprattutto eco-sostenibili in grado di dare un taglio netto alla cattiva piega del consumo fine a se stesso. Il cotone di scarto diventa un nuovo tessuto di qualità, un batterio è in grado di dividere il poliestere dalle altre fibre e poi la possibilità di adoperare in qualità di fibra le alghe e gli scarti ricavati dalle spremute di agrumi. Questi alcuni progetti premiati nella scorsa edizione sulla cui scia è possibile vagliare nuove soluzioni di sostenibilità contribuendo a reinventare il settore del tessile, a stimolare la moda con il nobile scopo di salvaguardare la Terra e le nostre condizioni di vita. Il premio Global Change vuole dare il suo contributo significativo e accelerare un cambiamento vantaggioso, perché proprio come in natura assistiamo ad un perenne divenire, si chiede agli innovatori di mirare con creatività verso un percorso nuovo volto alla circolarità e alla sostenibilità.

Quest’anno sono state aggiunte nuove categorie tra cui scegliere, dunque non solo riciclo ma Circular Business Models, e cioè idee su come riutilizzare, riparare, condividere, digitalizzare o prolungare la vita dei prodotti; poi Circular Materials, creazione di nuove fibre, nuove tecniche di riciclo, sostituti della pelle e, infine, Circular Processes, nuovi metodi rispetto a prodotti chimici, acqua e tintura, così come la produzione localizzata, la stampa 3D e i servizi on demand.

Saranno cinque i progetti da sviluppare e che saranno premiati con un milione di euro.

A valutare i migliori progetti vi sarà una giuria di esperti del settore. La votazione avverrà online. Il risultato della votazione sarà annunciato nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà a Stoccolma ad Aprile 2017.

I vincitori saranno supportati economicamente e, inoltre, avranno accesso ad un servizio di consulenza di un anno organizzato dalla H&M Foundation, con la collaborazione Accenture e KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma. La consulenza ha la finalità di garantire lo sviluppo rapido e autonomo delle innovazioni.

Il termine per l’invio delle candidature è fissato al 31 ottobre 2016. La selezione delle idee avverrà tra il 1 novembre 2017 e il 2 aprile 2017. La votazione pubblica online si svolgerà dal 27 marzo 2017 al 2 aprile 2017.

Le candidature vanno effettuate sulla piattaforma online.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: