provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

I progetti di cittadinanza attiva per salvaguardare l'ambiente

Salvaguardare l’ambiente attraverso progetti che tengano insieme la tutela della biodiversità e le esigenze di recupero del territorio, in un’ottica di sviluppo sostenibile. È questa l’intenzione che anima diverse iniziative rivolte a organizzazioni del Terzo Settore, un comparto da sempre vivace, caratterizzato da una forte partecipazione dal basso. Il solco è quello tracciato dall’Agenda 2030 stabilita dall’ONU attraverso 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile, attraverso una serie di target per la crescita sociale ed ambientale, con oltre 200 indicatori per monitorare l’andamento dei singoli Paesi. Un attivismo che trova conforto nelle cifre. Del resto, secondo i dati l’ultimo censimento ISTAT (completato nel 2019), le istituzioni non profit attive in Italia sono circa 335mila, con un impiego di oltre 5 milioni di volontari e quasi 800mila dipendenti: per prendere parte a servizi che nella maggior parte dei casi vengono erogate a persone in situazione di disagio economico o sociale, oltre che per la protezione e la tutela dell'ambiente.

Proprio per intercettare questo fermento, sono attivi diversi progetti con l’obiettivo di stimolare e sostenere ulteriormente le iniziative che nascono nel variegato mondo del Terzo Settore. È il caso di
Impatto+, un bando per progetti di cittadinanza attiva con particolare riferimento ad ambiente e cambiamento climatico. Lanciato da Banca Etica insieme a Etica Sgr, Impatto+ intende cofinanziare in crowdfunding persone under 35 con progetti di attivismo civico e cittadinanza attiva finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente e alla lotta al cambiamento climatico. Il bando è rivolto ad enti ed organizzazioni (tra cui associazioni, ong, enti del terzo settore, organismi di volontariato, società cooperative, imprese sociali, società benefit, gruppi di acquisto solidale) con sede nel territorio nazionale. Il gruppo promotore deve essere composto da almeno tre persone che non abbiano compiuto il trentacinquesimo anno di età alla data di presentazione della candidatura. In particolare, verranno presi in considerazione soprattutto progetti che riguardino la realizzazione di:

- Azioni concrete di mobilitazione dei cittadini per l’ambiente
- Mobilitazioni e flash mob
- Progetti educativi
- Attività per la Scuola, con i quartieri
- Attività di monitoraggio civico su progetti della Pubblica amministrazione
- Azioni di marketing e comunicazione orientata alla promozione di valori oggetto del Bando
- Attività di volontariato e animazione sociale.

Per candidare la propria idea di attivismo civico e accedere all’opportunità di cofinanziamento garantita da Impatto+, c’è tempo fino al 15 novembre prossimo. Successivamente, alla chiusura del bando, una Commissione selezionerà i progetti vincitori, che riceveranno una formazione mirata e potranno avviare una raccolta fondi dedicata su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Durante il processo di selezione, la Commissione valuterà i progetti proposti sulla base di criteri quali la coerenza con il focus del bando, la capacità di coinvolgere e attivare un ampio numero di persone, l’originalità, la sostenibilità economica e l’impatto sociale e ambientale.  Le iniziative che riusciranno a raggiungere il 75% del budget previsto, riceveranno da Etica Sgr il restante 25%, fino a un massimo di 7.500 euro. Sempre restando nel campo dello sviluppo sostenibile, dall'Istituto di ricerca Ganassini, in particolare dalla divisone Social Responsibility del gruppo, è stato attivato il bando "#Ambienti-Amo Il Futuro", ideato per la tutela del paesaggio e della biodiversità.

Obiettivo della call è quello di sviluppare e promuovere progetti e attività con finalità ecologica: i partecipanti al progetto dovranno esercitare le proprie azioni nel settore dell'ambiente, tanto a livello di mission aziendale quanto declinandole in progetti specifici di marketing. Prendere parte al bando è semplice e innovativo: occorre innanzitutto compilare il modulo disponibile sul sito dedicato, candidando il proprio progetto, caricando foto e documenti a sostegno; quindi, occorre attendere l'approvazione da parte della giuria competente e successivamente ottenere i voti dal pubblico sufficienti a far decollare l'iniziativa. L'Istituto Ganassini, insieme a una giuria di esperti, selezionerà infine il miglior progetto da sostenere con una donazione di 5mila euro.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: