provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Imprese e competitività, 180 milioni per ricerca e sviluppo

Si sono aperti i termini per partecipare al Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020 FESR. Disciplinato con il decreto ministeriale del 1 giugno 2016, il PON I&C è dedicato ai progetti di ricerca e sviluppo da realizzarsi nelle Regioni italiane meno sviluppate come Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia e nelle Regioni in transizione quali Abruzzo, Molise e Sardegna.

La dotazione finanziaria ammonta a 180 milioni di euro di cui: 

  • 150 milioni per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni meno sviluppate
  • 30 milioni per i progetti di ricerca e sviluppo realizzati nelle regioni in transizione.

Il programma ha come finalità la realizzazione di nuovi prodotti, processi o lo sviluppo di servizi esistenti, attraverso la concessione di agevolazioni in favore di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione per la competitività delle piccole e medie imprese utili al sistema produttivo delle aree interessate dal bando.

Queste le tecnologie previste: Tecnologie dell’informazione e della comunicazione; nanotecnologie; materiali avanzati; biotecnologie; fabbricazione e trasformazioni avanzate; spazio; tecnologie volte a realizzare gli obiettivi prioritari come le “Sfide per la società” e dunque salute, cambiamento demografico e benessere, sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile etc.

Beneficiari del programma sono: imprese, organismi di ricerca, liberi professionisti e spin off.

Per quanto riguarda le imprese, possono partecipare quelle che svolgono:

  • Attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi
  • Attività di trasporto per terra, o per acqua o per aria
  • Attività agro-industriali
  • Attività ausiliarie delle precedenti
  • Attività di ricerca.

Possono accedere al finanziamento anche i Progetti Seal of Excellence - Horizon 2020, ossia quei progetti presentati nella fase 2 del Programma Strumento PMI - Horizon 2020, a cui è stato riconosciuto un sigillo di eccellenza, se portatori dei requisiti previsti dal decreto.

Il programma prevede un finanziamento agevolato del 20% dei costi ammissibili con un tasso del 20%. 

Il contributo diretto è così articolato per quanto riguarda l’attività di ricerca industriale: 60% per le piccole imprese; 50% per le medie imprese; 40% per le grandi imprese; 47% per gli organismi di ricerca.

Per le attività di sviluppo sperimentale il contributo è il seguente: 35% per le piccole imprese; 25% per le medie imprese; 15% per le grandi imprese; 22% per gli organismi di ricerca.

Saranno ammessi i progetti che prevedono costi e spese superiori a 800.000 euro e fino a 5 milioni di euro con una durata dai 18 mesi ai 36 mesi.

Queste le spese ammissibili: personale; strumenti e attrezzature; servizi di consulenza; spese generali (25% dei costi ammissibili); materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

Per partecipare occorre presentare La domanda esclusivamente per via telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00, dal lunedì al venerdì, a partire dal 17 ottobre 2016.

Per ulteriori informazioni e per partecipare visita il sito.

  

Vuoi conoscere gli incentivi previsti dalla legge e i finanziamenti anche europei messi a disposizione delle aziende? Consulta la sezione di Cliclavoro dedicata! 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: