provincia di: Tutte
Seguici su:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Inclusive Growth: il 2017 punta sui giovani

Parte il sesto appuntamento dedicato dalla Commissione Europea alla crescita inclusiva che quest’anno si concentrerà sui giovani. Dopo lo scorso anno dedicato al Pilastro dei Diritti Sociali, l’incontro del 2017 è rivolto ai ragazzi e, come sempre, si terrà a Bruxelles.

Gli appuntamenti annuali nascono con l’obiettivo di rispondere alla domanda: come può l’Europa assicurare che i suoi cittadini possano godere dei benefici di una società realmente inclusiva? Un’inclusione basata sul concetto del “no one is left behind” - nessuno è lasciato indietro - in cui la lotta alla povertà e alla disoccupazione vanno di pari passo.

Per un’intera giornata, il 24 aprile 2017, i rappresentanti degli Stati membri e della società civile affronteranno il problema dell’inattività giovanile e dei rischi legati alla loro esclusione dal mondo socio-economico. Al termine del confronto saranno adattate le raccomandazioni per i policy maker nazionali, in modo da dare risposte concrete ai cittadini europei più giovani.

L’evento potrà essere seguito da Twitter attraverso l’hashtah #ACIG2017 e sul sito della Commissione, dove saranno disponibili anche i documenti conclusivi.

La sessione plenaria sarà aperta da Marianne Thyssen, Commissario per l’Occupazione e gli Affari Sociali e, in chiusura, interverrà Valdis Dombrovskis, Vice-Presidente per l’Euro e il Dialogo Sociale.

Parallelamente, una serie di seminari approfondiranno il tema dell’inclusione giovanile nelle sue molteplici sfaccettature:

  • Offrire dei percorsi di qualità per i giovani
  • Investire nei bambini e rompere il circolo vizioso dell’emarginazione: garantire un futuro migliore
  • L'equità intergenerazionale e la lotta contro la povertà: far funzionare il modello sociale europeo sia oggi che domani
  • Le sfide dell’inclusione sociale dei giovani in aree urbane
  • L’inclusione sociale dei giovani con disabilità.

Durante la giornata si svolgeranno anche degli eventi collaterali per favorire il network europeo, permettendo ai partecipanti di scambiarsi le loro esperienze.

La politica sociale europea si basa proprio su un approccio partecipativo integrato (social OMC) tra i settori dell’inclusione sociale, dell'assistenza sanitaria e delle pensioni. L’idea è di realizzare un processo di cooperazione politica basato sulla definizione di comuni obiettivi e indicatori di efficacia che punti anche ad una stretta collaborazione con le parti sociali e la società civile.

Analisi, confronto e scambio: le tre parole che sintetizzano questo appuntamento che vuole ricordare l’importanza delle politiche sociali nella costruzione del progetto europeo.

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: