provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

La Convention dedicata alla Scuola del futuro

Anche quest’anno il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e la Fondazione Idis - Città della Scienza organizzano “Smart Education & Technology Days – 3 Giorni per la Scuola, l’appuntamento annuale dedicato alla scuola che fa, che innova e che riflette su se stessa e sui propri mutamenti, in programma dal 28 al 30 ottobre 2015 negli spazi di Città della Scienza di Napoli.

La convention, giunta alla sua XIII edizione, mette al centro le esigenze del mondo della scuola e le possibilità formative più in linea con l’evoluzione tecnologica, ma anche gli orientamenti della Scuola del futuro.


A chi si rivolge?

Le tre giornate sono interamente dedicate alla scuola, ai suoi saperi e alle sue sfide: docenti, dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado, studenti, educatori e formatori si confronteranno con istituzioni, realtà associative e professionali, aziende produttrici di beni e servizi per il mondo della scuola, della didattica e della formazione.

L’evento rientra nelle attività di sostegno alla diffusione e valorizzazione della cultura scientifica, definite dal Protocollo d’Intesa sottoscritto il 26 marzo 2012 dalla Fondazione Idis-Città della Scienza e dal MIUR.

L’appuntamento ha assunto, da anni, l’aspetto di una mostra-convegno, affiancando ad una vasta area espositiva delle offerte didattiche, un nutrito programma di conferenze, incontri, seminari, workshop e laboratori multidisciplinari di innovazione didattica che offriranno l’occasione di condividere modelli efficaci, buone pratiche e una cultura della pedagogia innovativa, che utilizza in modo intelligente le nuove tecnologie.


Quali sono le tematiche dell’edizione 2015?

In coerenza con l’idea che la vera innovazione a scuola affondi le sue radici nella professionalità degli insegnanti e nella qualità dei loro metodi di insegnamento, l’edizione 2015 del convegno sarà incentrata sull’utilizzo dei nuovi strumenti tecnologici e metodologici, in particolare quelli digitali. Ecco le tematiche affrontate:
  • La scuola  si aggiorna: la formazione continua obbligatoria con al centro i docenti che fanno innovazione attraverso il confronto fra pari
  • Le nuove alfabetizzazioni: coding e pensiero computazionale nella scuola primaria e piano “Digital Makers” nella scuola secondaria
  • La scuola fondata sul lavoro: alternanza scuola-lavoro, estensione dell’impresa didattica, consolidamento delle esperienze di apprendistato sperimentale
  • La scuola presidio di civiltà:  le iniziative nelle scuole per la lotta al bullismo, all’omofobia, alla discriminazione di genere
La promozione della XIII edizione di Smart Education & Technology Days -3 giorni per la scuola è già partita con l’organizzazione di eventi in diverse città d’Italia, in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali, Enti locali, Università, Associazioni e Centri di ricerca.

Dal 20 marzo al 25 maggio il road show di presentazione si è snodato lungo l’Italia. E ogni incontro è stato caratterizzato da vivaci discussioni sulle prospettive della didattica laboratoriale, alla luce delle innovazioni indotte dalle tecnologie digitali e delle opportunità didattiche fornite dalla fabbricazione digitale e dai Makers.

Nel corso delle tappe nelle principali città italiane, sono stati presentati i quattro bandi dedicati alle scuole:
  1. Parola alle scuole che consentirà ai docenti di presentare le loro più significative esperienze didattiche nel corso delle sessioni tematiche della convention di ottobre

  2. PIC NIC della Scienza e della Tecnologia rivolta a intere classi o a gruppi di studenti che vengono invitati a presentare le proprie attività sperimentali in un vero e proprio pic-nic scientifico

  3. Prevenzione e Salute che prevede la progettazione di un exhibit interattivo o di un prodotto multimediale sulle tematiche connesse alla prevenzione di malattie e comportamenti riguardanti i giovani (alcohol, uso di sostanze, obesità) al fine di accrescere quelle conoscenze e competenze che sono atte a promuovere la salute e il benessere individuale e collettivo

  4. Pensiero Computazionale in ambito educativo, che invita i docenti a ideare, progettare e realizzare un prodotto multimediale funzionale allo svolgimento di attività volte all’apprendimento delle basi della programmazione  

Perché è interessante partecipare?

Per entrare a far parte di un network che mette al centro le esigenze e gli obiettivi del mondo della scuola e le possibilità formative più in linea con l’evoluzione tecnologica e l’innovazione didattica.

Il consolidamento dell’alfabetizzazione scientifica, oltre ad essere una dimensione pedagogica, ha una forte valenza culturale, perché in un mondo globalizzato, per perseguire gli obiettivi di crescita e innovazione del Paese, occorre migliorare, in primo luogo, i livelli d’istruzione, con particolare riguardo all’ambito tecnico-scientifico.

E la sfida si proietta sul lungo periodo in quanto– sottolinea Vittorio Bo, direttore scientifico del Festival delle Scienze – il vero obiettivo è “mettere in dubbio il falso mito secondo cui la scienza sia esatta. Invece è sempre in continua evoluzione e apre a nuove domande.

Il termine per la presentazione delle proposte è fissato per il 30 giugno 2015.

Per una visione approfondita dei bandi di Smart Education & Technology Days 2015, consulta il sito della manifestazione oppure contatta il Contact Centre della Fondazione Idis-Città della Scienza al numero 081 7352220 – 222 – 258 - 259.


Ti interessa saperne di più? Guarda il video promozionale della Convention!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: