provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

La Strategia di Specializzazione Intelligente

L’innovazione riveste un ruolo di primo piano per lo sviluppo dei territori. Per aiutare le Regioni europee nel processo di modernizzazione industriale la Commissione Ue ha lanciato la “Smart Specialisation Strategy”, detta anche strategia di specializzazione intelligente (S3).  

L’obiettivo è quello di incoraggiare le Regioni dell'Unione a concentrare gli investimenti cofinanziati dai fondi Ue su settori in grado di dare impulso allo sviluppo territoriale e di favorire il raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020.

Nell'ambito della Politica di Coesione 2014-2020, la definizione di una Strategia di specializzazione intelligente per l'innovazione e la ricerca rappresenta un requisito fondamentale per l'accesso ai finanziamenti Ue, in particolare del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

Attraverso la nuova piattaforma, le Regioni potranno avere accesso a documenti e linee guida utili allo sviluppo di una strategia, entrare in contatto con i rappresentanti di altre Regioni europee, avere accesso alle migliori pratiche, sviluppare progetti collaborativi e partecipare a incontri online.

Lo strumento può essere utilizzato, ad esempio, per combinare diversi strumenti di investimento, come i programmi Horizon 2020 e COSME, l'Efsi (Fondo europeo per gli investimenti strategici) e il Fei (Fondo europeo per gli investimenti), destinati alla creazione o alla condivisione di Fab-Lab, data centre o impianti pilota.

La Smart Specialisation Strategy, attraverso l’incrocio tra aree tematiche nazionali e specializzazioni regionali, si propone di concentrare al massimo gli interventi in grado di orientare il sistema produttivo su alcune specifiche e più significative traiettorie tecnologiche di sviluppo.

Nello specifico, le Regioni di tutti gli Stati membri devono preparare un documento che delinei, a partire dalle capacità di cui dispongono, la propria S3, valorizzando i propri settori produttivi di eccellenza.

La S3 nazionale individua alcune aree tematiche nazionali, che rappresentano i nuovi mercati di riferimento:

  • Industria intelligente e sostenibile, energia e ambiente
  • Salute, alimentazione, qualità della vita
  • Agenda Digitale, Smart Communities, Sistemi di mobilità intelligente
  • Turismo, Patrimonio culturale e industria della creatività
  • Aerospazio e difesa

Questi macrosettori si declinano in 12 aree di specializzazione regionali, che esprimono le vocazioni scientifiche e produttive di eccellenza dei territori, individuate in un rapporto realizzato da Invitalia e promosso da Agenzia per la Coesione Territoriale, Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e Ministero dello Sviluppo economico: aerospazio; agrifood; blue growth; chimica verde; design, creatività e made in Italy; energia; fabbrica intelligente; mobilità sostenibile; salute; smart, secure and inclusive communities; tecnologie per gli Ambienti di Vita; tecnologie per il Patrimonio Culturale.

Le Regioni europee già registrate nella nuova piattaforma sono 168.

 

Sai come accedere ai fondi europei? Consulta la scheda di Cliclavoro dedicata ai “Finanziamenti europei

 

Per saperne di più!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: