provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Premio UE per le città accessibili

Riapre l’edizione 2017 dell’Access City Award, meglio noto come Premio Europeo per le Città Accessibili, un appuntamento imprescindibile per coloro che nell’Unione Europea si occupano di politiche per l’inclusione con particolare riguardo alle persone diversamente abili e agli anziani.

Con l’edizione 2016 sono state previste anche due menzioni speciali: una riguarda l’accessibilità nei luoghi di lavoro mentre l’altra riguarda il tema delle smart cities.

Il premio è stato lanciato nel 2010 dalla Commissione Europea, insieme al Forum europeo della disabilità, per premiare le città europee che si sono distinte nel garantire accessibilità a tutti i cittadini, incoraggiando l’integrazione e la fruibilità dello spazio urbano a vantaggio di tutti.
La creazione di ambienti all’interno dei quali le persone possano vivere dignitosamente e autonomamente assume un’importanza cruciale. Si stima che circa 80 milioni di persone nell’Unione Europea presentino delle disabilità; e questo numero è destinato ad aumentare dato l’incalzante invecchiamento demografico.

Nelle precedenti edizioni, oltre 250 città hanno presentato la domanda di partecipazione; di queste, 33 hanno ottenuto un riconoscimento.
L’edizione 2016 del Premio è stata vinta dalla città di Milano, seguita da Wiesbaden (Germania) e Tolosa (Francia). Il capoluogo lombardo Milano è stato premiato per i suoi eccellenti sforzi in tema di inclusione ed innovazione sociale, per l’impegno in progetti volti a promuovere l’occupazione delle persone con disabilità motorie, sensoriali e con ridotte capacità di movimento.

Ambiti e Strategie

Le strategie adottate, volte a favorire una vita indipendente all’insegna dell’uguaglianza, devono rendere migliore l’accessibilità dell’ambiente urbano in quattro ambiti:

  • Ambiente costruito e spazi pubblici
  • Trasporti e relative infrastrutture
  • Nuove tecnologie (TIC)
  • Strutture e servizi pubblici

Chi può partecipare?

Al concorso possono partecipare le città dell’EU con una popolazione superiore ai 50 mila abitanti. Negli Stati membri con meno di due città di tale dimensioni, possono partecipare aree urbane composte da due o più comuni, sempre che la popolazione complessiva sia superiore ai 50 mila abitanti.
Grazie a questa iniziativa le città dell’UE hanno l’opportunità di valutare i pregi e i difetti delle loro città in termini di accessibilità e di avviare così un circolo virtuoso basato sulla condivisione di buone prassi.

Selezione e Premiazione

La selezione avverrà in due fasi: è prevista una preselezione a livello nazionale a cui farà seguito una selezione a livello europeo.
Nella fase a livello europeo, una giuria di esperti selezionerà, tra le città prescelte a livello nazionale (massimo tre città per Paese), le vincitrici del primo, secondo e terzo premio.  A due città sarà assegnato un riconoscimento speciale nelle seguenti categorie:

  • La menzione speciale nella categoria “Accesso al lavoro” premierà gli sforzi delle città volti a garantire che i servizi pubblici per l’impiego e le iniziative nel settore privato facilitino l’inserimento nel mondo del lavoro e rendano accessibili alle persone con disabilità le informazioni sulle posizioni aperte. Le iniziative possono consistere, ad esempio, nel migliorare l’accessibilità dei posti di lavoro e dei trasporti per l’intero tragitto casa-lavoro.
  • La menzione speciale nella categoria “Smart city accessibili” riconoscerà gli sforzi compiuti dalle città nel percorso verso un’intelligenza urbana all’insegna dell’inclusione, in particolare assicurando che le tecnologie, l’interfaccia utente e i relativi servizi siano accessibili a tutte le persone, in linea con i principi della progettazione universale.

Quest’anno la cerimonia di consegna dei premi alle cinque città europee vincitrici avrà luogo il 29 Novembre 2016 a Bruxelles, in occasione della conferenza per l’annuale “Giornata europea delle persone disabili”.

Quali i termini per le scadenze?

Per candidarsi, occorre compilare il modulo di candidatura online in lingua inglese, francese o tedesca entro l’8 settembre 2016. La nota orientativa e le regole per la partecipazione sono disponibili in tutte le lingue ufficiali dell’UE. La scadenza che hanno le città per presentare la candidatura è fissata per (a mezzanotte, ora di Bruxelles).

Continuare a premiare le città che hanno favorito e promosso l’accessibilità adottando misure efficaci per migliorare la fruibilità, significa anche continuare ad avviare il circolo virtuoso di buono esempio e ispirazione verso le città che potrebbero trovarsi alle prese con criticità simili.

Consulta la sezione di Cliclavoro sui Green Jobs per approfondire le tematiche della gestione integrata dei rifiuti; l’edilizia e la mobilità sostenibile; l’energia da fonti rinnovabili; l’agricoltura sostenibile e agro-energie; il territorio e turismo sostenibile; le Smart City e le  Eco-Innovazioni

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: