provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Promozione agricola: oltre 128 milioni dall'UE

Ammontano complessivamente a 128,5 milioni di euro le risorse messe a disposizione dalla Commissione Europea nel 2017 per finanziare la promozione dei prodotti agroalimentari sul mercato europeo e sui mercati esteri.

Il sostegno per lo sviluppo rurale è costituito dal secondo pilastro della politica agricola comune, che mette a disposizione degli Stati membri una dotazione finanziaria UE da gestire a livello nazionale o regionale nell'ambito di programmi cofinanziati pluriennali. Per il periodo 2014-2020 sono previsti 118 programmi in tutti i 28 Stati membri, sostenuti da un finanziamento UE di 99,6 miliardi di EUR nell'ambito del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR). A queste misure si aggiunge poi un cofinanziamento supplementare nazionale, regionale e privato.

Nello specifico, i due nuovi bandi della Commissione Europea erogano sovvenzioni per azioni di informazione e promozione relative a:

  • Programmi semplici (85,5 milioni di euro), presentati da una o più organizzazioni proponenti dal medesimo Stato membro
  • Programmi multipli (43 milioni di euro), ovvero programmi presentati da una o più organizzazioni europee.

programmi possono essere presentati da:

  • Organizzazioni professionali o interprofessionali
  • Organizzazioni di produttori o associazioni di organizzazioni di produttori di cui agli articoli 152 e 156 del regolamento (UE) n. 1308/2013 e che sono state riconosciute da uno Stato membro 
  • Organismi del settore agroalimentare il cui obiettivo e la cui attività consistano nel promuovere i prodotti agricoli e nel fornire informazioni sugli stessi, e che siano stati investiti dallo Stato membro interessato di attribuzioni di servizio pubblico chiaramente definite in questo ambito.  

I proponenti devono essere stabiliti in uno degli Stati membri dell'Ue.

Per entrambe le tipologie di programmi sono ammissibili le seguenti azioni di informazione e di promozione: gestione del progetto; relazioni pubbliche; sito web, social media; pubblicità; strumenti di comunicazione (pubblicazioni, kit mediatici, video e gadget promozionali); eventi; promozione presso i punti vendita.

Le proposte di progetto devono essere scritte in una lingua qualsiasi dell’UE (di preferenza in quella/e dello Stato di origine del proponente) e avere una durata prevista compresa fra 1 e 3 anni.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande relative ai due bandi è il 20 aprile 2017, ore 17:00 CET.

La Commissione europea sta organizzando una sessione informativa, il 31 gennaio a Bruxelles, per presentare esempi di programmi di successo e supportare tutti i potenziali beneficiari a definire meglio il loro progetto.

 

Agristilista, agritata, agriestetista, agriwedding planner: scopri da vicino queste ed altre nuove professioni del comparto agricolo nell’ approfondimento di Cliclavoro dedicato a Le nuove professioni dell’Agricoltura!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: