provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

ProntoPro, un nuovo marketplace per i professionisti?

Il loro obiettivo è quello di portare tutti i professionisti sulla piattaforma e farla diventare la piazza principale della domanda e dell’offerta delle prestazioni delle partite Iva in Italia. ProntoPro ha un progetto molto ambizioso. La startup, nata nel 2015 e fondata dai 27enni Silvia Wang e Marco Ogliengo (in foto), sostiene di aver già generato 60mila collaborazioni, a fronte di 150mila committenti, per 430 categorie merceologiche e 100mila prestatori di servizi iscritti.

Di piattaforme che permettono ai singoli e alle aziende di intercettare clienti e ottenere collaborazioni in una determinata area geografica, tramite la geolocalizzazione, ne esistono diverse anche se spesso operano solo a livello locale.

Nessuna prima d’ora aveva però messo in discussione il primato di pagine gialle, il sito che mette insieme informazioni e recensioni su attività commerciali, professionisti, artigiani. “Per il primo anno di attività – spiega Silvia Wang, co-founder di ProntoPro – abbiamo seguito con molta attenzione i numeri di “pagine gialle”, monitorando le loro azioni commerciali sul territorio per conquistare nuovi professionisti, ma già da quest’anno non abbiamo più bisogno di farlo, perché la nostra rete commerciale è in contatto continuo con nuovi professionisti, via messaggio e su tutto il territorio nazionale”. E perché, sostiene Wang, ProntoPro è già diventata leader sul mercato italiano: “facciamo entrare solo i migliori nella nostra rete, ovvero il cliente “giusto”, non necessariamente il più economico”.

Tuttavia “pagine gialle” è ancora il primo aggregatore di domanda e offerta per collaborazioni  e attività commerciali, anche perché colleziona da ben cinquanta anni informazioni e recapiti di tutte le categorie professionali, dagli idraulici ai parrucchieri e ai professori privati di inglese; trasferendo tutto sul digitale dopo aver dismesso pochi anni fa i vecchi tomi gialli che venivano recapitati a casa. ProntoPro, tuttavia, ha dalla sua la praticità dell’applicazione: lanciata pochi giorni fa, consente ai professionisti di vedere le domande degli utenti attraverso notifiche push.

Ma vediamo come funziona il marketplace e perché una partita Iva (ma non solo loro) dovrebbe essere interessato a cercare lavoro su ProntoPro.

La piattaforma mette in contatto, tramite la geolocalizzazione, clienti e varie figure lavorative: dal fotografo al manovale, al restauratore di mobili antichi, all’insegnante di lingua, al trainer sportivo, allo specialista IT e altri ancora. Non c’è un limite alle categorie e ai settori di attività, purché il professionista sia in grado di dimostrare la propria esperienza e riesca a rispondere ad una richiesta di informazioni e/o preventivo entro 48 ore. Oltre questo tempo, l’utente potrebbe non essere più interessato a cercare una consulenza, soprattutto perché potrebbe rivolgersi ad altri, magari uscendo dal marketplace.

I clienti – ovvero coloro che richiedono un servizio attraverso ProntoPro – hanno un accesso illimitato e completamente gratuito alla piattaforma, mentre artigiani, commercianti e partite iva che vogliono proporre la propria prestazione, devono acquistare un pacchetto di crediti: ogni credito vale due euro (Iva esclusa). Con i crediti, a seconda della tipologia di servizio, la richiesta del mercato e il fattore geografico (in un grande centro urbano ci sarà più concorrenza e il prezzo della prestazione potrebbe scendere velocemente) elaborati dall’algoritmo di ProntoPro, il professionista può rispondere al cliente presentando un preventivo di spesa, magari dopo aver effettuato un sopralluogo o un incontro con chi richiede la prestazione. La piattaforma consentirà l’invio al cliente di soli 5 preventivi da parte di altrettanti professionisti, cercando così di impedire eccessivi ribassi dell’offerta.

Silvia Wang, in questo modo ProntoPro guadagna dalle prestazioni intermediate tra chi richiede e chi offre?

“L’iscrizione alla piattaforma è gratuita anche per i professionisti e per consentire di provare il nostro servizio innovativo offriamo un bonus di 10 crediti: quanto può servire per rispondere alle richieste dei primi clienti e l’invio di uno o più preventivi, a seconda degli indicatori geografici e merceologici che elabora la piattaforma. Una volta esaurito il credito in omaggio, si può procedere con l’acquisto di pacchetti da 2, 40, 80 e 300 crediti; questi consentiranno un potenziale matching, rispettivamente, con 1, 20, 40 e 150  clienti”.

Quello che potremmo chiamare, anche se impropriamente, la commissione sul servizio?

“Sì, se pur impropriamente, possiamo chiamarla in questo modo. Ed è comunque frutto di un’elaborazione che abbiamo svolto dal punto di vista commerciale, partendo dall’assunto: se un idraulico prende un incarico da 800 e investe un credito di 2 euro per rispondere al cliente, ha speso meno del 5% del compenso che potrebbe incassare. In media il nostro servizio è calcolato per essere più conveniente delle tradizionali commissioni di altre piattaforme”.

Quanti professionisti hanno acquistato il pacchetto da 300 crediti, in promozione su ProntoPro a 499 euro?

“È un dato sensibile dal punto di vista commerciale e che quindi non possiamo fornirlo, però posso dire che viene acquistato come secondo o terzo pacchetto dopo un mese e mezzo di attività svolta grazie a ProntoPro”.

Una volta che il professionista si è messo in contatto con il cliente, cosa succede?

“Può procedere con il sopralluogo e/o l’incontro per accordarsi con il cliente e poi eseguire il servizio per cui è incaricato/a. A seguito del quale potrà ricevere una recensione da parte dell’utente.
La piattaforma però non si occupa della transazione tra committente e prestatore, pertanto le due parti potranno procedere come meglio ritengono. Quello che noi facilitiamo è il contatto e fare in modo che il professionista si attivi per trovare una collaborazione attraverso il nostro sito, permettendo anche di ricevere recensioni se ha fatto un buon lavoro e guadagnare in visibilità. Nel caso si tratti di aziende e non solo di singoli, la piattaforma non prevede alcun vincolo: lasciamo in questo modo piena libertà sia nella trattativa che nelle modalità di erogazione del servizio. Se poi il cliente ha qualche segnalazione negativa da fare in merito ad un professionista, la raccogliamo e ci attiviamo per capire e gestire il problema. Nel caso se ne ravvedano le condizioni, il professionista verrà estromesso da ProntoPro”.

La startup ha già 90 dipendenti e state cercando nuove risorse. Che utili ha fatto la società fino ad ora?

“Diciamo che siamo ancora al secondo anno del nostro business plan e non possiamo ancora parlare di utili, però nel nostro consiglio di amministrazione è entrato Vito Lomele, fondatore di Jobrapido, da dieci anni sul mercato. Il nostro obiettivo, da qui ad un anno, è portare un milione di professionisti sulla piattaforma , generando un diffuso innalzamento del livello quantitativo di mercato”. 

Per capire l’esperienza fatta con ProntoPro, dal punto di vista del professionista, abbiamo intervistato David Vallasciani, iscritto da dicembre 2016. Vallasciani è un geometra di Monte Lupone, provincia di Fermo, in quella zona delle Marche martoriata dal terremoto del 2016.

Da qualche mese è iscritto a ProntoPro. Qual è la sua esperienza fino ad oggi?

“Ho iniziato per curiosità, reduce da anni molto duri. Avevo perso il lavoro, pur avendo lavorato per diverso tempo per un’azienda locale, impegnandomi sia nel settore amministrativo che a livello operativo. Dall’oggi al domani l’impresa mi ha licenziato e mi sono ritrovato a 40 anni, una moglie con il part time e una bimba di tre anni: avevo urgenza di trovare lavoro e di trovarlo subito. Quando ho visto la pubblicità di ProntoPro ho pensato perché non provarci? Ne ho parlato con mia moglie, ho studiato la piattaforma, mi sono iscritto a dicembre 2016, comprando 60 crediti, ma soprattutto ho reinventato me stesso e imparato a raccontare la mia professionalità. Si trattava di presentarsi attraverso il digitale, con persone che non mi avevano mai incontrato e alle quali dovevo dimostrare affidabilità e competenza. Nel giro di poche settimane ho incontrato l’interesse di diversi utenti, anche perché ho presentato la mia consulenza affiancata all’intervento diretto di altri professionisti/artigiani: idraulici, pittori, manovali. Tutto quello che può servire già nel primo sopralluogo, così da risparmiare tempo al cliente e fornire un preventivo più accurato: una nuova forma di collaborazione che ha dato subito i suoi frutti”.

E come sta andando?

“Da quando lavoro tramite ProntoPro e presento la mia prestazione al committente, in rete con altri professionisti, riesco a procacciare più collaborazioni. La piattaforma non ha la bacchetta magica, ce la devi mettere tu la bacchetta. È indubbio che con la piattaforma l’offerta di prestazioni sembra arrivare più in fretta, perché è la richiesta ad avere più urgenza: l’utente ha bisogno di una prestazione e la vuole subito. Posso dire che ProntoPro è una concreta opportunità professionale. Anzi, mi ha dato la scintilla per ritrovare lavoro e anche me stesso”.

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: