provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

SIC, la rete dei giovani innovatori sociali

Si chiama Social Innovation Citizen (SIC) ed è la prima rete nazionale di natura istituzionale che connette i giovani innovatori con meno di 30 anni in possesso di un’idea, un progetto o una soluzione innovativa capace di esercitare impatto a livello sociale.  

L'iniziativa è promossa dall’Agenzia Nazionale per i Giovani in collaborazione con l’Associazione ItaliaCamp, con l’obiettivo di offrire ai giovani innovatori italiani la possibilità di entrare in contatto gli uni con gli altri, per condividere esperienze e contribuire allo sviluppo del territorio. Un arricchimento personale, questo, che può favorire la creazione di opportunità relazionali ed occupazionali.

Cosa si intende per innovazione sociale?

Fare innovazione sociale significa produrre nuove idee (di prodotto, servizio, modello) in grado di generare un aumento del benessere della collettività, creare contaminazioni e aumentare il livello di cittadinanza attiva, inclusione e sviluppo del capitale sociale del territorio. In altre parole, idee che creino valore aggiunto per l’intera collettività e che accrescano le possibilità di azione per la società stessa.

L’innovazione sociale ha una spiccata dimensione collettiva in quanto non appartiene solo all’immaginazione e alla creatività di un attore singolo, ma alla capacità di partire da un’intuizione e svilupparla sino a trasformarla in qualcosa di reale e tangibile.

Il tema si è diffuso molto negli ultimi anni incoraggiando, da un lato, ricercatori ed esperti a realizzare studi e riflessioni sul fenomeno, dall’altro, policy maker nazionali e internazionali a promuovere diversi strumenti orientati a sostenere la nascita di imprese innovative.

Come si diventa Social Innovation Citizen?

Chi intende diventare Social Innovation Citizen (SIC) deve registrarsi al portale e caricare il proprio progetto. Entro 30 giorni dalla data di caricamento, un comitato di esperti ne valuterà le caratteristiche di innovazione sociale decretandone l’idoneità o meno ad entrare nella rete dei SIC.

Sulla piattaforma online i Social Innovation Citizens possono contattare quanti hanno progetti simili, sia nella propria città di riferimento che in città e regioni diverse.

Entrando nella rete dei SIC è possibile mettersi in contatto anche con gli altri attori che gravitano intorno all’ecosistema dell’innovazione sociale: istituzioni, imprese, terzo settore, università, cittadini privati, esperti.

L’istituzione dei SIC può rappresentare un elemento positivo di sostegno ai giovani nel percorso di sviluppo dei propri talenti, inserendoli in una rete che favorisca la ricerca di nuove possibilità occupazionali. Un impulso ad attivarsi e a mettersi in gioco, soprattutto, per i NEET – Not (engaged) in Education, Employment or Training – ossia quei giovani che non studiano, non sono impegnati in attività formative e non lavorano.

In questo senso, importanza primaria sarà data ai laboratori permanenti di innovazione, all'interno dei quali i giovani innovatori potranno acquisire le competenze necessarie per contribuire alla crescita socio culturale del territorio. I laboratori saranno attivati, a livello pilota, in quattro città italiane (Firenze, Matera, Messina, Torino) dove farà tappa un vero e proprio Road Tour di innovazione.

Nel corso di ogni evento, i Social Innovation Citizens potranno entrare in contatto con i vari attori che si occupano di innovazione sociale.

Obiettivo ultimo è favorire lo sviluppo di nuove pratiche formative che daranno continuità ai progetti sul territorio anche dopo l’evento.

Scopri quando e come partecipare al Road Tour!

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: