provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Servizio Civile, nuove opportunità per i giovani under 35

Dopo gli ultimi mesi di rallentamento delle attività dovuto all’emergenza sanitaria, si affaccia una nuova stagione di opportunità grazie all’emergere di nuove iniziative che prendono avvio in questa seconda parte dell’anno, con la fine dell’estate. Un periodo denso di progetti, appetibile soprattutto per i giovani che proprio in questo momento dell’anno, si mettono alla ricerca di nuovi percorsi formativi e professionali. 

Ѐ il caso del bando Time to care. Di recente pubblicazione, promosso dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, il progetto è rivolto ai giovani tra i 18 e 35 anni che vogliono impegnarsi, per un periodo di sei mesi, in attività di supporto e assistenza agli anziani, nell’ambito di azioni progettuali proposte dagli enti del Terzo settore sul territorio nazionale.

Non è caso che i beneficiari dell’assistenza siano gli anziani, la parte di popolazione che più facilmente rischia di essere esclusa dalla vita sociale, ma soprattutto rappresenta la categoria più esposta ai rischi di contagio da Covid-19. L’obiettivo del bando è quello da una parte di favorire l’inclusione sociale di questo target più fragile, dall’altra di aiutare i giovani con opportunità concrete e progetti di qualificazione professionale. Un connubio che stimola e favorisce anche lo scambio intergenerazionale in un reciproco scambio di competenze ed esperienze.

Saranno selezionati circa 1200 giovani che saranno impegnati in:

  • servizi di assistenza a domicilio e/o a distanza nei confronti degli anziani;
  • attività di "welfare leggero" (disbrigo di piccole faccende per persone anziane o bisognose: consegna di spesa, acquisto di farmaci, contatti con i medici di base, pagamento di bollette, consegne a domicilio di diversi beni, libri, giornali, pasti preparati o altri beni di necessità, etc.);
  • assistenza da remoto, anche mediante contatti telefonici dedicati all'ascolto e al conforto di chi è solo, o servizi informativi per gli anziani, anche online.

I giovani verranno selezionati direttamente dall’Ente di riferimento. Saranno contrattualizzati e verrà loro riconosciuto un assegno mensile; beneficeranno inoltre dei contributi previdenziali, di una copertura assicurativa relativa ai rischi connessi allo svolgimento delle attività e saranno dotati di adeguati dispositivi di protezione individuale. Prima dell’inizio delle attività riceveranno una formazione ad hoc e al termine verrà loro rilasciato dall’Ente un attestato di riconoscimento delle competenze.

Per l’ammissione alla selezione i giovani devono aver compiuto il 18esimo anno di età e non aver superato i 35 anni, avere cittadinanza italiana, o di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, o di un Paese extra Unione Europea, purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia e non aver riportato alcuna condanna. Ѐ possibile candidarsi soltanto per una delle azioni progettuali consultabili sulle Tabelle indicate sul sito dell’iniziativa e sui siti degli Enti che le hanno proposte.

Per inviare la propria candidatura occorre inviare la domanda di partecipazione utilizzando esclusivamente l’apposito form entro le ore 14.00 del 31 ottobre 2020

Le possibilità di partecipare a progetti di servizio civile sono ben presenti anche a livello regionale. In particolare, La Regione Veneto promuove il Bando per la selezione di 192 giovani da avviare nell’anno 2020 in progetti di servizio civile regionale presentati dagli Enti previsti nel documento che illustra l’iniziativa. Per quanto riguarda i posti disponibili, le attività e i servizi previsti e tutti gli aspetti organizzativi e gestionali, occorre contattare l’Ente di riferimento. Possono partecipare i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, italiani o comunitari, residenti o domiciliati in Veneto.

Ai giovani in servizio civile viene corrisposta, dagli enti gestori, un’indennità di 12 euro al giorno, compresi i giorni festivi e di riposo, a condizione che prestino servizio 24 ore la settimana. I termini per presentare domanda scadono il 30 settembre 2020, alle ore 14:00.

Anche la Regione Marche ha pubblicato un bando per 229 operatori volontari da impiegare per il Servizio Civile Regionale. L’iniziativa è rivolta ai giovani NEET (Not in Employed, Education and Training) che hanno aderito alla nuova Garanzia Giovani ed effettuato la “Presa in carico” presso un Centro per l’impiego della Regione Marche. La scadenza è fissata al 21 settembre 2020, alle ore 13.00.

Il Servizio Civile è un buon punto di partenza per tutti quei giovani desiderosi di intraprendere un nuovo percorso professionale, ma anche un’esperienza di crescita personale e acquisizione di nuove competenze, come le soft skill, così importanti per l’ingresso nel mercato del lavoro. Il riconoscimento in denaro, inoltre, è la dimostrazione di come sia data importanza al tipo di lavoro svolto, nonché alle esigenze peculiari che caratterizzano i giovani.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: