provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Smart working: pro e contro, i risultati del summit ILO

Lo smart working, tra nuove sfide e opportunità per i lavoratori e i datori di lavoro, è stato al centro del Forum globale tenutosi a Ginevra dal 24 al 26 ottobre 2016. Ad organizzarlo l’Ilo, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere il lavoro dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, uguaglianza, sicurezza e dignità umana. Punto focale del dibattito il telelavoro nei settori dell’ICT e finance, inteso quale impiego regolarmente svolto nell’ambito di un rapporto di lavoro e quale evoluzione del rapporto stesso. Questo nuovo modo di lavorare è possibile nei settori delle tecnologie dell’informazione, della comunicazione e dei servizi finanziari. I benefici vengono inoltre riconosciuti dai governi, dai datori di lavoro e anche dai lavoratori. Il Forum ha aperto molte sfide e altri punti di discussione che saranno sottoposti al Consiglio di amministrazione dell'ILO nella sua 329° riunione in programma per marzo 2017.

I benefici del telelavoro

Per i lavoratori si annoverano tra i benefici il risparmio nelle spese di viaggio e di quelle personali con riferimento al luogo di lavoro, una migliore conciliazione tra lavoro e vita familiare, maggiori opportunità d’impiego. Dal canto loro, i datori di lavoro possono beneficiare di un aumento della produttività, minori costi e contare su una migliore offerta di lavoro motivato e qualificato. Anche i Governi grazie al telelavoro possono affrontare meglio i problemi di congestione ambientale e urbana.

I problemi

A fronte dei benefici, nel corso del Forum sono emerse anche problematiche legate a questo tipo di lavoro tra i cui i problemi psicosociali legati all’isolamento, oltre alla difficoltà nel riuscire a separare nettamente la vita familiare da quella lavorativa. In più, si sono evidenziate le carenze dovute alla mancanza di opportunità di formazione e di crescita professionale. Infine, risultano più difficili da monitorare le condizioni di salute e la sicurezza sul lavoro soprattutto se la casa coincide con il luogo di lavoro.

Le sfide

Il telelavoro nel campo delle TIC e dei servizi finanziari apre una serie di sfide con riferimento alla sicurezza informatica, alla riservatezza della privacy e delle informazioni.

Oneri e diritti

Fanno capo ai datori di lavoro i costi delle attrezzature e dei software. Il datore di lavoro deve, inoltre, gestire i problemi d’integrità dei dati e della privacy. I telelavoratori godono degli stessi diritti e doveri degli altri lavoratori.

Le attività future

Dal Forum di dialogo globale sulle sfide e le opportunità di telelavoro per i lavoratori e i datori di lavoro nei settori della tecnologia, dell'informazione e della comunicazione (TIC) sono emerse le seguenti esigenze:

  • Necessità di avviare un dialogo sociale efficace al fine di promuovere un lavoro dignitoso e un’occupazione produttiva che garantisca la parità di trattamento per tutti i lavoratori
  • Occorre pensare ad adottare misure volte a garantire la sicurezza informatica e la riservatezza dei dati aziendali, proteggendo anche la privacy dei lavoratori del telelavoro, necessità di formare i telelavoratori, anche in materia di sicurezza e salute sul lavoro, per svolgere al meglio le loro funzioni

Per quanto riguarda le attività future, anche i Governi devono concorrere al miglioramento del telelavoro, in particolare  devono farsi carico di coinvolgere le parti sociali nella definizione delle condizioni e dei criteri per il telelavoro, di preparare leggi, politiche e linee guida; assicurare che i sistemi di lavoro e protezione sociale siano applicabili al telelavoro; monitorare le condizioni del telelavoro e di adottare misure per migliorare queste ultime nei settori delle TIC e dei servizi finanziari. I Governi devono, inoltre, prevedere la creazione di un assetto di pianificazione, di coordinamento e di attuazione delle politiche in materia di telelavoro.

Durante il Forum è stato preparato dall’Ufficio internazionale del lavoro un documento di analisi che sarà alla base delle prossime discussioni al Forum del prossimo marzo 2016 sul dialogo globale sulle sfide e le opportunità di telelavoro per i lavoratori e datori di lavoro nei settori Information and Communications Technology Services (ICTS) e servizi finanziari.

Per prendere visione del documento vai sul sito.

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: