provincia di: Tutte
Seguici su:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Turismo accessibile, un premio per superare le barriere

L’Europa è la principale destinazione turistica mondiale e, per molti Paesi, le attività economiche generate da questo indotto rappresentano un’importante volano di crescita ed occupazione.
La competitività delle aree turistiche dipende da diversi fattori (infrastrutture, qualità dei servizi, prezzi, trasporti, etc.) ma negli ultimi anni l’elemento della sostenibilità riveste un’importanza sempre crescente. La qualità dell’ambiente, la tutela della biodiversità, la coesione sociale, la promozione delle diverse culture rappresentano un unicum a cui l’industria turistica deve ispirare la propria azione.

L’ Agenda per un turismo europeo sostenibile e competitivo individua molteplici obiettivi che devono essere sviluppati per coniugare gli aspetti più commerciali con il rispetto dei luoghi e delle persone. Uno di questi è l’accessibilità del turismo per tutti i cittadini europei senza discriminazione.

Su questo punto, inteso come “l’insieme dei servizi e delle strutture in grado di permettere a persone con esigenze speciali la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli e difficoltà”, la Commissione Europea opera costantemente. Oltre a riconoscere ai disabili i principi della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (diritto alla partecipazione alla vita culturale, al tempo libero allo sport), la Commissione promuove e divulga le migliori pratiche del settore - anche grazie al “Manuale per un’Europa accessibile ai turisti disabili” rivolto alle piccole e medie imprese turistiche - e rafforza la differenziazione dell’offerta turistica “accessibile”.

Queste azioni sono state riprese in Italia dal Ministero per i Beni Culturali ed il Turismo che, al fine di superare le barriere architettoniche, cognitive e sensoriali per la piena fruizione del patrimonio culturale, ha elaborato le “Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale”.

L’accessibilità del turismo non rappresenta solo una sfida ma soprattutto un’opportunità da cogliere per il settore. Infatti, il mercato del turismo accessibile in Italia rappresenta il 16% delle famiglie italiane pari a 10 milioni di persone, per un potenziale giro di affari diretto di oltre 11 milioni di euro e una spesa indiretta di quasi 28 milioni di euro (Indagine Doxa per Osservatorio Europcar, 2015).

Per incentivare questo cambiamento culturale la ONLUS “Diritti Diretti” lancia il premio ”Turismi Accessibili - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere”. Le seconda edizione, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nasce per far conoscere le buone pratiche sull’accessibilità raccontate dai media attraverso articoli, servizio radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione. Verranno premiate le iniziative di comunicazione che hanno fatto emergere quelle realtà dove lo sviluppo socio-economico si è unito all’attrattività, all’innovazione, all’estetica e, soprattutto, alla cultura dell’accessibilità.

Al premio possono partecipare, gratuitamente, giornalisti, comunicatori, pubblicitari, realtà pubbliche e private (enti, aziende, istituzioni culturali, associazioni, etc.). Le domande devono essere inviate entro il 5 aprile 2017.

L’opera più votata riceverà un premio in denaro di mille euro ed è previsto anche un premio della giuria.

Maggiori dettagli sono disponibili nel bando.

 

Per approfondire le opportunità a favore del settore turistico consulta la sezione Approfondimenti di Cliclavoro!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: