provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Un bando per la Cultura e l'Innovazione

Qual è la strada per diffondere, valorizzare e rilanciare la cultura in Italia? Oggi più che mai la parola chiave è “innovazione”. 

In un contesto come quello italiano, con un patrimonio storico-artistico inestimabile, la cultura significa crescita economica e occupazionale. L’innovazione culturale rappresenta la via da percorrere per affrontare i processi globali legati allo sviluppo tecnologico e digitale.

La Fondazione Cariplo ha raccolto questa sfida promuovendo il progetto “iC-innovazioneCulturale 2016”, che si rivolge a tutti coloro i quali vogliano cimentarsi nella creazione e nella diffusione di beni e servizi utili, sostenibili, replicabili e in grado di produrre un impatto significativo nel modo di fare e condividere la cultura.

L’iniziativa è dedicata a “imprenditori con approccio umanistico o umanisti con approccio imprenditoriale” che abbiano un’idea vincente, ma anche con un gruppo di lavoro coeso, competente e motivato. Quest’anno per la sua terza edizione il progetto è infatti rivolto solo a team, composti da almeno due cittadini maggiorenni.

Sono tre le fasi previste dal bando:

  1. Proporre la propria idea di innovazione culturale. Saranno selezionate quelle più promettenti che potranno accedere alle fasi successive
  2. Partecipare al percorso di accompagnamento - riservato ai selezionati della fase 1 - che si terrà a Milano e durerà da ottobre a marzo 2017 durante il quale saranno selezionati i 30 migliori progetti
  3. Creare un’impresa non profit con sede legale in Lombardia o in provincia di Novara e VCO e presentare un piano di sviluppo imprenditoriale convincente alla Fondazione Cariplo per richiedere un contributo all’avviamento fino a 100 mila euro.

La valutazione dei progetti terrà conto di alcuni aspetti come: l’utilità, il valore, e il potenziale impatto culturale dell’idea; la maturità e la solidità dell’idea; la coerenza tra la fattibilità dell’idea e le competenze dei proponenti; la declinazione dell’idea in prodotti e servizi concreti; la credibilità e percorribilità delle ipotesi di sviluppo e sostenibilità; l’identificazione dei fattori di criticità su cui lavorare; la replicabilità dell’idea su scala nazionale e internazionale.

La scadenza del bando è fissata al 30 giugno 2016, clicca qui per consultarlo!

 

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: