provincia di: Tutte
Seguici su:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Welfare di comunità e innovazione sociale

Trasformare il welfare in chiave comunitaria, sostenendo sperimentazioni dal basso che attivino risposte più efficaci ai bisogni delle persone: questi gli obiettivi di “Welfare di comunità e innovazione sociale”, il bando della Fondazione Cariplo giunto alla sua quarta edizione.

Una sfida finalizzata a gettare le basi di un vero e proprio welfare di comunità

Il bando mira a coinvolgere la società e i cittadini in processi condivisi, rendendo più nitida, salda e sostenibile l’innovazione prodotta. L’obiettivo è infatti duplice: da un lato sostenere la creazione di “laboratori viventi” capaci di declinare nel concreto nuovi approcci nel campo della governance, dei processi e dei servizi, dall’altro creare conoscenza attraverso il monitoraggio dei progetti finanziati e la costruzione di una comunità che attivi un continuo confronto e scambio delle diverse competenze ed esperienze.

Nel 2017 la dotazione finanziaria è di 7.5 milioni di euro rivolti agli Enti senza scopo di lucro, pubblici e privati, della Lombardia e delle province di Novara e di Verbania-Cusio-Ossola. Il costo minimo dei progetti di welfare deve essere minimo di un milione di euro. Il contributo della Fondazione è pari al 60 per cento dei costi fino ad un massimo di un milione di euro.

I temi affrontati sono diversi: dalla vulnerabilità alle politiche di conciliazione, dai servizi dei territori per i più giovani alle modalità di risposta ai bisogni delle persone con disabilità.

Per capire cosa si sta muovendo nei territori fino ad oggi finanziati dal bando, è possibile visitare il sito Welfare in Azione dove i laboratori viventi raccontano ciò che accade nei loro territori, condividono le loro storie, con immagini e voci delle persone coinvolte, ponendosi anche come un riferimento per tutte quelle comunità che vorranno intraprendere la strada dell’innovazione.


I successi delle prime tre edizioni del bando

I progetti presentati nelle prime tre edizioni del bando sono ancora oggetti di monitoraggio, ma i numeri e i risultati confermano la volontà dei territori di aprirsi a questo percorso di cambiamento: 142 idee, 51 studi di fattibilità, quasi 300 organizzazioni coinvolte, 27 progetti sostenuti, oltre 30 milioni di euro deliberati per finanziarli.

 

Le tre fasi del bando

Tre le fasi in cui è articolato il bando 2017: call for ideas, studi di fattibilità, realizzazione. Questa quarta edizione presenta una novità: l’introduzione di due giornate formative (12 e 16 maggio 2017) dedicate alla presentazione dell’iniziativa, alla facilitazione progettuale (inquadramento del problema, cambiamento, governance, indicatori di risultato, valutazione), al fundraising di comunità. Infatti, il bando vuole stimolare non solo la propositività dei territori trasferendo competenze di project management, ma anche l’attivazione di nuovi canali di finanziamento della spesa sociale, avvicinando i privati interessati ai temi della solidarietà.

 

Per presentare i progetti c’è tempo fino al 30 giugno 2017. Nei mesi successivi gli esperti della Fondazione Cariplo incontreranno gli Enti con i progetti coerenti per analizzarne i punti di forza e di debolezza (swot analysis); ciò porterà alla presentazione dei progetti definitivi e alla scelta dei migliori. Nel 2018 i progetti approvati verranno trasformati in studi di fattibilità triennali, la cui valutazione porterà ad un’ulteriore scrematura. Lo sviluppo vero e proprio dei progetti durerà tre anni, e sarà accompagnato dalla consulenza della Fondazione dedicata alla creazione di piani di fundraising di comunità. Ma l’elemento essenziale di questo iter è il monitoraggio costante della realizzazione del progetto per la verifica dei risultati ottenuti e l’identificazione di elementi che possano costituire best practices per i futuri progetti.

 

I dettagli sulle modalità di partecipazione si trovano sul sito.

Se hai domande e curiosità, scrivi a welcom@fondazionecariplo.it   

 

Nel tentativo di fotografare questo laboratorio in perenne attività ed evoluzione, Cliclavoro ha dedicato una serie di approfondimenti al tema dell’innovazione sociale, raccolti in una sezione dedicata: si va dalla sharing economy al crowdfunding, dal Coworking ai FabLab, passando per le interviste a Makers e innovatori. E ancora: l’economia circolare e gli spazi di apprendimento emergenti. Visita la sezione per approfondire!

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: