provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

#machelavoroè: il Broadband Architect

Letteralmente “l’architetto della televisione”. Un mestiere nuovo, apparso negli annunci di lavoro nazionali nemmeno due anni fa e che ora sta prendendo piede nel sistema di ricerca di professionisti da parte delle aziende che operano nei settori informazione e comunicazione. La professione del Broadband Architect è stata rilanciata sul web proprio a febbraio scorso, con uno studio di Adecco, agenzia di selezione del personale, che l’ha inserita nelle dieci mansioni più richieste dei prossimi cinque anni.

Nello specifico, il Broadband Architect opera nell’ambito della web television, strumento sempre più utilizzato in Italia e nel mondo: si occupa insomma delle innovazioni interattive della rete e della cura dei contenuti ivi presenti. Una figura professionale a metà fra comunicazione e informazione, molto particolare, in grado di mixare insieme il mondo dell’online, con tutti i suoi strumenti e la televisione smart. Quale format utilizzare? Su quali canali? Per quale pubblico? Sono le domande “fisse” di questo professionista, che si deve porre con attenzione per realizzare una trasmissione, una web serie, un video musicale o altro, in modo che tali prodotti risultino perfettamente fruibili dagli spettatori che navigano sulla rete.

Un buon Broadband Architect dovrebbe essere laureato in Comunicazione, Sistemi Informativi o Informatica (applicata alla comunicazione multimediale) e deve trascorrere buona parte del suo tempo in formazione, aggiornandosi costantemente e con energia sulle nuove piattaforme di comunicazione. Un altro elemento importante, oltre al possedere skills e soft skills specifiche e necessarie (come multitasking e versatilità) è rappresentato dai tempi di esecuzione del proprio lavoro, che devono essere assolutamente sempre rispettati e anzi spesso anticipati per non essere colti in fallo, dato che il mondo del web è in continua evoluzione e ha tempi di svolgimento molto rapidi. Non bisogna infine sottovalutare le doti cosiddette “artistiche”, perché i contenuti espressivi realizzati, per avere successo debbono essere obbligatoriamente belli da vedere, ascoltare e condividere.

E lato economico? La busta paga annuale è molto alta, anche in Italia, dove può arrivare a 180mila euro, soprattutto lavorando per soggetti del web e della televisione piuttosto blasonati. Questo dato statistico finale deve comunque far riflettere: dato il compenso molto alto è infatti necessario capire che, seppur la domanda sia in ascesa a livello globale, quella del Broadband Architect è e sarà una professione sempre non eccessivamente richiesta rispetto ad altre. Basti pensare che al momento, navigando un po' in giro per il web, si trovano solo alcune decine di offerte di lavoro attive in Italia.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: