provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

#machelavoroè: il Business Celebrity Builder

Con lo sviluppo crescente nel tempo delle nuove tecnologie informatiche e della rete a supporto di esse e in particolar modo di tutta quell’attività professionale definita Social è nato, anni orsono, il digital marketing, ormai nota componente che si occupa della promozione di prodotti e servizi, tramite l’uso di dispositivi digitali basati su internet, quali computer, cellulari e piattaforme digitali.

I social network, che rappresentavano in origine un mero specchio virtuale del proprio io, si sono evoluti e negli anni hanno rappresentato sempre più anche una vetrina commerciale per le aziende, i servizi e recentemente anche per i manager stessi. Il Business Celebrity Builder opera proprio in questo ambito e la sua mission principale e finale è quella di trasformare in celebrità le persone, ad esempio l’amministratore delegato o il presidente di un’azienda.

Il professionista in questione, in altri termini cerca di fare in modo che il nome dell’individuo coinvolto nel “processo di trasformazione” sia associato, per l’opinione pubblica, a un’immagine positiva come la competenza, l’affidabilità e la capacità di innovare; nonché collegare il “prescelto” a valori intrinsechi come la solidarietà, la magnanimità e l’attenzione verso il sociale, tramite iniziative benefiche, di raccolta fondi o anche semplicemente riconducibili a enti no profit come le associazioni o le fondazioni che operano nell’ambito della ricerca.

Costruire un personaggio mediatico e social efficace agli occhi del pubblico, inventarlo, concependo una nuova immagine di se stessi, che sia estremamente positiva, che si possa riflettere sul marchio aziendaleOggi più che mai usare strategicamente i mezzi di comunicazione e saper scegliere i più efficaci a seconda dei casi è fondamentale per poter costruire un personal brand di livello, che supporti il più possibile lo sviluppo imprenditoriale.

Il Business Celebrity Builder (Bcb) è attualmente un ruolo professionale più che affermato all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, ma da tempo sta prendendo sempre più piede anche nel mercato del lavoro italiano (di pari passo col Social Media Manager), con un ritmo incalzante: secondo alcuni dati si parla di un incremento di richieste complessive di questa mansione di circa il 20% per ogni anno che passa, rispetto al precedente. Non a caso, due anni fa, Forbes intuì il valore del Business Celebrity Builder e inserì la professione all’interno di quelle che sarebbero diventate molto richieste nel futuro prossimo e soprattutto la insignì (al primo posto nella classifica stilata dalla nota rivista statunitense di economia), come quella maggiormente in grado di sopravvivere alla cosiddetta quarta rivoluzione industriale.

A livello formativo, il Bcb è un professionista in grado di coniugare perfettamente fra loro le competenze generali di marketing e comunicazione, con quelle specifiche dei sistemi e delle tecniche di digital marketing. Dal punto di vista contrattuale invece, il Business Celebrity Builder può essere un dipendente di una grande azienda privata o di agenzie di comunicazione varie, ma sono in ascesa le richieste da parte di Pmi e in particolar modo startup, che con impeto (a maggior ragione in questo periodo di difficoltà causato dal Coronavirus) hanno bisogno di far parlare di sé e farsi conoscere. La mansione del Bcb si sposa bene anche con la libera professione, permettendo infatti al lavoratore in questione di instaurare rapporti di collaborazione con più realtà imprenditoriali contemporaneamente. Di recente, il Business Celebrity Builder è stato richiesto anche da studi tecnici e legali, per cui è importante farsi riconoscere sul mercato del lavoro e costruire una determinata immagine pubblica per i propri associati, come avvocati, architetti e ingegneri.

Economicamente parlando, gli stipendi sono più alti all’estero, soprattutto fuori dall’Europa, ma anche in Italia, professionisti con un’esperienza su campo di almeno cinque anni possono arrivare a guadagnare mediamente 55mila euro l’anno.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: