SONDAGGIOADEMPIMENTI
provincia di: scegli la provincia Tutte
Torna su
home page > Aziende > Adempimenti > Comunicazioni Obbligatorie
Seguici su:

Cerca Curriculum

Cancella
Cancella

Cerca sportello

piu' vicino a te per orientarti nel lavoro

 
Garanzia giovani Garanzia giovani Le novità della L.78/2014 Contratto a tempo determinato Apprendistato Altre novità

Ultimi tweet

Comunicazioni Obbligatorie

Il sistema informatico di invio delle Comunicazioni Obbligatorie sostituisce le vecchie modalità di comunicazione che le aziende inoltravano ai Centri per l’impiego, all'Inps, all'Inail e al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Non è più necessario inviare differenti comunicazioni cartacee, bensì basta compilare un unico modello in formato elettronico.
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali inoltra le comunicazioni all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS), all’Istituto Nazionale per le Assicurazioni e Infortuni sul Lavoro (INAIL), e alle altre forme previdenziali sostitutive o esclusive, nonché alla Prefettura.

Il sistema CO è in grado di monitorare tutte le informazioni che riguardano la formazione e la vita lavorativa dei cittadini (dalla ricerca della prima occupazione, all’ingresso nel mercato del lavoro, fino alla pensione) ed è stato realizzato al fine di:  
  • semplificare le procedure amministrative attraverso la comunicazione unica e la riduzione degli oneri economici per le imprese
  • rendere il servizio più trasparente per assicurare maggiore semplicità del sistema e facilitare l’accesso a imprese e lavoratori
  • integrare gli archivi informatici dei diversi enti interessati per rispondere in modo più efficiente alle esigenze dei cittadini e delle imprese
  • velocizzare il flusso di informazioni attraverso l’informatizzazione dei dati, riducendo i tempi ed evitando sprechi
  • avere dati unitari grazie alla definizione di standard informatici e statistici (dizionari terminologici, regole tecniche)
Nell’ambito del sistema delle comunicazioni obbligatorie on-line, le Regioni assumono un ruolo fondamentale in quanto le comunicazioni devono essere inviate al servizio competente nel cui ambito territoriale è ubicata la sede di lavoro.

Per usufruire dei servizi informatici, i soggetti obbligati ed abilitati, devono registrarsi ai fini del riconoscimento, con le modalità indicate da ciascuna Regione e Provincia Autonoma.

L’obbligo di trasmissione telematica non si applica
ai datori di lavoro domestico, che possono trasmettere i moduli anche con modalità diverse, infatti, la comunicazione va indirizzata direttamente al servizio competente ove è ubicata la sede di lavoro.Consulta le FAQ relative alle CO

I soggetti obbligati a presentare le comunicazioni obbligatorie sono:
  • datori di lavoro privati, esclusi i datori di lavoro domestici e gli armatori
  • pubbliche amministrazioni
  • enti pubblici economici
  • agenzie di somministrazione

I soggetti abilitati a presentare le comunicazioni obbligatorie sono:

  • consulenti del lavoro
  • avvocati e procuratori legali
  • dottori commercialisti
  • ragionieri
  • periti commerciali
  • associazioni di categoria
  • associazioni di categoria dei datori di lavoro agricoli
  • soggetti autorizzati all'attività di intermediazione
  • promotori di tirocini consorzi e gruppi di imprese
  • servizi competenti che inseriscono d'ufficio la comunicazione
  • periti agrari e agrotecnici 

Tutti i soggetti, obbligati e abilitati, per accedere al servizio e inviare la comunicazione devono necessariamente accreditarsi secondo le modalità indicate da ciascuna Regione o Provincia Autonoma dove è ubicata la sede di lavoro (le agenzie di somministrazione fanno riferimento all’ubicazione delle sedi operative). Il modulo per la comunicazione, invece, è standard su tutto il territorio nazionale.

I soggetti istituzionali interessati alla comunicazione sono:

  • i Centri per l’impiego ove è ubicata la sede di lavoro
  • i Servizi regionali
  • le singole Direzioni Provinciali del Lavoro, le Direzioni Regionali del Lavoro e il Ministero del Lavoro nel suo complesso
  • gli Enti previdenziali e gli Uffici Territoriali di Governo
A ogni soggetto istituzionale è affidato un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento del sistema, che deve essere conosciuto anche dai soggetti abilitati che con una sola comunicazione adempiono a tutti gli obblighi previsti nei casi di instaurazione, trasformazione, proroga e cessazione del rapporto di lavoro.

I Centri per l’impiego, identificati come servizi competenti, ricevono le comunicazioni esclusivamente mediante il nodo di coordinamento del sistema informatico della propria Regione o Provincia autonoma.

I Servizi informatici delle Regioni provvedono attraverso le regole di cooperazione applicativa a inviare tutte le comunicazioni al nodo di coordinamento nazionale, ubicato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione le informazioni relative ai rapporti di lavoro comunicati su tutto il territorio nazionale alle direzioni provinciali del lavoro attraverso i propri servizi di rete interna nonché agli ispettorati del lavoro ubicati presso le Regioni e Province Autonome che hanno “regionalizzato” tali funzioni attraverso il sistema di cooperazione applicativa.

Attraverso le procedure applicative messe a disposizione dai servizi competenti, tutti i soggetti abilitati possono realizzare la trasmissione informatica dei moduli.

Per usufruire dei servizi informatici, i soggetti obbligati e abilitati devono registrarsi ai fini del riconoscimento con le modalità indicate da ciascuna Regione e Provincia Autonoma ove è ubicata la sede di lavoro. La registrazione è necessaria per poter adempiere agli obblighi di comunicazione.

Fermo restando le specifiche modalità di registrazione, ogni Regione e Provincia Autonoma deve provvedere a identificare, ai sensi della normativa vigente, i soggetti obbligati ed abilitati ed acquisire il seguente set minimo di dati:

  • codice fiscale, ragione sociale, sede legale del datore di lavoro o del soggetto abilitato;
  • autocertificazione dei titoli che autorizzano il soggetto abilitato ad agire per conto del datore di lavoro;
  • informativa sul trattamento dei dati personali.
L’utente risponde della veridicità dei dati e si impegna a comunicare tempestivamente ogni variazione intervenuta. Le Regioni e Province Autonome devono assicurare a tutti soggetti - obbligati e abilitati - l'accesso ai servizi informatici da un unico punto in ciascuna regione.

I datori di lavoro e le agenzie di somministrazione che hanno sede legale, di lavoro oppure sedi operative situate in due o più Regioni, hanno la possibilità di accentrare l’invio delle comunicazioni presso uno dei servizi informatici. Anche i consulenti del lavoro possono servirsi dell’accentramento.
Chi sceglie l’accentramento deve inviare le comunicazioni obbligatorie esclusivamente attraverso il nodo regionale prescelto.

In via transitoria, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione dei soggetti obbligati ed abilitati un dominio transitorio per consentire l’invio informatico nel caso di mancata attivazione dei sistemi informatici regionali. Le aree che accedono al dominio transitorio sono: Molise e Provincia Autonoma di Trento.

Nel caso di malfunzionamento di un servizio informatico regionale o del servizio informatico dell’utente, la comunicazione di assunzione può essere inviata in forma sintetica al fax server (848800131).

Con l’entrata in vigore del Decreto Ministeriale la comunicazione telematica effettuata ai Centri per l'Impiego è valida anche nei confronti degli Enti previdenziali e assistenziali, degli Ispettorati del lavoro e del Ministero degli Interni (quest'ultimo nel caso di comunicazione relativa a lavoratori stranieri).
Abruzzo Liguria Sicilia
Basilicata Lombardia Toscana
Calabria Marche Umbria
Campania Molise Valle D'Aosta
Emilia Romagna Piemonte Veneto
Friuli Venezia Giulia Puglia Provincia autonoma Bolzano
Lazio Sardegna Provincia autonoma Trento
Gli utenti devono autenticarsi al sistema CO attraverso le piattaforme preposte dai siti regionali (disponibili in sistemi informativi regionali) o accedendo all’area  servizio informatico CO per le Regioni o Province Autonome con dominio transitorio.

Dopo aver inserito le proprie credenziali di accesso l’utente è direzionato ad un'area riservata che erogherà servizi differenti a seconda della tipologia di utenza.

Per Ministero del Lavoro, Regioni, Province Autonome, Centri per l'Impiego:
  • visualizzazione delle comunicazioni inviate dai soggetti obbligati, abilitati e agenzie di somministrazione
  • gestione delle utenze (es: creazione/modifica dei dati di accesso, disabilitazione di un utente, ecc)

Per i soggetti obbligati e abilitati:

  • possibilità di accedere alle funzionalità specifiche per inoltrare le comunicazioni obbligatorie.

Gli utenti possono inoltrare le comunicazioni attraverso:

  • la compilazione di apposite maschere web aderenti ai modelli
  • l'upload di file .zip contenenti più comunicazioni (formato XML)

Il sistema offre agli utenti la possibilità di comunicare la rettifica, la proroga, la cessazione, la trasformazione o l’annullamento di una comunicazione inoltrata.

Il servizio informatico rilascerà una ricevuta elettronica attestante l’avvenuta presa in carico della comunicazione. Nella ricevuta saranno indicati il codice di comunicazione e la data di comunicazione certificata dal sistema,  nel rispetto della normativa vigente, che fa fede, salvo prova di falso, per documentare l’adempimento di legge.

Le comunicazioni obbligatorie verranno inoltrate all’XML Repository e alla porta di dominio nazionale per l'invio ai sistemi informativi di tutti i soggetti competenti: enti previdenziali, altri sistemi regionali, altri soggetti interessati.

Le comunicazioni inoltrate al sistema verranno raccolte ed archiviate in una banca dati – XML Repository – dove potranno essere consultate dai vari soggetti abilitati (Centri per l’impiego, Province, Regioni, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali) a seconda della propria competenza e visibilità sui dati.

La banca dati verrà utilizzata dal Ministero per statistiche in tempo reale sull’andamento delle comunicazioni e per la storicizzare i dati.

Per snellire le procedure amministrative il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione il servizio accentramento invio comunicazioni ai datori di lavoro e ai soggetti abilitati che operano su due o più regioni.
L'accentramento dell'invio consente ai soggetti obbligati e abilitati di scegliere e utilizzare esclusivamente ai fini dell'adempimento degli obblighi di legge un solo Sistema Informativo Regionale per l'invio delle comunicazioni obbligatorie, indipendentemente dal numero di sedi di lavoro gestite a livello nazionale.
L’accentramento è rivolto:
  • ai datori di lavoro, che hanno sedi di lavoro ubicate in territori regionali diversi, hanno la possibilità di accentrare l'invio delle comunicazioni presso uno dei servizi informatici ove è ubicata una delle sedi di lavoro. La facoltà di accentrare l'invio delle comunicazioni presso un Servizio Informatico Regionale è concessa sia se le stesse vengono effettuate direttamente sia per il tramite di un intermediario
  • ai soggetti abilitati che rientrano nel quadro normativo della registrazione, possono effettuare tutte le comunicazioni attraverso il servizio informatico regionale ove è ubicata la sede legale
  • alle agenzie di somministrazione che possono accentrare l'invio delle comunicazioni attraverso un unico servizio informatico regionale, individuato tra quelli dove è ubicata una delle loro sedi operative

I soggetti che intendono avvalersi dell'accentramento devono darne comunicazione al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali specificando il servizio informatico regionale prescelto secondo una precisa modalità:

  • compilare il form on line della comunicazione di accentramento
  • i dati indicati nel form on line saranno utilizzati per la creazione della Comunicazione di Accentramento che, unitamente ad una copia del documento di identità del dichiarante, dovrà essere firmato e inviato al numero di fax 848 / 800363.
Elenco completo dei soggetti che usufruiscono dell'accentramento

Qualora si dovessero verificare problemi tecnici è possibile spedire una e-mail ad aiutotecnicoCO@lavoro.gov.it, specificando nome e cognome, un numero di telefono dove essere rintracciati e la descrizione del mal funzionamento che ha riscontrato.

Nota: per gli utenti appartenenti alle Regioni che utilizzano il dominio transitorio messo a disposizione dal Ministero, è possibile indicare la preferenza all'accentramento durante la registrazione on line al Sistema Informatico CO. In questo caso il Nodo regionale per l'invio delle comunicazioni obbligatorie sarà associato alla Provincia di appartenenza del richiedente. Per completare la procedura di comunicazione, l'utente dovrà comunque compilare il form on line ed inoltrare il relativo modulo nei modi sopra riportati.

Puoi consultare la guida per la compilazione del form di accentramento nell'Area Download, alla sezione "Comunicazioni Obbligatorie - Modelli e Guide"
Nell’ambito del Sistema Informatico CO gli ispettori del lavoro hanno il compito di verificare le comunicazioni obbligatorie pervenute per individuare le condotte punibili e quindi sanzionabili.

Gli ispettori, dopo aver effettuato l’accesso al sistema, avranno la possibilità di consultare il database dell’XML Repository, e visualizzare immediatamente i dati relativi alle aziende ed ai lavoratori su tutto il territorio nazionale.

Gli ispettori possono esaminare i report delle comunicazioni obbligatorie per individuare casi particolari (es. assunzioni agevolate di lavoratori stranieri, di minori, ecc.); effettuare ricerche per singole informazioni contenute nell’intera banca dati delle comunicazioni (per periodo, per CF azienda, per CF lavoratore, per codice comunicazione).

Tali strumenti consentono agli ispettori di:
  • avere accesso all’intera banca dati, per verificare l’effettivo invio delle comunicazioni ad opera dei soggetti obbligati
  • accedere alla reportistica specifica, per evidenziare gli eventuali invii tardivi delle comunicazioni
Grazie alla possibilità di accesso illimitato all’interno del database e attraverso specifiche funzionalità di ricerca, gli ispettori possono individuare le comunicazioni inviate:
  • per azienda, attraverso la selezione di un particolare CF Azienda
  • in un certo periodo temporale (indicando una data inizio/data fine del rapporto di lavoro) e per una particolare azienda, attraverso la selezione di un particolare CF Azienda
  • per un dato lavoratore, attraverso la ricerca effettuata per CF Lavoratore
  • per Codice Comunicazione, effettuando la ricerca attraverso il codice univoco della comunicazione
Più nel dettaglio, attraverso il sistema informatico CO gli ispettori hanno la possibilità di analizzare le comunicazioni inviate a livello nazionale con possibilità di distinguere:
  • Assunzioni, cessazioni, trasformazioni, proroghe, e variazioni aziendali inviate oltre i termini di legge
  • Comunicazioni di assunzione effettuate per causa di forza maggiore
  • Assunzione con richiesta di particolari agevolazioni
  • Assunzioni di personale minorenne
  • Assunzioni di personale extracomunitario
  • Assunzione di personale disabile o appartenente alle categorie protette
  • Proroghe: rapporti di lavoro a tempo determinato con più di una proroga e missioni di contratti di somministrazione con più di 4 proroghe
Il sistema permette inoltre agli ispettori di accedere all’intero archivio dei fax inerenti al sistema informatico CO pervenuti al FAX Server del ministero (848 800 131), distinguendo tra:
  • Fax UnificatoURG
  • Altri modelli di comunicazione inviati al FAX Server (UNILAV, VARDATORI, UNISOMM)
  • Fax relativi alle utenze del sistema (dichiarazioni sostitutiva atto di notorietà per la richiesta delle credenziali di accesso al sistema transitorio del ministero, ovvero comunicazioni di accentramento)
Il Sistema delle Comunicazioni Obbligatorie è basato su un insieme di informazioni e dizionari standard.

Il vantaggio per gli utenti è quello di avere un sistema che garantisce a livello nazionale uniformità e condivisione delle informazioni in modo semplice e efficace, anche all’interno di differenti sistemi informativi.

Gli Standard delle Comunicazioni Obbligatorie sono:

  • i dati e le informazioni contenute nei modelli
  • i dizionari terminologici per la classificazione di alcune informazioni ritenute cruciali
  • le modalità tecnologiche per lo scambio dei modelli telematici inviati dai datori di lavoro
Il sistema degli standard è in evoluzione per renderli compatibili con le nuove esigenze del mercato del lavoro. Il sistema è regolato da norme specifiche che prevedono sia le modalità di gestione sia quelle di evoluzione aggiornate da Ministero del Lavoro e Regioni con il contributo di enti e istituzioni per ciò che riguarda il monitoraggio e per la ricaduta su altri sistemi della Pubblica Amministrazione.
Sono presenti i seguenti moduli:

modulo Unificato LAV, per i datori di lavoro, pubblici e privati, di qualsiasi settore.

modulo Unificato SOMM, dedicato alle agenzie per il lavoro.

modulo Unificato VARDATORI, da utilizzare per comunicare le eventuali variazioni della ragione sociale e i trasferimenti d'azienda.

modulo Unificato URG, per assunzione di lavoratori in caso di urgenza dovuta a esigenze produttive (entro il primo giorno utile la comunicazione sarà completata con l'invio del Modulo Unificato LAV);

modello per la “Comunicazione semplificata per l’assunzione d’urgenza nel settore del turismo (la comunicazione sarà completata con l’invio del Modulo Unificato LAV entro il terzo giorno successivo a quello dell’instaurazione del rapporto di lavoro);

Per la denuncia di assunzione di colf e badanti da effettuarsi all’INPS, accedendo all'apposito sito.


Di seguito il dettaglio dei singoli moduli:


Modulo Unificato LAV Attraverso questo modulo tutti i datori di lavoro, pubblici e privati di qualsiasi settore (ad eccezione delle agenzie per il lavoro, relativamente ai rapporti di somministrazione), adempiono all’obbligo di comunicazione per l'assunzione dei lavoratori, della proroga, trasformazione e cessazione dei relativi rapporti di lavoro, direttamente o tramite i soggetti abilitati, nonchè per il distacco e il trasferimento del lavoratore.

Tenendo presente che l'invio deve avvenire attraverso i sistemi informatici Regionali, di seguito e solo a titolo di esempio, i pdf del modulo:

Allegato A - UniLAV

Esempio di Tracciato XML del modulo Unificato LAV per i datori di lavoro, pubblici e privati, di qualsiasi settore.


Modulo Unificato SOMM

Il modulo, compilato a cura delle agenzie per il lavoro, è valido per tutte le tipologie di rapporti di somministrazione:
  • inizio del rapporto di lavoro non contestuale alla missione;
  • inizio del rapporto di lavoro contestuale alla missione;
  • trasformazione del rapporto di lavoro in costanza di missione;
  • trasferimento del lavoratore in missione;
  • cessazione del rapporto di lavoro contestuale alla missione;
  • cessazione del rapporto di lavoro in assenza di missione;
  • cessazione anticipata della missione.

Tenendo presente che l'invio deve avvenire attraverso i sistemi informatici Regionali, di seguito e solo a titolo di esempio, i pdf del modulo:

Allegato B - UniSOMM

Esempio di Tracciato XML del modulo Unificato SOMM, dedicato alle agenzie per il lavoro.


Modulo Unificato URG

Tramite questo modulo è possibile effettuare la comunicazione di assunzione dei lavoratori in caso di urgenza dovuta a esigenze produttive; entro il primo giorno utile la comunicazione sarà completata con l'invio del Modulo Unificato LAV.
In caso di malfunzionamento del servizio informatico, il modulo Unificato URG può essere utilizzato, in forma cartacea, per fare la comunicazione sintetica d’urgenza al fax server (848 800 131) del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Modello UniURG (formato .pdf 101 Kb)
Tracciati XML -Esempi per la compilazione (formato .zip 483 Kb)


Modulo "Comunicazione semplificata per l'assunzione d'urgenza nel settore del turismo"

Tramite questo modulo è possibile effettuare la comunicazione di assunzione dei lavoratori nel settore del turismo in caso di urgenza dovuta a esigenze produttive. La comunicazione sarà completata con l'invio del Modulo Unificato LAV entro il terzo giorno successivo a quello dell’instaurazione del rapporto di lavoro.

Comunicazione semplificata per l'assunzione d'urgenza nel settore del turismo


Modulo Unificato VARDATORI

Questo modulo deve essere utilizzato per comunicare le eventuali variazioni della ragione sociale, del trasferimento d’azienda o ramo di essa. Deve essere inviato ad uno solo dei servizi informatici presso cui il datore di lavoro è registrato.

Allegato C - VARDATORI

Tenendo presente che l'invio deve avvenire attraverso i sistemi informatici Regionali, di seguito e solo a titolo di esempio, i pdf del modulo: Esempio di Tracciato XML del modulo Unificato VARDATORI, da utilizzare per comunicare le eventuali variazioni della ragione sociale e i trasferimenti d'azienda.

Cronologia versioni nell' Area download

Sono definiti "dizionari terminologici" quelle tabelle di dati, contenenti informazioni precodificate, che devono essere obbligatoriamente compilate dai datori di lavoro per la comunicazione. Nei campi previsti non è possibile inserire testo libero, ma bisogna scegliere tra i valori presenti in tabella.

Un esempio che vale tra tutti è il dizionario dei settori economici: per queste informazioni il datore di lavoro deve descrivere il settore di appartenenza scegliendolo dalla tabella specifica. In questo modo è possibile individuare correttamente l’attività aziendale e creare un sistema per il monitoraggio del mercato del lavoro. Grazie all'utilizzo dei dizionari è possibile strutturare al meglio le informazioni statistiche provenienti dalle comunicazioni obbligatorie.
Gli standard tecnologici per lo scambio delle informazioni rappresentano la modalità attraverso cui le comunicazioni obbligatorie raggiungono i destinatari. Il sistema di comunicazione è definito dal Codice dell’Amministrazione Digitale che fissa i criteri generali ai quali i vari attori devono adeguarsi.

Gli standard tecnici adottati sono conformi alle specifiche emanate dal Sistema Pubblico di Connettività (SPC) e Cooperazione del CNIPA, detto SPCoop, il quale indirizza verso una visione integrata di tutti i servizi applicativi di ogni amministrazione pubblica, sia centrale che locale, indipendentemente dal canale di erogazione.I servizi applicativi vengono erogati/fruiti attraverso tecnologie e standard indicati genericamente come Web Service; per gli standard sono coinvolti differenti comitati a livello internazionale (W3C ed OASIS) e trova supporto da parte di tutti i maggiori fornitori di ICT del settore.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e le Regioni hanno definito una modalità cooperativa dei sistemi che, oltre a garantire la corretta connessione fra i vari nodi regionali, offre una serie di agevolazioni per i datori di lavoro. Un esempio concreto è rappresentato dalla possibilità, per i datori di lavoro che hanno sedi in più regioni, di accentrare le comunicazioni in un unico nodo Regionale: attraverso il canale di cooperazione il nodo ricevente provvederà a inviare le comunicazioni ai nodi compenti attraverso il Nodo di Coordinamento Nazionale gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Per ricevere ulteriori informazioni sul funzionamento del Sistema telematico delle Comunicazioni Obbligatorie può telefonare al Numero Verde 800 196 196 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 20.00.

Qualora si dovessero verificare problemi tecnici o per quesiti legati all'accreditamento e accentramento, può spedire una e-mail con la richiesta ad aiutotecnicoCO@lavoro.gov.it, specificando:
  • nome e cognome;
  • regione di appartenenza e/o sistema informatico regionale utilizzato;
  • numero di telefono per essere eventualmente ricontattato
  • tipo di utente (es. datore di lavoro, consulente, agenzia di somministrazione, altro);
  • in caso di accreditamento/accentramento effettuato, eventuale codice richiesta e/o Nome Utente.

Per avere risposta a dubbi, interpretazioni normative, chiarimenti sulle procedure, è possibile inviare una e-mail a co@lavoro.gov.it specificando:

  • nome e cognome;
  • regione di appartenenza e/o sistema informatico regionale utilizzato;
  • numero di telefono per essere eventualmente ricontattato
  • tipo di utente (es. datore di lavoro, consulente, agenzia di somministrazione, altro).
Call Center
Regionali e Provinciali

- Regione Abruzzo -
085 7675084
da lunedì a venerdì: ore 9.00 - 13.00
Martedì e giovedì: ore 15.00 - 17.00

Provincia di Teramo - 800 017 822


- Regione Basilicata
e-mail: co@regione.basilicata.it


- Regione Calabria
e-mail: helpco@aziendacalabrialavoro.com


- Regione Campania
e-mail: supportoco@lavorocampania.it


- Regione Emilia Romagna -
800 955 157
da lunedì a venerdì ore 9.00 - 13.00
Giovedì: ore 14.30 - 17.00


- Regione Friuli Venezia Giulia -
800 185 081
lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle ore 18.00
Sabato ore 08.00 - 13.15
e-mail: lavoro.net@insiel.it


- Regione Lazio

Provincia di Roma

Centri per l'impiego - 800 818 282
dal lunedì al venerdì: ore 08.30 - 17.00
e-mail: supporto.co@provincia.roma.it

Provincia di Frosinone - 800 745 270

Provincia di Rieti - 800 001 166

Provincia di Latina - Per informazioni relative agli aspetti tecnici e di accreditamento ai Servizi informatici della Provincia di Latina bisogna rivolgersi al relativo Centro per l'Impiego.

Provincia di Viterbo - Per informazioni relative agli aspetti tecnici e di accreditamento ai Servizi informatici della Provincia di Viterbo bisogna rivolgersi al relativo Centro per l'Impiego.


- Regione Liguria

Provincia di Genova

Ufficio Sistemi informativi, via Cesarea 14 - Genova - tel 010.5497508
e-mail: semplicegenova@provincia.genova.it
dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 12.30 e tutti i pomeriggi, eccetto il venerdì, dalle 14.30 alle 16.30

Provincia di Savona
Centro per l'impiego Savona, via al Molinero - tel 019.8313700
e-mail: ci_savona@provincia.savona.it
dal lunedì al venerdì ore 8.30 - 12.00
martedì e giovedì anche ore 15.00 - 16.30

Provincia de La Spezia
Centro per l'impiego La Spezia, via XXIV Maggio 22 - tel 0187.779341
e-mail: assistenza.co@provincia.sp.it
dal lunedì al venerdì ore 8.30 - 12.30
martedì e giovedì anche ore 15.00 alle 17.00

Provincia di Imperia
Centro per l'impiego Imperia, piazza Roma 2 - tel 0184.577099
e-mail: aiutotecnico.co@provincia.imperia.it
dal lunedì al venerdì ore 8.30 - 12.30 e, nei pomeriggi di lunedì e mercoledì, anche ore 14.30 - 16.30


- Regione Lombardia

Provincia di Bergamo

Segreteria telefono 035 387817
dal lunedì al giovedì ore 9.00 - 12.00 e anche ore 14.00 - 16.00
venerdì ore 9.00 - 12.00

Provincia di Brescia
Indirizzo email: sintesiutenti@provincia.brescia.it
Numero di telefono: 0303748599
Dal lunedì al giovedì: 8.30 -13.30 e anche 14.30 - 15.45 (su appuntamento)
venerdì: 8.30-13.30

Provincia di Como
Centro Servizi Impresa
Via Volta, 44 22100 COMO
tel. 031230731 fax 031230730
email: assistenzaportale@lavoro.provincia.como.it

Provincia di Cremona
Assistenza tecnica:
dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.00
dal lunedì al giovedì anche 14.30 - 16.30
tel: 0372 406.516/518
email: sintesi@provincia.cremona.it

Provincia di Lecco
dal lunedì al venerdì 9.30 – 12.30
Tel. 0341.295.468
email: sintesi@provincia.lecco.it

Provincia di Lodi
Assistenza tecnica alle aziende 0371.442502
Servizio incontro domanda/offerta di lavoro 0371.442505 – 0371.442506

Provincia di Mantova
Referente tecnico provinciale
sintesi@provincia.mantova.it
Via Gandolfo 13 - Mantova ufficio, Tel. 0376 - 432575

Provincia di Milano
Recapito telefonico: 02.7740.40.40
dal lunedì al giovedì ore 8.00 - 18.00
venerdì ore 8.00 - 14.00

Provincia di Pavia
Supporto Tecnico sintesi@formalavoro.pv.it

Provincia di Sondrio
Cpi di Sondrio: Via Trieste, 12 - Tel. 0342 531660 - Fax 0342 531630
e-mail cisondrio@provincia.so.it
Orario di apertura al pubblico:
dal lunedì al giovedì ore 9.00 - 12.00 e ore 14.30 - 16.30
venerdì ore 9.00 - 12.00

Provincia di Varese
Recapito telefonico: 0332.252722/0332.252507
ore 9.00 - 12.45
dal lunedì al venerdì e il mercoledì anche ore 14.00 - 15.30.
email: utentisintesi@provincia.va.it
ore 9.00 - 12.45 e ore 14.00 - 17.00 (venerdì pomeriggio escluso)


- Regione Marche - 800 155 085
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 13.00
martedì e giovedì anche ore 14.00 - 17.00
e-mail: comarche@regione.marche.it


- Regione Molise - 800 196 196
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 20.00


- Regione Piemonte

Provincia di Alessandria -
0125 229 975 o 0131 303 141
dal lunedì al venerdì: ore 8.30 - 17.30

Provincia di Torino - 800 461 021
dal lunedì al venerdì: ore 8.30 - 17.30

Provincia di Cuneo - 0125 229 975
dal lunedì al venerdì: ore 8.30 - 17.30

Provincia di Novara - 0125 229 975
dal lunedì al venerdì: ore 8.30 - 17.30


- Regione Puglia

Provincia di Bari
telefono 0805412947 - fax 0805412949
email sintesi@provincia.ba.it

Provincia di Brindisi
Centro per l'impiego di brindisi
Via Cappuccini, 111 tel. 0831565822 - fax 0831565830
e-mail: cti.brindisi@provincia.brindisi.it

Provincia di Foggia
Centro per l'impiego di Foggia
Via San severo 73, 71100
Tel. 0881/712690
email: cifoggia@provincia.foggia.it

Provincia di Lecce
Centro per l'Impiego di Lecce
Tel. 0832/393111

Provincia di Taranto
Servizio tecnico Amministrativo 099 736.55.31
Servizio tecnico - Informatico 099 736.55.29
email: servizioagenzialavoro@provincia.ta.it


- Regione Sardegna -
070 513922
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 14.00 e ore 15.00 - 18.00
e-mail: cosardegna@sardegnalavoro.it


- Regione Sicilia

e-mail: supportotecnico@cosicilia.it


- Regione Toscana -
800 199 727
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 17.30


- Regione Umbria

Provincia di Perugia -
800 811 108
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 13.00 (lunedì e mercoledì: ore 15.00 - 17.00)

Provincia di Terni - 800 904 329
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 12.00


- Regione Valle D'Aosta
Tel. 0165271311 (oppure 0165809681 o 0125929443)
dal lunedì al venerdì 09.00 - 14.00
(martedì anche 15.00 - 17.00)


- Regione Veneto - 800 351 601
lunedì - martedì – mercoledì - giovedì: ore 9.00 - 13.00 e ore 14.00 - 17.30
venerdì: ore 9.00 - 13.00


- Provincia Autonoma di Bolzano - 0471 418558
dal lunedì al venerdì: ore 8.30 - 12.30 e ore 14.30 - 16.30


- Provincia Autonoma di Trento - 800 196 196
dal lunedì al venerdì: ore 9.00 - 20.00


Servizio Fax Server


L'adozione di un Servizio Informatico, come modalità esclusiva per l'invio delle comunicazioni obbligatorie, comporta la possibilità che inconvenienti tecnici - del servizio informatico della Regione o dell'utente - non consentano l'adempimento nei termini perentori previsti dalla legge.

Per evitare le sanzioni previste per il ritardato adempimento è stato predisposto, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un Servizio che permette a tutti i soggetti interessati di effettuare in ogni caso la comunicazione.

In caso di mancato funzionamento dei servizi informatici, infatti, i soggetti obbligati e abilitati devono comunque inviare una comunicazione sintetica d’urgenza, utilizzando il modulo Unificato Urg e inviandolo al

Fax Server 848 800 131

Resta fermo l’obbligo di invio della comunicazione ordinaria al servizio competente nel primo giorno utile successivo.

Avviso - Si precisa che il servizio di Fax Server va utilizzato Esclusivamente per l'invio del modello Unificato Urg nei casi previsti dalla normativa, ovvero quelli di malfunzionamento dei servizi informatici. Tutti gli altri modelli inviati non saranno presi in considerazione e non saranno ritenuti validi ai fini degli adempimenti di legge.