Focus On Settori specifici

Sezione che approfondisce alcuni settori disciplinati da una normativa specifica: pubblico impiego, spettacolo, sport, turismo, lavoro domestico e altri

Settori specifici

La sezione è dedicata alle attività lavorative disciplinate da una normativa specifica, oltre che dalla contrattazione collettiva di settore, in ragione delle particolari caratteristiche che presentano.

È il caso del pubblico impiego, dei settori dello spettacolo, dello sport e del turismo, delle professioni ordinistiche, del lavoro marittimo e domestico, nonché del rapporto del socio lavoratore di cooperativa.

In questa sezione sono, dunque, illustrate le principali caratteristiche di queste attività lavorative.

Si informa che l’accesso all’applicazione per l’invio delle Comunicazioni Obbligatorie, messo a disposizione della Regione Lazio in regime transitorio, è consentito tramite il portale Servizi Lavoro.

Inoltre, si segnala che, con il D.Lgs. 27 giugno 2022, n. 104, recante “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea”, sono state adottate disposizioni che disciplinano le informazioni sul rapporto di lavoro, le prescrizioni minime relative alle condizioni di lavoro nonché una serie di ulteriori misure a tutela dei lavoratori, novellando le prescrizioni previste dal D.Lgs. 26 maggio 1997, n. 152 (“Attuazione della direttiva 91/533/CEE concernente l’obbligo del datore di lavoro di informare il lavoratore delle condizioni applicabili al contratto o al rapporto di lavoro”).

In particolare, rientrano nel campo di applicazione della disciplina in materia di obblighi informativi gravanti sul datore di lavoro:

  • i rapporti di lavoro subordinato, compreso il lavoro agricolo, a tempo indeterminato e determinato, anche a tempo parziale;
  • il contratto di lavoro somministrato;
  • contratto di lavoro intermittente;
  • collaborazioni coordinate e continuative;
  • contratti di prestazione occasionale;
  • i rapporti di lavoro marittimo e della pesca, domestico e con le pubbliche amministrazioni.

Restano esclusi dall’applicazione della disciplina i rapporti di lavoro caratterizzati da un tempo di lavoro predeterminato ed effettivo (requisiti concorrenti), di durata pari o inferiore ad una media di 3 ore a settimana in un periodo di riferimento di 4 settimane consecutive, i rapporti di lavoro autonomo (Libro V, Titolo III, Codice Civile), inclusi quelli in ambito sportivo (di cui al D.Lgs. 28 febbraio 2021, n. 36), i rapporti di agenzia e rappresentanza commerciale, i rapporti di collaborazione prestati nell’impresa familiare, i rapporti di lavoro del personale dipendente di amministrazioni pubbliche in servizio all’estero, i rapporti di lavoro del personale in regime di diritto pubblico (magistrati, forze di polizia, etc.) limitatamente ad alcune disposizioni. 

Sul punto, è possibile consultare la circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 19 del 20 settembre 2022, che fornisce indicazioni su taluni specifici profili degli obblighi informativi introdotti dal D.Lgs n. 104/2022, nonchè la circolare INL n. 4 del 10 agosto 2022, recante indicazioni con particolare riferimento ai profili sanzionatori connessi all'inadempimento degli obblighi informativi.

Leggi anche
30 nov 2022
Cultura Crea Plus, il bando per le imprese del settore turistico e creativo
$content.image.resourceAlt
30 nov 2022
Opportunità di lavoro in Granarolo
Apri
News
$content.image.resourceAlt
25 nov 2022
1250 posti di lavoro con Ita Airways
Apri
News