provincia di: Tutte
Seguici su:

Lavoro marittimo - Unimare

AVVISO

Dal 29 novembre 2016 l'adempimento deve essere effettuato tramite il portale Anpal. Clicca qui!

Il Decreto Ministeriale del 24 gennaio 2008 introduce il sistema delle comunicazioni obbligatorie online anche per il lavoro marittimo. Tutti gli armatori e le società di armamento devono comunicare assunzioni, trasformazioni, proroghe e cessazioni contrattuali compilando il modello unico Unimare.

Unimare è il servizio informatico che permette al datore di lavoro di raccogliere tutte le comunicazioni obbligatorie relative ai propri dipendenti in caso di imbarco e sbarco dei marittimi e di tutti coloro che prestano servizio a bordo della nave. Tutte le comunicazioni vanno effettuate entro il ventesimo giorno del mese successivo alla data di imbarco e sbarco.

Per accedere al servizio informatico Unimare, è sufficiente inserire Login e Password.

Per chi non è in possesso delle credenziali di accesso (login e password) è possibile accedere al sistema compilando il modulo di richiesta di accreditamento.

Per approfondimenti sul lavoro marittimo consulta la pagina Settori specifici.

Accedi al Servizio Informatico UNIMARE

L'obbligo si riferisce a diverse tipologie di comunicazione:

  • comunicazione di assunzione diretta della gente di mare;
  • comunicazione di cessazione della gente di mare;
  • comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro del personale che a vario titolo presta servizio a bordo di una nave;
  • comunicazione di cessazione del rapporto di lavoro del personale che a vario titolo presta servizio a bordo di una nave;
  • comunicazione di proroga e trasformazione dei rapporti di lavoro di entrambe le categorie sopra indicate;
  • comunicazione unica (le comunicazioni di assunzione, cessazione, trasformazione e proroga dei rapporti di lavoro, inviate con le modalità del Decreto Ministeriale 24 gennaio 2008, sono valide ai fini dell'assolvimento degli obblighi di comunicazione nei confronti di Direzioni Regionali del Lavoro e Direzioni Provinciali del Lavoro, dell'Inps, dell'Inail, di altre forme previdenziali sostitutive o esclusive, della Prefettura -Ufficio Territoriale del Governo (art. 4-bis, comma 6, Decreto Legislativo 21 aprile 2000 n. 181, come sostituito dall' art. 1, comma 1184 della Legge 27 dicembre 2006 n. 296).

Eccezioni 

  • L’ingaggio del lavoratore, ossia il contratto preliminare a quello definitivo di arruolamento, non è soggetto agli obblighi di comunicazione;  
  • le cooperative di pesca inquadrate nel settore agricolo da parte dell’Inps devono comunicare tramite Co e non con il sistema Unimare; 
  • quando il lavoratore assunto viene imbarcato su altra nave del medesimo armatore o società di armamento (trasbordo sociale) la comunicazione non va effettuata in caso di trasbordo temporaneo senza modifica della categoria di rischio assicurato;
  • non è necessario comunicare lo sbarco per malattia o per licenza;
  • la cessazione di un rapporto di lavoro a tempo determinato non va comunicata se il giorno di cessazione coincide con la data di fine rapporto.

I soggetti obbligati a presentare le comunicazioni sono:

  • armatori - persona fisica o soggetto giuridico che esercita l'impresa di navigazione ai sensi dell' articolo 265 del Codice della navigazione;
  • società di armamento - quando l'esercizio della nave è assunto dai comproprietari  mediante costituzione di società;
  • società complementari.

I soggetti abilitati (intermediari che possono agire in nome e per conto dei datori di lavoro) a presentare le comunicazioni sono: 

  • armatori e società di armamento - quando effettuano le comunicazioni direttamente o attraverso propri dipendenti;
  • consulenti del lavoro - iscritti all'albo sono abilitati a compiere per conto di qualsiasi datore di lavoro tutti gli adempimenti previsti da norme vigenti per l'amministrazione del personale dipendente (Legge 11 gennaio 1979 n.12, articolo 9);
  • avvocati e procuratori legali - dottori commercialisti, ragionieri e periti commerciali iscritti ai rispettivi albi e che abbiano effettuto la comunicazione alla Direzione del Lavoro della provincia in cui esercitano la consulenza; 
  • associazioni di categoria degli armatori - qualora detengano i documenti (libri paga e matricola) per il tramite dei consulenti del lavoro (Decreto Legislativo 11 dicembre 2002 n. 29, articolo 6, comma 8); 
  • agenzie per il lavoro - per tutte le comunicazioni conseguenti alle assunzioni avvenute a seguito dell'attività di intermediazione (Decreto Legislativo 10 settembre 2003 n. 276, articolo 4, comma 1, lett. a), b) e c) ; 
  • enti bilaterali del lavoro marittimo - (Decreto del Presidente della Repubblica del 18 aprile 2006 n. 231, art. 2, comma 1, lett. g);
  • raccomandatari marittimi.

Ricevono le comunicazioni:

  • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • uffici di collocamento della Gente di mare;
  • enti previdenziali ed assistenziali;
  • uffici territoriali di Governo.  

In particolare, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione le informazioni relative ai rapporti di lavoro comunicate attraverso il Sistema Unimare alle Direzioni provinciali del lavoro attraverso i propri servizi di rete interna, nonché agli Ispettorati del lavoro presso Regioni e Province Autonome.

Le informazioni sono rese disponibili anche agli enti previdenziali ai quali vengono versati i contributi a favore del lavoratore (INAIL, UTG, SASN).

L'invio delle comunicazioni avviene attraverso:

  • la compilazione di form on line del servizio informatico
  • l'invio di un file in formato XML.

È possibile effettuare l'invio di un file in .zip contenente più file XML con un limite massimo di dimensione pari a 5 Mb.

La data di invio viene attribuita dal sistema all'atto della ricezione del file XML o della comunicazione on line.
A ogni singola comunicazione inviata viene attribuito un codice identificativo univoco a livello nazionale (codice comunicazione). 

Il codice viene rilasciato contestualmente alla ricevuta elettronica attestante l'avvenuta presa in carico del modulo che, in caso di invio massivo, sarà notificata via e-mail ed eventualmente consultabile tramite interfaccia web.
La ricevuta viene rilasciata in formato XML e PDF, per consentire al soggetto che ha effettuato l'invio la conservazione e la stampa della stessa e  attesta "la data certa di trasmissione", vale a dire il giorno e l'ora in cui il modulo è stato ricevuto dal servizio informatico.

Il servizio informatico che riceve la comunicazione produce un file in formato XML identico a quello rilasciato al soggetto che ha effettuato l'invio sotto forma di ricevuta.
Il file viene inoltrato, tramite cooperazione applicativa, al Repository nazionale delle CO, ubicato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Attraverso il sistema di cooperazione applicativa, il Ministero provvede al trasferimento dei file ai soggetti interessati.

Malfunzionamento dei servizi informatici


In caso di mancato funzionamento del servizio informatico il soggetto abilitato può adempiere l'obbligo consegnando all'ufficio di collocamento della gente di mare ove ha luogo l'imbarco o lo sbarco, il contratto di arruolamento o il documento di sbarco.

Resta fermo l'obbligo di effettuare la comunicazione completa per via telematica entro il primo giorno utile al ripristino del sistema.

Pluriefficacia


Con l’entrata in vigore del Decreto Ministeriale 24 gennaio 2008 ha il via anche la pluriefficacia della comunicazione. Qualsiasi comunicazione di instaurazione, cessazione, trasformazione e proroga dei rapporti di lavoro marittimo, comunicata attraverso il Sistema Informatico Unimare perciò è valida anche ai fini dell'assolvimento degli obblighi di comunicazione nei confronti di:  

  • Enti previdenziali e assistenziali;
  • Servizio di Assistenza Sanitaria al personale Navigante (SASN).

Pertanto non deve essere effettuata alcun'altra comunicazione di denuncia di rapporto di lavoro nei confronti dei predetti organismi.

Il modulo Unimare si compone di sette sezioni o quadri
Quelle relative al datore di lavoro, al lavoratore e ai dati di invio devono essere sempre compilate, indipendentemente dal tipo di comunicazione.
Per quanto riguarda la "comunicazione di assunzione/instaurazione", oltre ai tre quadri precedenti, deve essere compilato anche il quadro "inizio" che contiene, oltre alle indicazioni essenziali indicate dalle norme specifiche, anche una serie di dati utili per l'analisi statistica dei fenomeni.

Elementi obbligatori del modulo Unimare sono:
  • dati identificativi del datore di lavoro (armatore, società di armamento o società complementari);
  • dati identificativi della nave sulla quale il lavoratore presta servizio;
  • dati identificativi del lavoratore;
  • data di assunzione e data di cessazione;
  • tipologia di contratto stipulato;
  • luogo di stipula del contratto;
  • qualifica professionale assegnata al momento dell'assunzione;
  • trattamento economico e normativo.

Il modulo permette di comunicare anche il rapporto di lavoro di "comandata", quella tipologia di rapporto di lavoro, previsto dalla contrattazione collettiva, che si configura come prestazione riconducibile al tipo normativo generico del rapporto di arruolamento, in quanto la prestazione stessa non si svolge a bordo di una nave in navigazione ma su una nave in sosta nel porto oppure in spazi portuali destinati ad operazioni di approntamento delle dotazioni e delle provviste della nave.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione di tutti i soggetti obbligati e abilitati le procedure applicative per effettuare l'invio dei moduli, nonché le infrastrutture tecnologiche per la fornitura dei servizi di connettività e interoperabilità.

Per saperne di più, visita
l'Area download. 

Qualora si dovessero verificare problemi tecnici o per quesiti legati all'accreditamento, si può inviare una richiesta di supporto a unimare@anpal.gov.it, specificando:

  • nome e cognome;
  • numero di telefono per essere eventualmente ricontattato;
  • tipo di utente;
  • in caso di accreditamento effettuato, eventuale codice richiesta e/o Nome Utente.

Per avere risposta a dubbi, interpretazioni normative, chiarimenti sulle procedure, è possibile inviare inviare una richiesta di contatto a unimare@anpal.gov.it, specificando:

  • nome e cognome;
  • numero di telefono per essere eventualmente ricontattato;
  • tipo di utente.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: