Lavorare in volo: tutte le professioni dell’aeronautica

Tra le fantasie ricorrenti e le grandi domande dei bambini sono quasi onnipresenti dubbi e desideri sul volo: si può volare? Come si fa volare? Come fanno gli …

9 set 2011
5 minuti di lettura
Tra le fantasie ricorrenti e le grandi domande dei bambini sono quasi onnipresenti dubbi e desideri sul volo: si può volare? Come si fa volare? Come fanno gli aerei a volare? Il fascino del volo resta invariato da quel lontano 1903 quando il primo aereo si alzò in volo. Solo dodici secondi che passarono alla storia assieme al nome dei fratelli Wright. Dagli inventori del volo passiamo oggi all’analisi dei professionisti del volo. Il settore dell’aereonautica attrae e occupa diverse figure lavorative, ma quali sono le opportunità per chi volesse intraprendere questo percorso? Quali sono le attività professionali che si legano al volo? Abbiamo individuato le principali professionalità che compongono il personale di volo di una compagnia aerea e una struttura aereoportuale:

1. Assistenti di volo: sono i membri dell'equipaggio di volo (chiamati anche steward o hostess) che non si occupano della condotta dell’aereo, ma dei servizi complementari di bordo: invitare i passeggeri a salire a bordo, mostrare loro i posti, chiudere il portellone e comunicare al pilota la possibilità di partenza, fornire ai passeggeri istruzioni su come comportarsi in situazioni di emergenza, curare il rifornimento e distribuire cibo, bevande e quotidiani, mostrare e vendere prodotti durante il volo. In caso di emergenza dovranno assistere e fornire primo soccorso ai passeggeri, utilizzare attrezzature di sicurezza e di salvataggio. I requisiti richiesti per diventare assistente di volo sono: età minima di 18 anni, certificazione medica periodica d'idoneità fisica, conoscenza di una o più lingue straniere, un'attitudine alle relazione interpersonali, flessibilità e apertura mentale. Per diventare assistente di volo è necessaria la frequenza di un corso di formazione iniziale, seguito da un addestramento periodico ed essere titolare di un Attestato di formazione in materia di Sicurezza. In Italia a settembre sono previsti numerosi appuntamenti con i Recruitment day di Ryanair, alla ricerca di nuovi assistenti di volo. 2. Piloti: sono i titolari di una licenza aeronautica che consente di pilotare aeromobili civili. Esistono diverse tipologie di licenza: pilota privato (PPL), pilota commerciale (CPL) pilota di linea (ATPL). Il pilota a bordo può svolgere le funzioni di comandante o di co-pilota. Requisito essenziale e imprescindibile per intraprendere la strada di pilota sono la certificazione d’idoneità psico-fisica e il superamento, al termine del corso di preparazione, di un esame teorico-pratico presso l'ENAC. Per accedere al corso è richiesto un diploma di scuola media superiore e il superamento di un test di matematica, fisica e inglese. 3. Tecnici di volo: sono addetti al controllo e alla gestione degli apparati motore e tutti gli impianti di bordo. Questa figura non è richiesta in tutti i voli, dipende dalla tipologia di aerei, se il Certificato di Navigabilità dell’aeromobile prevede la sua presenza tra il personale di condotta dell’ aeromobile o meno. 4. Addetti di scalo: sono figure polifunzionali (chiamati anche steward o hostess) addette alla gestione e all’accoglienza dei passeggeri all’interno degli aeroporti. L’attività dell’addetto di scalo si svolge in tre zone dell’aeroporto tra:

  • Biglietteria: informazioni ai passeggeri su orari, costi, prenotazioni e documenti necessari, fornendo anche assistenza ai passeggeri disabili, bambini e anziani.
  • Check-in: accoglienza e assistenza passeggeri nella fase di controllo documentazione, consegna carte d’imbarco e smistamento dei bagagli; questa fase si distingue anche per l’assegnazione dei posti in aereo e sviluppo lista passeggeri. In caso di cambiamenti, ritardi o problemi l’addetto dovrà gestire la comunicazione con i passeggeri.
  • Partenze e arrivi: annuncio ai passeggeri dell’inizio delle operazioni d’imbarco, eventuali ritardi o cancellazioni del volo, per passare poi al controllo delle carte d’imbarco e delle presenze.

I candidati ideali hanno conseguito un diploma o la laurea; sanno utilizzare il computer e parlano e scrivono fluentemente in inglese e in un’altra lingua. 5. Addetti rampa e centraggio: sono le figure professionali che si occupano del coordinamento e della supervisione delle risorse e delle attività di sottobordo come rifornimento carburante, carico/scarico bagagli, pulizie, posizionamento del loading bridge e tante altre, fino alla messa in moto in cuffia. 6. Operatori polivalenti rampa: si occupano del carico/scarico degli aeromobili, smistando e trasportando il carico. Sono inoltre responsabili della conduzione e della pulizia interna dei mezzi per il trasporto dei passeggeri o dei membri dell’equipaggio. Tra i requisiti richiesti figurano la conoscenza degli standard di sicurezza e il possesso della patente di guida di tipo D. 7. Operatori unici aeroportuali: svolgono, in squadra, operazioni di pulizia degli aeromobili, carico/scarico di merci, posta e bagagli, smistamento bagagli, guida di mezzi sul piazzale, parcheggio aeromobili, movimentazione aerei, ecc. In questo caso è richiesta la patente di guida B-C. Caratteristica comune per le attività lavorative descritte è l’essere molto spesso organizzate su turni, anche notturni e festivi, con riposi settimanali a scalare.

Siete appassionati di volo e avete sempre sognato una carriera nell’aereonautica? Vi segnaliamo anche il bando dell’Aereonautica militare per la ricerca di 10 Allievi ufficiale!
Leggi anche
7 lug 2021
Dove preferiscono lavorare le donne? La classifica delle migliori aziende dal punto di vista femminile
29 gen 2019
Nuova classifica LinkedIn delle 10 aziende più ambite dagli italiani
30 mag 2016
Infografica: una guida per conoscere il vasto mondo delle professioni digitali