Trend & Interviste

#machelavoroè: l'Esperto del Sistema Rifiuti

Un professionista in grado di fornire consulenza e capace di operare, con la propria capacità tecnica, nell’intera filiera della gestione dei rifiuti, dalla pr…

3 dic 2021
4 minuti di lettura

Un professionista in grado di fornire consulenza e capace di operare, con la propria capacità tecnica, nell’intera filiera della gestione dei rifiuti, dalla produzione al suo smaltimento, sia dal punto di vista tecnico-logistico che amministrativo. Si tratta di una nuova figura professionale, chiamata Esperto del Sistema Rifiuti, una risorsa aziendale che a partire da una maggiore attenzione, all’interno delle imprese, verso l’impatto ambientale delle proprie attività e nello specifico verso l’implementazione di progetti di economia circolare, è diventata necessaria.

In particolare, l’Esperto del Sistema Rifiuti dovrà essere in grado di fornire una dettagliata consulenza alle imprese di ogni settore e dimensione e opera, da sviluppare in base alle proprie competenze. Un rapporto, in altre parole, che dovrà riferirsi all’intera filiera della gestione dei rifiuti, e quindi a partire dalla produzione fino allo smaltimento, sia dal punto di vista tecnico-logistico che amministrativo. Anche perché il complesso assetto normativo che coinvolge la gestione dei rifiuti e l’apertura verso nuovi modelli di sostenibilità richiedono un approccio fondato su solide competenze e su una specializzazione professionale mirata. Oltretutto, l’Esperto Del Sistema Rifiuti è una figura fondamentale anche alla luce del D.Lgs 231/2001, che ha introdotto il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per i reati commessi da manager, dipendenti e persino fornitori. Tale responsabilità oltre a pesantissimi effetti patrimoniali può portare anche alla revoca dell’autorizzazione allo svolgimento dell’attività o al commissariamento e pregiudicare così la vita stessa dell’impresa, e avere in organico un professionista dedicato a un ruolo così dedicato può essere un’ottima soluzione.

Ma sono diverse le funzioni precise assegnate alla mansione in oggetto. Di seguito, in particolare, alcuni dei compiti che spettano a questa nuova figura professionale, ovvero l'Esperto del Sistema Rifiuti (ESR):

- effettuare un checkup aziendale per individuare e identificare i rifiuti presenti;

- valutare il corretto stoccaggio dei rifiuti all'interno dell'azienda;

- individuare eventuali criticità e suggerire eventuali soluzioni ai problemi;

- coadiuvare il datore di lavoro nell'addestramento del personale sulle corrette modalità di movimentazione e trattamento dei rifiuti prodotti;

- verificare la correttezza di applicazione per il recupero;

- redigere la scheda di caratterizzazione del rifiuto;

- affiancare il Responsabile tecnico nella corretta gestione del trasporto dei rifiuti;

- verificare la corretta compilazione dei registri di carico e scarico.

Ancora, tra i compiti dell'Esperto del Sistema Rifiuti figurano la scelta della tipologia dei rifiuti da sottoporre ad analisi, l'esecuzione o la coordinazione del campionamento, la scelta del set analitico, e la scrittura di rapporti dettagliati sulle scelte effettuate. Occorre dunque avere numerose competenze, che comprendono la distinzione tra rifiuti urbano e speciali, o ancora pericolosi; nozioni sulla produzione e sul rapporto tra intermediari e commercianti, oltre che sulla gestione vera e propria, dal ciclo di raccolta fino alla differenziazione e allo smaltimento. Importante, infine, avere contezza dei depositi, che siano temporanei, definitivi o Centri dedicati come quelli presenti nei comuni.

Per avvicinarsi a questa figura più nel dettaglio, sono ormai disponibili veri e propri percorsi formativi in ambito universitario tanto pubblico quanto privato, con l'apertura di master, seminari, corsi dedicati all'Esperto del Sistema Rifiuti, una professione con un alto tasso di innovazione e aggiornamento. Del resto, sono sempre di più le aziende, grandi o piccole che siano, che investono o che si stanno preparando a farlo, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Una propensione che abbraccia tutti i settori dell'economia locale – da quelli più tradizionali a quelli high tech, dall'agroalimentare all’edilizia, dalla manifattura alla chimica, dall'energia ai rifiuti – e che arriva al manifatturiero. L’orientamento green si conferma, dunque, un fattore strategico: la green economy, l'attenzione alla transizione ecologica e le nuove forme di sviluppo economico passano anche da figure come l'Esperto del Sistema Rifiuti, non a caso una delle professionalità "nuove" più richieste in questa nuova fase.
Leggi anche
$content.image.resourceAlt
22 giu 2022
Ministero della Transizione Ecologica, concorso pubblico per 92 collaboratori nell'ambito del Pnrr
24 set 2021
#machelavoroè: il Machine Learning Engineer
$content.image.resourceAlt
23 nov 2021
Al via il portale del “Registro Unico Nazionale del Terzo Settore” (RUNTS)
Apri
News