provincia di: Tutte
Seguici:

Cerca sportello

più vicino a te per orientarti nel lavoro

Yolo Economy nel mercato del lavoro: cos'è e chi coinvolge

Letteralmente è l’acronimo in inglese di You Only Live Once, Yolo appunto, che in italiano sarebbe il noto motto popolare “Si vive una volta sola”. Al di là della semplice traduzione, la Yolo Economy è una vera e propria forma mentis, una scelta volontaria di cambiamento, il desiderio di rischiare per ampliare i propri orizzonti e costruire un futuro migliore, alla portata delle proprie necessità e desideri. Il fenomeno culturale e filosofico del momento, che si tramuta poi in scelte piuttosto concrete da un punto di vista professionale coinvolge in particolare i Millennial dei giorni nostri, ovvero i nati fra il 1981 e il 1996. Sono infatti soprattutto loro che, dati statistici recenti alla mano trovano poco soddisfacente lavorare esclusivamente per produrre e consumare e sono altresì alla ricerca di esperienze a cui dare valore, che li arricchiscano anche a livello umano. La pandemia globale da Covid-19 ha sicuramente accelerato e supportato questo processo, costringendo le persone a rivalutare le proprie vite, a rivedere carriere e obiettivi da raggiungere.

Ecco che la ricerca del “benessere lavorativo” passa per scelte anche molto forti, come ad esempio cambiare un lavoro dallo stipendio sicuro per approfondire la propria passione e farla diventare una professione. Insomma non proprio una passeggiata questa Yolo Economy, che comporta spesso sacrifici e rischi da calcolare attentamente, a maggior ragione in tutti quei casi di autoimprenditorialità. La ventata di innovazione e cambiamento che sta prendendo piede in questi ultimi mesi era stata già annunciata da molti, fra cui Microsoft, che in una propria ricerca di marzo scorso aveva evidenziato come circa il 40% dei lavoratori a livello globale fosse intenzionato (o l’aveva già fatto al momento del sondaggio) a cambiare lavoro nel corso del 2021. Fra l’altro questo dato aumenta in Italia, dove parrebbe che questa voglia di avventura e rivalsa personale colga addirittura quasi il 50% dei giovani del Paese. Non a caso negli ultimi anni il numero di startup nostrane è cresciuto prepotentemente, con numeri importanti messi a segno proprio nei recenti tempi legati purtroppo al dramma sanitario del Coronavirus. Momenti temporali che sono stati evidentemente interpretati e valorizzati da molti come un momento in cui investire su se stessi e le proprie idee.

Ma perché cambiare tutto e i piani di una vita? Diversi i fattori che influenzano i giovani in merito alla Yolo Economy, fra cui sicuramente:

- Una voglia di avere a che fare con orari di lavoro decisamente più flessibili

- Un desiderio di svolgere la propria professione all’interno di luoghi di lavoro non convenzionali e meno tradizionali

- L’intenzione di fare un lavoro che sia maggiormente in linea con le proprie attitudini

- La necessità di avere più tempo per dedicarsi alle proprie passioni.

Piuttosto evidente insomma che le aziende di oggi si trovino quindi a interfacciarsi con una forza lavoro che è slegata dal concetto classico di professione, contratti di dipendenza, gerarchia e che chiede magari di poter lavorare da casa o addirittura nei tempi di viaggio, al fine di gestire in autonomia i propri orari di lavoro e di vita, sempre più interscambiabili fra loro, meno definiti e stressanti e collegati a un’atmosfera generale sicuramente più smart. Per questo nella Yolo Economy si ritrovano tanti percorsi personali e umani dei Content Creator o dei cosiddetti “nomadi digitali”, professionisti che hanno dato una sterzata alla propria routine quotidiana, restituendo importanza a famiglia e benessere. Trend come questo Yolo sono sempre più visibili oggi, perché la pandemia mondiale ha accelerato le transizioni, le trasformazioni legate al mercato del lavoro. Al di là di tutte le considerazioni del caso, un elemento appare lampante: tutti coloro che sono coinvolti in prima persona nel processo della Yolo Economy hanno sviluppato e maturato una nuova mentalità, per la quale il posto fisso e sicuro, non fa decisamente per loro. Aziende e lavoratori di tutto il mondo, il cambiamento e alle porte per tutti.

Copia il contenuto: Stampa il contenuto: