E-commerce in azienda: nuove professioni su cui scommettere

Il fenomeno dell'e-commerce è in grande crescita e nel corso dei prossimi due anni avrà probabilmente la definitiva consacrazione anche in Italia. Gli ultimi d…

28 feb 2012
5 minuti di lettura
Il fenomeno dell'e-commerce è in grande crescita e nel corso dei prossimi due anni avrà probabilmente la definitiva consacrazione anche in Italia. Gli ultimi dati disponibili a proposito, emersi da una ricerca di Epson Micro-Business di ottobre 2011 su 1.250 imprenditori europei di cui 250 in Italia, evidenziano che:
  • il 94% delle microimprese (da 1 a 10 dipendenti) intervistate utilizza il Web per vendere i propri prodotti o servizi online;
  • l’89% acquista da fornitori attraverso Internet;
  • l’85% delle aziende vede nell’e-commerce una opportunità di business.
Questo trend positivo avrà un ruolo fondamentale, soprattutto nella creazione di nuovi posti di lavoro ad alto tasso tecnologico e innovativo. Infatti per costruire un e-commerce di successo sono necessarie competenze che spaziano dall'informatica all’analisi economica, fino alla logistica. Vediamo nello specifico quali sono le figure professionali di cui un sito per l’e-commerce necessita, dividendole per aree: 1. Area strategica La prima cosa da fare per chi pensa a una soluzione di e-commerce è quella di pianificare una strategia, partendo dall’analisi del mercato, del prodotto e delle abitudini del target di riferimento. Ciò che è importante capire attraverso la redazione di un business plan è la domanda del mercato, quali sono i competitor e valutare i punti di forza rispetto alla concorrenza; una volta individuate queste variabili, bisognerà passare all’analisi dei costi e dei ricavi, al modello di business e alla progettazione del sito. Professioni interessate: in questa fase, così in bilico tra economia e conoscenza del settore IT, non c’è un’unica figura professionale. La trasversalità dei contenuti trattati richiede comunque una solida base di discipline economiche applicate alla tecnologia. 2. Area sviluppo piattaforma La fase cruciale che segue l’analisi è quella della scelta e progettazione del sito, dall’individuazione e sviluppo della piattaforma alla configurazione e personalizzazione delle soluzioni desiderate, fino all’ideazione della veste grafica. Professioni interessate:
  • Sviluppatori e sistemisti che conoscano software come Magento, Joomla, Drupal, Zencart e Shopify;
  • Web designer con esperienza nella grafica per la promozione e la vendita online, che comprende la realizzazione di un logo, di home page e pagine prodotto accattivanti ma “usabili”, che consenta una navigazione chiara e intuitiva.
3. Area marketing A questo punto, il sito e-commerce ha bisogno una strategia per approdare sul mercato, nonché della messa a punto di contenuti e campagne di advertising e promozioni efficaci; in pratica, è giunto il momento di far muovere la grande macchina del marketing! Professioni interessate:
  • Copywriter: la scelta del nome, del payoff ma soprattutto la creazione di schede prodotto che ne descrivano le caratteristiche in maniera funzionale e piacevole è fondamentale. Basti pensare che in Groupon, uno dei protagonisti del fenomeno digital couponing, esiste una precisa guida editoriale disponibile anche online, un mix tra tecniche giornalistiche e pubblicitarie, che ogni copy in azienda deve seguire per scrivere di un determinato prodotto nel sito.
  • Fotografo: le fotografie dei prodotti sono fondamentali per diverse ragioni. Oltre, infatti, a costituire la vetrina dell’oggetto da acquistare (e più saranno precise più conversioni da utente-visitatore a utente-compratore ci saranno), restituiscono anche il grado di affidabilità del sito, che negli e-commerce è senza dubbio una delle sfide più difficili da superare.
  • Online marketing e social media specialist: un negozio sta alla piazza della città come un e-commerce sta al Web. Partendo da quest’equazione è facile comprendere come la gestione e il monitoraggio della Rete per tastarne il polso rispetto ai nostri prodotti, la creazione di campagne pubblicitarie e comunicazione sui social network e l’utilizzo dei social media per la diffusione di promozioni o di blog per le digital pr sono competenze indispensabili nel settore dell’e-commerce.
  • Web analyst: abbiamo già visto l’importanza di questa figura per tutto ciò che concerne il mondo online. Per un e-commerce è indispensabile analizzare e trasformare in azioni concrete le prestazioni del proprio sito, dal numero di utenti visitatori, al tasso di conversioni, alle logiche di abbandono del sito prima dell’acquisto.
4. Area logistica e customer care Nella fase finale, un posto importantissimo è dedicato alla gestione della logistica (spedizioni, resi, evasione degli ordini) – che spesso però viene risolta mediante servizi esterni - e del customer care, che nel caso di vendite online assume un particolare significato. Infatti, in un negozio virtuale dove non è c’è qualcuno cui confrontarsi faccia a faccia, avere dei presidi online (come una pagina Facebook, un account su Skype e una form di contatto via email, nonché il tradizionale telefono) è uno strumento indispensabile per ottenere la fiducia dei clienti. Professioni interessate:
  • Addetto customer care: è la figura che si occuperà di seguire i clienti in tutte le fasi che precedono e seguono l’acquisto.
  • CCO (Chief Customer Officer): per l’importanza che il customer service ha nell’e-commerce, è la figura preposta alla creazione e supervisione dell’intero sistema di assistenza clienti dell’azienda.
Sul blog abbiamo dedicato un approfondimento alla vendita online nel settore moda e sul fenomeno del social shopping. E voi, avete mai acquistato qualcosa online o messo qualcosa in vendita? Raccontateci com’è andata!
Leggi anche
14 feb 2018
La diversità in azienda aiuta a raggiungere ottimi risultati e a creare un ambiente più stimolante
$content.image.resourceAlt
3 giu 2022
Akeron, 50 nuove assunzioni entro dicembre prossimo
Apri
News
$content.image.resourceAlt
25 gen 2022
Opportunità di lavoro in Verisure
Apri
News